ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 7 gennaio 2009
ultima lettura giovedì 14 febbraio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

La promessa mantenuta

di Riccardonio. Letto 1044 volte. Dallo scaffale Pulp

Ricordo che ti stavo conducendo, la mia mano destra chiusa sulla tua sinistra. Non sempre era stato così: l’avevo già lasciata quella mano, sentivo il bisogno di un cambiamento , ma poi l’avevo stretta ancora più forte ...

Ricordo che ti stavo conducendo, la mia mano destra chiusa sulla tua sinistra. Non sempre era stato così: l’avevo già lasciata quella mano, sentivo il bisogno di un cambiamento , ma poi l’avevo stretta ancora più forte e le nostre vite erano scivolate insieme ancora più veloci . Mentre procedevamo non ti guardavo fissa negli occhi, troppo intento sui nostri orizzonti , perchè sapevo che altre insidie si sarebbero presentate.
Ricordo che di tanto in tanto avvertivo il tuo sguardo posato sul mio profilo, ed una volta non seppi resistere: mi voltai di scatto ed incontrai i tuoi occhi grigio-blu. Avrei voluto contemplarti solo per un secondo, ma non ne fui capace: sentii il bisogno di avvicinarmi e prometterti con un sussurro: “Voglio restare sempre con te”.
Nel pronunciare queste parole provai una sconosciuta sensazione di liberazione e leggerezza, nella quale mi sarei lasciato cullare per un tempo indefinito, sospeso nel tempo e nello spazio. Ma l’espressione di orrore che si propagò sul tuo volto mi riportò alla gravità della realtà, e capii che tutto era finito.

L’ultima cosa che ricordo è il rumore delle lamiere della nostra macchina che si piegano prima su se stesse e poi su di noi, ed ebbi il tempo di realizzare che quella promessa eterna l’avevo mantenuta in un istante.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: