ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 13 marzo 2009
ultima lettura martedì 4 febbraio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Un piccolo segreto...

di SalCast. Letto 893 volte. Dallo scaffale Pensieri

Ho sempre avuto un’andatura alquanto distratta, ma iniziai a notare che, sempre più spesso, svariate persone si fermavano per strada ad osservarmi. Specie anziani, incuriositi, attratti da chissà che cosa. Pensavo all’inizio ...

<img src="http://www.bottegangeli.com/uploaded/477fc7ae96012_quadro2.jpg" alt="" width="380" height="306" align="top" />

Ho sempre avuto un’andatura alquanto distratta, ma iniziai a notare che, sempre più spesso, svariate persone si fermavano per strada ad osservarmi. Specie anziani, incuriositi, attratti da chissà che cosa.

Pensavo all’inizio di avere qualcosa fuori posto, di essermi macchiato o, che so, scucito i pantaloni. Ogni volta niente! Ero a posto. Ma allora perché mi guardavano con aria indagatrice e perplessa? Cosa avevo che non andava?

Non sono bellissimo, né sono bruttissimo. Non sono grassissimo, né sono magrissimo. Non sono altissimo, né sono bassissimo. Non sono deforme, né ho alcuna malattia da campanacci.

Vi ho messo anni per capire e, alla fine, ho dovuto arrendermi a questa triste e sconcertante verità che ora cerco di spiegarvi.

Ogni nostra cellula ha un campo energetico di alcuni micron (meno di un millimetro), ma siccome siamo la somma di miliardi di cellule messe insieme, noi esseri umani, come tutti gli esseri viventi, abbiamo un alone di energia, invisibile agli occhi, ma non ai sensi, intorno al nostro corpo. Questo campo energetico varia in base all’umore di ognuno di noi e misura dai pochi centimetri, di quando siamo di umore nero, chiusi in noi stessi o malati fino a tre o quattro metri di quando siamo contenti, felici, e gioiosi. Diciamo che il mio campo è variabile da pochi centimetri, e fin qui tutto normale, ad una ventina di metri! E, in condizioni di particolari umori, posso raggiungere anche i cinquanta, sessanta metri. In effetti non l’ho mai misurato, ma ricordo benissimo di una sera, appena sceso dall’auto per avviarmi verso un bar, un’intera piazza di gente si voltò contemporaneamente verso di me. Oltre alla portata in distanza, il mio campo energetico è anche più caldo, più luminoso, più potente e più ampio. Diciamo per farci un’idea in proporzioni di luce come tra una luce di posizione di un auto ed un abbagliante. In altri casi, siccome i campi sono variabili di intensità, posso arrivare anche a rapporti smisurati tipo l’ampiezza di una tenda, di una persona normale ed una mongolfiera che poi sarei io. Trattandosi di energia e non di materia, occorre un altro esempio: prendiamo una piccola torcia, facciamo buio e proiettiamo il suo tenue fascio di luce su un’ampia parete, lasciando la torcia accesa appoggiata su un tavolo, prendiamo un’altra torcia molto più grande e potente o addirittura un faretto ed indirizziamo anche quest’altro fascio di luce sulla parete. Succede che il campo luminoso della torcia più grande, del faretto, per potenza, per luminosità e raggio d’ampiezza inglobi totalmente la superficie del raggio di luce del fascio più debole. Se spegniamo la torcia grande ecco che ricompare il fascio della torcia più piccola e debole. Questo mi succede per strada, arrivato alla giusta distanza, anche semplicemente passeggiando sull’altro lato dei marciapiedi, inglobo letteralmente altri campi energetici, appartenenti a persone, mai viste e mai conosciute prima; praticamente tutti. Nulla è visibile ad occhio nudo e normalmente in strade affollate o centri caotici nessuno ci fa caso e tutto sembra normale, ma quando vi è meno gente, meno confusione la percezione di entrambi è netta, è chiara. Solo che io so, mentre l’altro per frazioni di secondo, dopo il contatto, rimane sconcertato, confuso e non riesce a spiegarsi la cosa. Sa solo che viene da me ed istintivamente è portato a voltarsi, a guardarmi, ma senza rendersene conto coscientemente. Io, ovviamente, faccio finta di niente.

A conoscere il fenomeno prima non mi sarei preso tutti quegli spaventi. In fondo ho un potere, non una maledizione. Questa cosa mi comporta però un sacco di svantaggi. La gente insicura che mi conosce resta affascinata da me e vorrebbe continuamente parlarmi e toccarmi, restare nel mio campo in quanto questo risulta caldo e rassicurante. Oltre che stimolante per le loro sopite energie. Insomma io eccito i campi energetici degli altri in quanto per nota legge fisica la carica energetica più piccola è attratta dalla carica energetica più grande, inversamente dall’elettricità, dove la carica più grande confluisce e tenta di scaricarsi in quella più piccola. La legge energetica dell’attrazione di un campo energetico minore verso il campo energetico maggiore è valida anche per gli uragani, per i Pianeti, per le stelle, per le Galassie a spirali e non, per le correnti Oceaniche, e così via. La cosa, però, non è finita qui. Le persone che hanno problemi energetici all’interno dei loro corpi, tipo: blocchi, conflitti, resistenze o malattie, provano disagio nelle mie vicinanze e, inconsciamente, sono tentati a scagliarsi contro di me. Questo fenomeno è normale routine di tutti i giorni ed in tutti gli ambienti di lavoro. Potete osservarlo da voi è: il conflitto inconscio tra persone sane e molto cariche energeticamente e persone deboli, con blocchi o resistenze. Il continuo contatto con il campo più forte stimola e preme allo sblocco delle energie stagnanti rendendo, quest’ultimi, (gli stagnanti) nervosi, ansiosi e aggressivi. Possono arrivare, in determinate acute situazioni , anche ad uccidere! Tutto ciò detto sopra, avviene ad un livello di coscienza subliminale, cioè sotto la soglia dell’io. Non è mai capitato che qualcuno mi dicesse: mi scusi lei, che bel campo energetico che ha! E come è grande! Come se lo è procurato? Questo è impossibile da verificarsi, in quanto la maggior parte della gente diciamo il 99,99 per cento ignora l’esistenza di una cosa del genere, peccato.

Ora come io abbia fatto o sia riuscito a ciò è una cosa che tengo ancora per me poi…chissà. Continuando il discorso vediamo alcuni vantaggi ed alcuni svantaggi che mi comporta questo fenomeno fisico.

Svantaggi: la gente mi risulta appiccicosa, tanti animali presi di sorpresa possono attaccarmi percependo il loro campo intrappolato nel mio, specie al buio. E’ già successo qualche volta. Ma anche possono adorarmi completamente. E’ sconcertante vedere un qualsiasi animale completamente tuo schiavo. Gli animali hanno una sensibilità molto sviluppata in questo senso, in quanto il fenomeno è parte integrante della loro comunicazione nelle loro relazioni quotidiane. La loro percezione è migliaia di volte più sviluppata e sensibile della nostra, pardon della vostra! Questo spiega anche il fenomeno del perché i cani, i gatti e tanti altri animali in genere attaccano alcune persone e non altre. Attaccano quando il campo è troppo limitato, impercettibile pensando sia un essere anomalo o quando è troppo ampio e forte tale da disturbarli, impaurirli. Io, per esempio, non potrei mai fare un bagno dove vi sono squali nei paraggi sarei attaccato di sicuro. Gli squali hanno addirittura sensori sulla faccia, sul naso per captare i campi energetici dei viventi. Anche il safari lo escluderei.

Qualche vantaggio potrebbe essere che, se mi recassi presso popoli antichi o sconosciuti, nelle giungle ma anche in Africa presso i Popoli che credono negli spiriti e fanno uso di sciamani ecco: sarei immediatamente riconosciuto come loro spirito guida e venerato. Volendo, ancora, pochissime donne potrebbero resistermi se io volessi, trovandomi ovviamente a continuo contatto con il loro campo energetico. Io ho sfruttato pochissimo la cosa in questo senso, in quanto anche donne bellissime ed appetibili possono avere conflitti e blocchi energetici e quindi dopo il fascino iniziale potrebbero odiarmi alla lunga come già mi è amaramente capitato.

Un vero vantaggio è invece avere la passione di scrivere. Dovete sapere che nelle innumerevoli sovrapposizioni del mio campo con altri, avvengono anche scambi di messaggi emotivi, nel senso di passaggio di sensazioni che poi posso elaborare a mio piacimento. Un vero arricchimento, di gioie e sensazioni, ma anche di angoscia e di dolore! Al distacco dal mio campo, loro ne escono leggermente ricaricati e stimolati, per qualche ora, ed io arricchito delle più svariate sensazioni. Ho pensato di sfruttare questa cosa inserendo i vari sentimenti man mano negli scritti, liberandomene anche. Sappiate che la gente non è fatta solo di sensazioni belle, anzi, sono più quelle tristi che mi trasmettono. Tante volte mi ritrovo a piangere senza conoscerne il motivo e magari neanche la persona che me l’ha trasmesse. Ma vero è che posso anche scrivere di tutto e su tutto con ottima carica emotiva.

Ho detto la mia verità, sono alquanto stanco, ma ora saprò chi mi ama e chi mi odia, com’anche chi è sano e chi è malato!

Non compatitemi, mai! I miei dolori non sono tutti miei, le mie gioie non m’appartengono del tutto, Le mie follie son le vostre non colte.

Io vi canterò le vostre stesse nenie, le vostre stesse latanìe. Io vivo continuamente in realtà parallele, in infinite dimensioni.

Solo io so cosa veramente sono.

<img src="http://www.biolifestyle.org/it/mkportal/modules/gallery/album/a_156.gif" alt="" width="250" height="280" align="top" />



Commenti

pubblicato il 13/03/2009 22.00.33
Mario Vecchione , ha scritto: Grazie del suggerimento, Sal, che ho accolto immediatamente con una modifica: tu sai che io sono disponibile ai consigli, soprattutto se vengono da un autore attento come te...per carità, via da certi lacci ed afflati!! Entrando nello specifico del tuo lavoro, è scientificamente provato quello che scrivo, è un po' come la faccenda dei feromoni che sono riusciti ad incanalare in sostanze ansiolitiche, stimolanti ed eccitanti; magari si fare anche col campo d'energia di ciascuno? Anch'io mi accorgo di provare qualcosa a contatto con qualcuno o con qualche animale, io dico a pelle, di solito, ma evidentemnte penso che si tratti proprio di campi energetici: frontiera delle scienze, indagine sia esoterica che spiritualistica che, auguriamoci, si mantenga in questi campi d'azione...non vorrei che riusscissero ad incanalare pure le energie negative...
pubblicato il 13/03/2009 23.01.33
cinzia, ha scritto: Parlando di energie m'inviti a nozze...sono affascinata ed ahime! ho percezioni fuori ogni logica...direbbe un matematico! riesco anche a vedere l'aura delle persone ( quando è presente e comunque non credo tu ti riferisca ad essa) che è pur sempre un circoscritto alone di pura luce ed energia e certe volte m'incanto e perdo la cognizione del tempo quando è molto potente; la mia sensibilità mi crea non pochi problemi in tal senso... non è un'esperienza per tutti, non che sia un vantaggio... volevo "rassicurare" Mario sul fatto che non si incanala energia negativa se si rimane ben lontani da essa... il discorso è lungo e diventerebbe riduttivo così ma l'argomento è veramente molto interessante ed io credo profondamente nei campi energetici...
pubblicato il 15/03/2009 16.48.04
SalCast, ha scritto: Cara Cinzietta, se dici la verità, ti sconsiglierei di incontrarmi...KIssSal...
pubblicato il 29/03/2009 12.03.35
Valkiria33, ha scritto: Sal, sei un uomo davvero speciale e mi son sgorgate lacrime nel leggere le tue sensazioni , le tue emozioni . Gente sensibile ed energetica credo ne esista ben poca e soprattutto non è facile accorgersi dei "poteri" che una persona come te ha...fai sempre del bene trasmettendo le tue energie a gente che non ne ha, dona felicità più che puoi, il mondo ne ha davvero bisogno! Un caldo abbraccio e grazie!
pubblicato il 29/03/2009 12.33.35
SalCast, ha scritto: E' incredibile di come mi son sentito trasparente nei tuoi confronti. Ricambio il caldo abbraccio che ho ben sentito. KissSal...
pubblicato il 31/03/2009 23.13.07
Valkiria33, ha scritto: sal , io non so se possiedo un campo energetico intenso o meno ma so solo che sono molto sensible e il tuo modo di scrivere mi ha toccata nel profondo. :*
pubblicato il 01/04/2009 16.27.39
SalCast, ha scritto: Ti ringrazio ancora per le belle parole nei miei confronti Valkiria e...ti abbraccio forte forte...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: