ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 24 marzo 2009
ultima lettura sabato 10 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Micòl (un contatto) a Ruben...

di SalCast. Letto 594 volte. Dallo scaffale Poesia

L’avorio velo, in adagio, non ha colpa. Le pieghe della stoffa son proprie le tue. Il respiro non serve e...sei ancora. La stessa luce che ti cerca non è più luce, i riflessi non riflettono; l’aria non capisce. Donat...........................

<img src="http://2.bp.blogspot.com/_GtlQq9M6ZJo/SXNH3lEiYEI/AAAAAAAAEBA/pt7GQ11Em98/s400/59931030_ebfdac0666.jpg" alt="" width="400" height="284" align="middle" />

L’avorio velo, in adagio, non ha colpa.

Le gentili pieghe della stoffa son proprie tue.

Il respiro non serve e... sei ancora.

La stessa luce che ti cerca non è più luce,

i riflessi non riflettono; l’aria non capisce.

Donati ancora, riequilibra le leggi,

all’interno di quel mondo anche nostro che

solo per una manciata di probabilità

non conosciamo ancora.



Commenti

pubblicato il 24/03/2009 23.04.13
cinzia, ha scritto: Qualcosa mi dice che piangerà...
pubblicato il 25/03/2009 9.45.23
sothis85, ha scritto: Raramente ho letto versi cosi intensi, intrisi,di dolore, speranza,morte, rinnovo alla vita.poesia dal contesto filosofico eccelso,partecipe dii una ineluttabilia' stabilita che ci sfugge.Versi che legano i miei versi ai versi di Micol. Grazie sensibile fratello, sei troppo umile, ma ii ti annovero sul sito come esempio di poesia pura, senza compromessi.un abbraccio, Ruben
pubblicato il 25/03/2009 10.32.43
SalCast, ha scritto: Grazie Ruben, non ho scritto per effetti speciali, né per addolorarti ancora. A volte alcuni pensieri e alcune sensazioni scorrono solamente attraverso di noi per essere semplicemente espresse. Come i figli vengono attraverso di noi ma non da noi poiché sono la sete che la vita ha di se stessa (Gibran). Un abbraccio...
pubblicato il 25/03/2009 11.37.25
marisan, ha scritto: Niente è conoscenza ,niente è sapere,abbiamo solo la probabilità che un giorno la vivremo con leggi dalle sconosciute alchimie del tempo. ciao
pubblicato il 25/03/2009 13.29.30
sothis85, ha scritto: Sal comprendo la tua sensibilità che poeti o uomini saremmo senza mostrare i nostri sentimenti non sono triste anzi rivivo.ancora grazie
pubblicato il 25/03/2009 13.30.05
sothis85, ha scritto: Sal comprendo la tua sensibilità che poeti o uomini saremmo senza mostrare i nostri sentimenti non sono triste anzi rivivo.ancora grazie
pubblicato il 25/03/2009 13.46.16
cinzia, ha scritto: Naturalmente il mio "piangerà" era riferito all'emozione che può aver provato Ruben...non al fatto che potevi averlo addolorato...ANZI!! io l'ho trovata molto bella e mi ha colpito molto...quindi il mio pensiero è andato subito a Ruben. Un abbraccio a voi due.
pubblicato il 25/03/2009 14.23.18
SalCast, ha scritto: Grazie Cinzia, abbraccio...
pubblicato il 25/03/2009 16.14.23
sothis85, ha scritto: Grazie, sempre grazie Cinzia.bacio,Ruben

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: