ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 24 settembre 2008
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Forza Rinascimento!

di gregnapola. Letto 1011 volte. Dallo scaffale Attualita

  Già nell'aria si avverte un fermento un anelito di primavera: la ripresa non è una chimera! Forza Italia, ch'è il Rinascimento!   Non c'è campo, non c'è disciplina dove il genio non torni a brillare: le fa...

Già nell'aria si avverte un fermento

un anelito di primavera:

la ripresa non è una chimera!

Forza Italia, ch'è il Rinascimento!

Non c'è campo, non c'è disciplina

dove il genio non torni a brillare:

le fanciulle aman solo studiare

e non puntano a far la velina.

Arti, Scienza e Cultura la fanno

da padrone, di fondi dotate:

ogni ricco vuol far Mecenate,

esser colti ora è l'unico affanno.

La tivù di cultura trasuda,

i programmi son pozzi di scienza;

tette e culi non fan più tendenza:

casomai c'è la Maya Desnuda.

Per le strade la gente è felice,

si sorride, non è diffidente:

più nessuno fa ormai il delinquente,

né tu vedi girar meretrice.

I negretti son sotto controllo:

vengon qui solo i laureati,

forti, belli e di già vaccinati.

Ben pasciuti, col ventre satollo.

Il lavoro è più industre che mai,

c'è nell'aria quel nuovo fervore,

nuovo slancio per ogni settore;

solidali padroni e operai.

La camorra coltiva gerani,

i mafiosi dipingono tele.

Non Caino si tocca né Abele.

Sono amati anche i napoletani!

Più nessuno molesta i bambini,

i pedofili non fanno i preti.

In famiglia, anche senza divieti,

non si ammazzan fra loro gli affini.

C'è ricchezza per tutti e abbondanza

ma nessuno ricorre più a frodi.

Dei balocchi è il paese -un Bengodi:

quando studi sei pure in vacanza.

Non esistono tasse e gabelle,

cosicché non ci son più evasori;

i servizi però son migliori

anche senza pagare parcelle.

La morale civile e privata

è a livelli che neanche in Birmania:

di onorare la Legge si smania,

la coscienza è dovunque osannata.

La Giustizia è per tutti la stessa,

imparziale, severa e ... applicata;

non c'è inchiesta che vanga insabbiata,

non c'è norma passata per fessa.

La Ricerca e con lei l'Accademia

lustro e vanto ora son del Paese:

i Nobel ce li danno ogni mese,

fanno a gara per chi più ci premia.

Anche i cessi ribollon fermenti:

non più schiavi di putride feci

vi si parla la lingua dei greci,

non si cagan se non escrementi.

E chi c'è alla radice di tutto,

chi è la mente, chi l'anima e il pene?

Chi ha sfondato le porte e l'imene

che l'Italia han redento dal lutto?

Ma c'è Silvio, che l'unse il Signore,

de' Dottori Lorenzo novello,

sempre pronto ad aprire il borsello

per un povero artista evasore.

Sia del Ver che del Bello e del Giusto

Lui amante, Lui sponsor, Lui vate:

se credete agli gnomi e alle fate

state certi ch'è Lui l'uomo giusto.

Sarà Lui a guidarci il Paese

nuovamente sul tetto del mondo;

sarà Lui, che a nessuno secondo,

vincerà sull'impero cinese.

Sarà Lui, ma col tacito apporto

di chi al placido suo "Mi consenta"

porge il culo e poi non si lamenta

perché in fondo non sa d'esser morto.

Quel che insieme a Baffetto e Cicogna

stanno lì sugli spalti a guardare

Miconsenta che tutto può fare,

non più rossi nemmen di vergogna.

Ninna nanna, ninna ò

questo culo a chi lo dò?

Se lo dò a Berlusconi

mi s'infiammano i coglioni

Se invece lo dò al PD

le emorroidi brucian lì.

Se lo dò al sor Di Pietro

poi mi vien l'umore tetro.

Se lo dò al Grillo Sbraitante

mi mortifico all'istante.

Sai che fò? ‘sto bel culetto

me lo tengo stretto stretto

in attesa di un Messia

che i ladroni cacci via

sia dal tempio che dal Foro,

tutti ormai Signori Loro,

quei che un tempo senza impaccio

fustigava Fortebraccio. *

* Nota per i più giovani: Mario Melloni, mitico corsivista de L'Unità (http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Melloni)



Commenti

pubblicato il 24/09/2008 15.16.29
samuraijack, ha scritto: Per me sei sempre divertentissimo, ma doveva finire a "vergogna", perchè dopo non funziona più il ritmo.
pubblicato il 25/09/2008 23.26.45
gregnapola, ha scritto: un po' hai ragione, ma volendo inserire la ninnananna, non potevo usare gli endecasillabi. le ninnenanna sono sempre in ottonari. Comunque, grazie dell'apprezzamento e dell'attenzione

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: