ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 24 marzo 2009
ultima lettura martedì 10 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Non esistono più parole

di paoloperrini. Letto 631 volte. Dallo scaffale Poesia

Non esistono più parole giudizio orbite di parole. Non vomito l’Anima l’Anima vomita. Senza tregua senza compromessi. Se potess...

Non esistono più parole

giudizio

orbite di parole.

Non vomito l’Anima

l’Anima vomita.

Senza tregua

senza compromessi.

Se potessi mi dimetterei

dalla vita

dal disgusto

per il basso consorzio umano

orfano di un dio senza memoria

che assume a se' pietà

ma che pietà non ha.

Nel silenzio della chiesa vuota

a volte ho pregato.

Nel brusio inutile di ciarle ipocrite

spesso ho bestemmiato

reo di avere commistione col peccato.

Solo per essere

essere umano

ho chiesto

ingenuo

di esser perdonato.

L’Anima vomita

urla tutto il suo disgusto

chiede

impreca.

No, non ascoltare

non hai mai ascoltato

niente altro altro che preghiere

recitate a memoria

come cantilene.

Illusi a volte crediamo

nei cieli

il tuo nome

la tua volontà

tra cielo

terra

pane

tentazione

male.

Non mi resta che quest’urlo

invocazione

gemito di dolore

rabbia

preghiera o bestemmia

trasognata e assurda

come la follia che

porta sangue

in terra

tra il legno e i chiodi

e un grido di dolore

bestemmia estrema di Dio

che dice a Sé:

perché mi hai abbandonato?



Commenti

pubblicato il 24/03/2009 22.39.09
cinzia, ha scritto: Ho subito pensato queste parole: rassegnazione, disperazione, invocazione...poi l'ho riletta e la tua rabbia, in me, si è trasformata in tenerezza... non è certo quello che intendevi trasmettere ma questo è quello che mi ha lasciato dentro se può interessarti saperlo...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: