ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 30 marzo 2009
ultima lettura mercoledì 15 luglio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

SENZA TITOLO poesia

di silviat. Letto 717 volte. Dallo scaffale Poesia

Il colle dell'infinito è ora fruscìo sommesso dell'invisibile lontana galassia il cavo d'un orecchio enorme d'un radiotelescopio. Al di là, torna il silenzio immenso . Tu sei sul pianeta coi piedi con le mani,con gli occhi con l'anima. Guardi,

Il colle dell'infinito

è ora fruscìo sommesso

dell'invisibile lontana galassia

il cavo d'un orecchio enorme

d'un radiotelescopio.

Al di là, torna il silenzio

immenso .

Tu sei sul pianeta

coi piedi

con le mani,con gli occhi

con l'anima.

Guardi, lo sfiori a volte con mani rapaci

per stringere inutilmente

una manciata d'acqua d'un mare immenso.

T'impasti nel moto incessante.

Corri i rischi dell'acqua

del fuoco,delle lame

delle punte dei bacilli

che levigano,mùtilano

dilaniano gratificano,

ma....dove sei tu?

Nelle idee

nel pensiero forse?

Nei momenti del cuore

nell'inesprimibile

senza parole

dentro ?

Ma dove ?

Nel cervello.

Nella rete meravigliosa

dei neuroni che si richiamano

fremendo come polipi

con infiniti filamenti di braccia

a raccontarsi e a mettere insieme

come mosaico correttamente ricomposto

variate sensazione di una vita intera.

Ma quale vita, se non la tua

del tuo corpo sul tuo pianeta.

nel punto dove ti posi

dove ti muovi ,tessi i giorni e le notti ?

Come una stella nell'infinito

ha il suo moto

come un asteroide

il suo giro

come un sole la sua ruota

come il tutto insieme...

Tu sei...il tutto.

silvia trabanelli 14 febbraio 2009



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: