ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 23 gennaio 2009
ultima lettura venerdì 22 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La Regina Dei Ghiacci

di DOMENICO DE FERRARO. Letto 2129 volte. Dallo scaffale Fiabe

    LA REGINA DEI GHIACCI   Abbandonarsi all'ilarità  dei giorni  in gita  su in montagna  con lo slittino, veloce  scendere lungo gli innevati monti  agitando le mani   fare  una pirol.....

LA REGINA DEI GHIACCI

Abbandonarsi all'ilarità dei giorni in gita su in montagna con lo slittino, veloce scendere lungo gli innevati monti agitando le mani fare una piroletta nel cielo per cadere sulla morbida neve senza farsi male. Dimenticare il male con la sua barba nera, dietro l'angolo che aspetta per pugnalarti alle spalle. Piove ,sembra che non voglia cessare di piovere son giorni ormai che piove . Dal pianeta dei sognipossibili son giunti degli astronauti ambasciatori , assai educati han detto che lassù c'è qualsiasi cosa un umano voglia , che si pùo vivere bene, cercano persone disposti a seguirli . In molti hanno accettato e si sono precipitati alla stazione spaziale pronto a partire per dare una svolta alla loro noiosa vita , voltare pagina con questo pianeta, dove c'è solo guerra e carestie. Due vecchietti ottantenni marito e moglie con il loro canarino hanno chiesto di viaggiare in seconda classe, vogliono andare anche loro su quel lontano pianeta a visitarlo , sono desiderosi di conoscere altre dimensioni ,sperano di trovare un luogo ove esiste una fonte dell'eterna giovinezza , ove la morte sia per sempre sconfitta . Lasciano sulla terra il loro unico figlio il signor Serafino che non è mai stato gentile con nessuno , scapolo impenitente si e cresciuto una pianta carnivora in casa la nutre con salame e salcicce avvolte gli frigge anche delle uova a tegamino ,una pianta carnivora in casa fa tanta paura , può essere assai pericolosa , infatti il povero signore serafino per sua disgrazia finì per essere afferrato divorato , ,masticato e digerito in un solo boccone. Povero serafino disse sua cugina unica erede del cospicuo patrimonio rimasto , poteva allevarsi un cagnolino o un uccellino, avrebbe vissuto molto di più disse lei divenendo padrona di tutti i suoi beni . La pianta dopo il funerale fu regalata a un direttore d'un circo equestre, che l'ammaestrò a dovere , la fece diventare una equilibrista e gli fu imparato a ballare e a cantare . Lo spettacolo unico al mondo fu portato per tutta Europa e in tanti esultarono nel vedere tali cose eccezionali . Anche il re di un paese assai lontano dove nevica sempre dalla mattina alla sera vide lo spettacolo e fu conquistato da quella pianta che diede con somma meraviglia un frutto assai speciale in una notte di luna piena ,una fanciulla dai lunghi capelli d'oro dal corpo liscio come il velluto e dagli occhi verdi e profondi. Il re una volta vista se ne innamoro perdutamente e la volle ad ogni costo come sua sposa, cosi furono celebrati le nozze e la fanciulla divenne la regina dei ghiacci . Partorì tre maschietti ed una femminuccia nel giro di pochi anni e visse lungamente felice e contenta insieme al suo re il signore delle nevi in un bel giardino dove fioriscono pensieri felici dai mille colori ed altri magici fiori.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: