ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 25 novembre 2008
ultima lettura martedì 2 aprile 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Discriminata

di darkett1. Letto 1238 volte. Dallo scaffale Pulp

Mi era venuto a trovare quello con l' handycap, sorseggiavo coca blu elettrica. Entrava dalla porta biascicando il male dentro. L' appartamento in dis...

Mi era venuto a trovare quello con l' handycap, sorseggiavo coca blu elettrica. Entrava dalla porta biascicando il male dentro. L' appartamento in disordine lo eccitava, lo bagnava. Indossavo un bikini verde lucertola, inverno fuori . Si era seduto sul divano fallico di pelle nera stronzeggiando. Squillava il suo cellulare, prendendolo tremando rispondeva con voce aspro- torbida incensando un cazzo da succhiare al macho lampadato che stava per arrivare a casa mia. Il verde lucertola distoglie l' handycappato, il cuore gli batteva come calci in culo. La merda l' avrebbe bevuta, la piscia rubata, l' erba fumata. Fantastico. In modo imbeccile guardavo fuori alla finestra. Handycappato col cellulare che parlava accarezzandosi i pantaloni a pois rossi e gialli. Coca blu elettrica e macho ma davvero molto che entrava nel mio monolocale esibendo camminata disinvolta con savoir faire da macelleria pluriscaduta. Didietro sodo che appoggiava veramente sensuale sul suo ginocchio e chicazzosenefrega le premure mosce non mi esaltavano più di tanto. Le ventitre e venti con machismo ancora nell' aria e handycap opalescente sul davanti davvero tutto molto anoressico io e l' handycappato con gli occhiali doppi, cazzo tra le labbra e che poteva accarezzare a intermittenza e vestirsi di viola per eccitare di nuovo il macho con l' abbronzatura artificiale e poteva gettarsi insieme a lui in performance sessuale davvero vietata ai minori e con macho che avrebbe potuto dire " brutta troia offrimi coca verde smeraldo" e cazzo era tutto sudato come un giardiniere sotto il sole di luglio voglioso di profumo austriaco e non sapeva l' handicappato con i pantaloni a pois rossi e gialli che il suo palmare squillava per un' ora di seguito con tanto di insulti alla mia figura magrissima riflessa nello specchio sinuosamente incazzata, qualcuno pervadeva il vuoto e forse era il macho gallo incurante degli sbattimenti pelvici handycappati. Prendevo la telecamera annaspando da idiota. Moment 200 ed ero riuscita a farmelo ficcare dentro dal macho lampadato giusto per godere quel poco che bastava. Bottone rosso della telecamera che spegnevo alla fine. Parlavo col virile che non sapeva parlare per niente. Mi persi virilmente in coca grigia per intiuire bevendo, handycappato in posizione verticale sul tavolo vicino al frigorifero voglioso ancora di cazzo del macho lampadato, avrei potuto assaporare minuti gialli da scoppio iperbolico e non sapeva l' handycappato se il macho sarebbe venuto dopo la pompa ben fatta da lui. L' idiota dai muscoli abbronzati mi prendeva in giro e gomitate lui le dava all' handicappato che si toglieva gli occhiali spessi per non vedere più e giocare a mosca cieca col virile lampadato e machamente lo respingeva. Mettevo gli occhiali dell' handycappato e vedevo le immagini doppie, il mio monolocale doppio, vedevo un doppio cazzo non sapevo se era dell' handycappato o del macho. Toglievo gli occhiali e vedevo l' handycappato senza più pantaloni a pois rossi e gialli che teneva in mano il macho lampadato e l' handycappato voleva farsi sbattere violentemente ma il macho lampadato se ne strafregava prendeva una soluzione la più flaccida diceva all' handycappato "guardami e leccami questo muscolo come non mai


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: