ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 11 dicembre 2008
ultima lettura sabato 23 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Lorantichor: capitolo 6

di joeyetinny. Letto 660 volte. Dallo scaffale Fantasia

DIARIO DI ANNABEL KILLIAN Uno strano sogno Ciao...ieri sera non ho fatto altro che pensare a Lex...Mi sono presa una cotta pazzesca per un ragazzo ...

DIARIO DI ANNABEL KILLIAN

Uno strano sogno

Ciao...ieri sera non ho fatto altro che pensare a Lex...

Mi sono presa una cotta pazzesca per un ragazzo che ho visto solo una volta...ma che spero di rivedere mooolto presto!

L'ho pensato così tanto da far preoccupare mia madre.

Mi ha chiesto se mi sentissi bene perché avevo l'espressione di una che ha visto Dio. Un bel modo di descrivere la "faccia da ebete".

Certo che quel ragazzo mi fa uno strano effetto...

Ieri sono anche arrivata a litigare con Andy...per gelosia!

Lei è andata a casa dei nuovi vicini e Lex, alla fine della serata, le ha detto che dovevano parlare in privato!!!

Di che diavolo dovrebbero mai parlare? Accidenti, è tutta colpa di Asya e dei suoi maledetti vestiti scollati...che Andy indossa di nascosto...e che usa per sedurre i nuovi vicini!

Lei dice di non aver detto nulla al mio Lex...ma non si parla solo con le parole, ah noooooo, io lo so bene!

Quella smorfiosetta (oddio, sto davvero insultando Andy???) deve aver usato il linguaggio del corpo!

Ma lasciamo stare questo discorso, ne va della mia salute mentale!

Torniamo al bellissimo Lex...

Ora che ci penso, stanotte l'ho perfino sognato!

Sono in un bellissimo giardino, molto grande e ben tenuto, e siedo su una sedia di plastica bianca; attorno a me è pieno di cespugli di fiori colorati, di tutti i generi; il mio sguardo si è sofferma su un bellissimo cespuglio di rose rosse... ad un tratto spunta Lex: mi guarda, strappa una rosa e me la porge.

Io (ovviamente) la prendo ma una spina mi punge il dito; lascio cadere il fiore a terra.

Delle piccole gocce di sangue escono dalla ferita e iniziano a bagnare il terreno.

Lex si inginocchia davanti a me, prende il mio dito ferito e lo bacia; un guizzo rosso nei suoi occhi.

Un particolare che mi ha spaventata parecchio; sobbalzo e cerco di ritrarre la mano, terrorizzata, ma lui non mi lascia. Mi fa alzare e avvicina il suo bellissimo viso al mio; sorride e sussurra:

"Anny...non essere spaventata...in fondo lo sai che sono..."

A questo punto il rumore dell'aspirapolvere mi ha svegliato.

Possibile che mia madre debba iniziare a pulire la casa alle otto del mattino? Mi ha detto che mi lamentavo nel sonno e che non sono stata zitta per un attimo, tutta la notte.

Ok, parlo nel sonno...e allora? Non sapevo che fosse un reato!

Se quella maledetta aspirapolvere non avesse funzionato avrei potuto continuare a dormire e lamentarmi in santa pace!!!

Avrei continuato il mio sogno...Chissà cosa sarebbe successo dopo...cosa mi avrebbe detto quell'angelo? Che sia stato un sogno premonitore?

Forse lo vedrò presto...abbastanza probabile, abita nel mio quartiere!

Il problema è solo...Andy!!! Accidenti, deve proprio piacere a entrambi i ragazzi? Non le bastava quello sdolcinato di Jul? No, lei deve averli entrambi!

Accidenti al linguaggio el corpo!!! Lo brucio quel vestitino sexy!

Vestitini sexy che vanno a fuoco a parte, spero di vedere lex e che questa storia venga chiarita!

Certo, era strano quel sogno! Quel guizzo rosso negli occhi del mio dolce Lex... nota personale: diminuire la dose di film di vampiri!

Beh, non mi resta che sperare di rivederlo presto!

E quando accadrà non starò zitta e non lascerò ad Andy la possibilità di soffiarmelo!

Forse è un po' fuori dalla mia portata...è così bello e ha qualche anno in più di me...basta pensieri negativi, Lex a noi due... ti conquisterò, costi quel che costi!

Quelli come te capitano una volta nella vita!

Carpe diem Anny!



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: