ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 22 dicembre 2008
ultima lettura sabato 16 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Vampire heart: Prologo

di fiordiloto. Letto 1042 volte. Dallo scaffale Fantasia

Rieccomi! Scusate se interrompo Cuore di MasKa, ma i miei amici mi hanno chiesto di continuare la mia saga sui vampiri. Così non ho resistito. Questa è solo una prova, ma vorrei tanto sapere cosa ne pensate, per vedere se è il caso di continuare. :-)......

Prologo:

La storia continua...

Il vento ululava quella notte, portando con sé un odore di morte. Una donna, avvolta in un mantello nero, alzò la testa per annusare l'aria. Aveva sembianze umane, ma i suoi occhi erano cremisi e due zanne luccicanti spuntavano dalle labbra. Battè due volte le palpebre, perplessa. Quell'odore portato dal vento era inequivocabile: stavano arrivando.

Con aria preoccupata sollevò il mantello e contemplò il fagottino piangente che portava con sé. "Iku", mormorò. "Cerca di resistere ancora un po'. Fra poco saremo in città, e tutto questo sarà finito"

Dagli alberi della foresta circostante emersero silenziosi dodici demoni. Si muovevano senza toccare terra, e i loro volto erano coperti da pesanti cappucci color delle tenebre. I loro ghigni sardonici rilucevano alla luce della Luna, rendendoli ancora più inquietanti.

La donna snudò le zanne, emettendo un ringhio sordo. La calma che li circondava aveva un che di innaturale.

"Arrenditi a noi, Kya-sama", sibilò il più alto di loro. "Tu e tuo marito avete sfidato il nostro signore, uccidendo la donna a lui preziosa. Il tuo compagno è morto, ma sua Maestà ha deciso che se ti arrendi tu e la tua discendenza potrete vivere come vassalli al suo servizio"

"Non diverremo schiavi della sua volontà!", replicò lei, risoluta. "Avete ucciso Andrew, ma non lascerò che mettiate le mani su sua figlia. Voi...cani di Lucifero!"

Il suo potere tagliò l'aria, affilato come una lama. In un istante, i dodici corpi furono tagliati in mille pezzi, che ricaddero sul terreno innevato.

Ossa, carne, brandelli di pelle....Kya restò a contemplare in silenzio quel macabro spettacolo, ben consapevole che per uccidere un demone non era sufficiente ridurre il suo corpo a pezzettini. Rotolando giù da una cunetta, una testa si fermò contro il suo piede. La bocca spalancata e lo sguardo all'insù. Gli occhi abbacinati ma ancora pieni di vita.

"Non puoi sfuggire tanto facilmente alle grinfie del nostro signore", sibilò. "Anche se uccidi noi, lui ci farà rinascere con i corpi di altri demoni. Tu e i tuoi figli non avrete mai pace"

La donna gli posò un piede sulla guancia. "Prima che tu possa rinascere, avrò già messo i miei figli al sicuro. E in ogni caso, fino ad allora te ne starai in silenzio"

Una leggera pressione del piede e la testa del demone si spiaccicò sul terreno con un sonoro plop!

Poco più a valle, la città dormiva. Solo i lavoratori notturni si affaccendavano per le strade silenziose. Ren, un distinto quarantenne con i capelli lunghi e gli occhi da elfo, se ne stava seduto alla scrivania con una tazza di tè in mano e un foglio di carta ancora vuoto davanti agli occhi. La scadenza era fissata per il giorno dopo. Se non avesse tirato fuori un'idea per il nuovo romanzo, sicuramente il suo editore capo si sarebbe fatto venire una crisi isterica. Sospirò e si grattò il pizzetto, quando uno strano presentimento lo fece sussultare. Si voltò a scrutare il resto della stanza. A parte le mensole piene di libri e i soliti quadri alle pareti non c'era nulla di strano. Eppure...Riconosceva quella sensazione. Gli vibrava nelle ossa come un avvertimento familiare. Si alzò e andò in salotto. Anchè lì nulla d'insolito. Si avviò verso la parete di fondo per ravvivare il fuoco del camino. Gettò un ciocco di legno e il fuoco lo inghiottì, scoppiettando. Le fiamme più alte illuminarono un angolo in ombra.

Dove prima era il buio, ora c'era qualcuno.

Sobbalzando, Ren afferrò un piede di porco e si fece indietro. Ma la figura avanzò senza alcun timore, fermandosi solo quando i loro volti quasi si sfioravano.

"Vuoi davvero colpirmi con quell'arma, amico mio?"

Ren sgranò gli occhi. Quella voce era inconfondibile.

"Kya..."
La vampira si tolse il cappuccio, rivelando un volto d'alabastro avvolto in una cascata color del grano. Il suo sguardo, solitamente brillante e magnetico, era provato da una sofferenza recente.

"Mi dispiace essere piombata a casa tua così all'improvviso", disse. "Ma non sapevo dove altro andare"

"No, hai fatto bene. Che è successo?"

"Andrew è morto"

L'ultima parola rimbombò nell'aria, prosciugando per un attimo tutto il calore della stanza.

"Come? Non vorrai dirmi che...?"

"Sì. I demoni di Lu ci hanno trovati. Io sono riuscita a fuggire. Kain non era in casa, per fortuna, invece Andrew...Ha tentato di proteggerci tutti, ma poi..." La frase le morì in gola.

Ren spostò lo sguardo dal suo volto al piccolo fagotto che teneva fra le braccia.

"Lei è...vostra?"

"Sì", rispose la donna, con dolcezza. "E' la nostra Iku"

"Puoi stare tranquilla. Starai qui finchè sarà necessario. Penserò io a nascondervi e tu non dovrai preoccuparti di nulla. Qui sarete al sicuro"

"No purtroppo", fu la risposta amara. "Finchè quei demoni ci daranno la caccia, Iku non sarà mai salva. Ren, se sono corsa qui è solo per chiederti un favore. Vorrei che mantenessi la promessa che mi hai fatto qualche tempo fa"

Il volto di Ren impallidì. "Non mi dirai che vuoi davvero...?"

"E' l'unico modo. Andrew si è sacrificato per darmi la possibilità di portare Iku qui da te"

"Ma lui non era d'accordo. E tu lo sai!"

"Alla fine ha ceduto. Kain l'ha convinto a darmi il suo consenso"

Il volto di Ren era una maschera di tensione. Sapeva cosa avrebbe comportato tutto ciò, anche se non poteva convincere la sua amica a rinunciare.

"Benissimo, allora. Non sono mai riuscito a farti cambiare idea su niente da quando ti conosco. Se hai deciso, ti aiuterò. Manterrò la mia promessa fino in fondo. Mi prenderò cura della piccola Iku"

"Grazie...amico mio"

Ciò detto, Ren offrì a Kya la possibilità di cambiarsi e provvedere alla bambina. Seduta su un letto con sua figlia in grembo, la vampira lasciò che le si attaccasse al seno. Il piccolo volto pallido riprese immediatamente colore. Le guanciotte nivee divennero rosa. Succhiava con una voracità tipica da vampiro, mentre lei si godeva quegli ultimi istanti come se fossero i più preziosi del mondo.

"Piccola Iku", mormorò. "Fra poco assopirò il tuo lato vampiresco. Vivrai, ma come una semplice umana. So che adesso non puoi capire, ma spero che tu e tuo fratello possiate perdonarmi per aver preso questa decisione. E' l'unico modo che ho per salvarti la vita. Se sarai un'umana, nessun demone vorrà darti la caccia. Tuttavia...una volta compiuto il rituale non potrò più restare accanto a te"

Nel silenzio, cominciò a recitare mentalmente una preghiera oscura. La notte e le ombre le fecero da testimoni, mentre il rituale aveva inizio. Kya si distese sul letto, posandosi la bambina sul torace. Il suo cuore cominciava già a rallentare, mentre poco a poco le sue forze svanivano.

"Non temere....Hai reso la mamma molto felice...Anche se il rituale esigerà la mia vita...sono contenta di poter fare questo per te..."

le ultime parole di Andrew erano state queste:

"Anche se sei nata come vampiro solo pochi anni fa, abbiamo saputo essere felici insieme. Dopo qualche tempo di riflessione, abbiamo anche avuto due figli straordinari. I frutti del nostro amore. Va' ora. Corri da Ren. Quello che intendevi fare per la nostra Iku...ti darò l'occasione di realizzarlo. Usa il tuo potere per dare a quella bambina un futuro diverso"

Il frutto dell'amore era in salvo. Suo fratello Kain e Ren avrebbero badato a lei, da allora in avanti. Non c'era motivo di preoccuparsi. Né di avere rimpianti. Il ricordo di Andrew le riempiva la mente, mentre la vita che stava salvando prosciugava lentamente la sua.



Commenti

pubblicato il 22/12/2008 14.20.33
Muse90, ha scritto: Questo prologo è molto avvincente, quindi, a mio modestissimo parere dovresti assolutamente proseguire la storia. Il tema dei vampiri forse apparirà un po'inflazionato in tempi di Twilight, ma se lo si sa trattare in modo innovativo è sempre fonte di ottime storie.
pubblicato il 25/12/2008 11.44.42
Muse90, ha scritto: Grazie mille per la tua valutazione...Uno "scrittore" alle primissime armi come me ha davvero bisogno di ricevere giudizi come i tuoi. Grazie davvero :-) :-) :-)
pubblicato il 25/12/2008 18.37.57
Muse90, ha scritto: Comunque spero che il seguito di questa saga arrivi presto...Sei un'ottima narratrice e i tuoi lavori si leggono con molto piacere. Ps: Ho cancellato il tuo ultimo commento per sbaglio :-( sigh...
pubblicato il 15/03/2009 19.19.49
Raveny93, ha scritto: Mi sono da poco registrata su questo sito, ma il tuo lavoro mi ha subito incuriosita...è affascinante, intrigante. Molto teatrale, cattura. Per quel che vale, complimenti. Per ora io non ho fatto molto, ma quando ci sarà qualche mio scritto sarei onorata se tu volessi leggerlo e darmi qualche consiglio. Ancora complimenti.
pubblicato il 03/10/2011 4.52.35
Tatylop, ha scritto: Ho capito che ti piace Vampire Knight ma dovevi proprio uccidere kya e andrèw...? Cmq bello anche questo!
pubblicato il 03/10/2011 4.52.36
Tatylop, ha scritto: Ho capito che ti piace Vampire Knight ma dovevi proprio uccidere kya e andrèw...? Cmq bello anche questo!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: