ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 13 gennaio 2009
ultima lettura martedì 12 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Calimero parte per Atlantide

di marycarmen. Letto 2625 volte. Dallo scaffale Fiabe

Era inverno e faceva piuttosto freddo.Calimero aveva deciso di partire per un lungo viaggio.Prima di uscire di casa,si mise in testa un casco da mo...

Era inverno e faceva piuttosto freddo.Calimero aveva deciso di partire per un lungo viaggio.Prima di uscire di casa,si mise in testa un casco da motociclista, indossò un completo grigio e partì per la sua avventura. Dopo un'ora tre minuti e due secondi che stava viaggiando in sella alla sua bicicletta da cross super accessoriata;scorse con la sua super vista Pocahontas che remava nel placido mare delle Antille.La chiamò ad alta voce e le disse:<<Aspettami che ti raggiungo a nuoto>>.Calimero salì sulla canoa tutta colorata di un rosa pallido, raggiunse l'amica e la invitò a viaggiare con lui alla scoperta dell'isola perduta di Atlantide.Pocahontas accettò l'invito e i due si avventurarono per i caldi mari del Sud America.L'isola di Atlantide era fertilissima e ricchissima,fu ingoiata dall'oceano milioni di anni fa e sparì dalla faccia della terra. Calimero voleva recuperare gli immensi tesori che l'isola nascondeva.Sapeva dove cercare perché gli venne in sogno un suo antenato che gli disse:<< Calimero vai alla ricerca di Atlantide,lì troverai il tesoro perduto dei tuoi avi. Punta verso l'isola di Goodway>>.La canoa con a bordo i due naviganti proseguiva per la rotta stabilita.Dopo un mese di navigazione incontrarono uno stretto di terra circondato da rocce altissime, appuntite, di color argento. I due amici attraversarono con molta difficoltà l'imboccatura dello stretto remando pian, piano e al contrario. Stremati dalla fatica,trovarono una baia per riposarsi dalla stanchezza. Usciti, finalmente dallo stretto, si inoltrarono nell'immenso e caldissimo mare del Sud America.All'improvviso si abbattè sulla piccola canoa una violentissima tempesta, che fece naufragare i due viaggiatori sull'Isola di Goodway. Questa isola era a forma di panino imbottito. Calimero vedendola si ricordò che il suo antenato nel sogno, gli aveva detto che aveva una forma particolare.

Pocahontas e Calimero decisero che l'indomani sarebbero andati alla ricerca della città perduta di Atlantide nelle profondità marine.

Spuntata l'alba si tuffarono in mare e si inabissarono raggiungendo diecimila metri di profondità.

Calimero,nuotando a destra e a sinistra vide una grande porta d'oro

massiccio. A guardia di questa porta c'era un grande squalo bianco a cavallo della sua moto tutta luccicante. Subito Calimero con un fischio avvisò Pocahontas.

I due amici per non essere scoperti dal forzuto guardiano si nascosero dietro una scoglio molto alto e frastagliato.

Aspettarono che lo squalo si addormentasse per avvicinarsi alla grande porta.

Il grande squalo avvertì la loro presenza e li bloccò, dicendo:<<Alt!!Fermi,dove andate di qui non si passa! Io sono il guardiano della città di Atlantide>>.

I due amici giocarono di astuzia per cercare di entrare nella città.

Calimero disse allo squalo :<<Che bella moto che hai? Ti manca un casco per essere un vero motociclista. Guarda caso ho proprio io quello che fa per te: un cascooo..>>

Se tu ci farai entrare nella città te lo regalerò. Il guardiano alla vista di quel casco rosso fiammante che si intonava bene con la sua giacca di pelle borchiata non ci pensò due volte e lasciò loro libero il passaggio. Pocahontas e Calimero aprirono con tutte le loro forze la robusta porta d'oro.

Entrarono nella città perduta dove rimasero incantati e meravigliati.Tutto era d'oro:ville,palazzi,fontane e statue.

Calimero entrò nel palazzo reale e in una delle enormi stanze trovò un grande forziere,lo aprì e vi trovò un immenso tesoro: anelli,pietre preziose,collane, bracciali, corone,orecchini,anfore, monete d'oro e d'argento.

I due escogitarono il modo per trasportare il tesoro sulla canoa. Cercarono qua e là nelle cucine del palazzo trovarono dei grandi sacchi di iuta dove mettere le immense ricchezze.

Trasportarono i sacchi sulla canoa e ripartirono verso la rotta di casa.

Giunti a destinazione Calimero decise di dividere il tesoro con Pocahontas.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: