ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 14 settembre 2008
ultima lettura giovedì 21 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Henri Cartier-Bresson

di novalis. Letto 871 volte. Dallo scaffale Viaggi

Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. E’ porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore.

Henri Cartier-Bresson racconta: La macchina fotografica è per me un blocco di schizzi, lo strumento dell'intuito e della spontaneità, il detentore dell'attimo che, in termini visivi, interroga e decide nello stesso tempo. Per "significare" il mondo, bisogna sentirsi coinvolto in ciò che si inquadra nel mirino. Questo atteggiamento esige concentrazione, sensibilità, senso geometrico.
E' attraverso un'economia di mezzi e soprattutto l'abnegazione di sé che si raggiunge la semplicità espressiva.
Fotografare è trattenere il respiro quando tutte le nostre facoltà convengono per captare la realtà fugace; a questo punti l'immagine catturata diviene una grande gioia fisica e intellettuale.
Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. E' porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore.
E' un modo di vivere.
La mia grande passione è il tiro fotografico, che è poi un disegno accelerato, fatto di intuizione e di riconoscimento di un ordine plastico, frutto della mia frequentazione dei musei e delle gallerie di pittura, della lettura e della curiosità per il mondo.
La "tecnica" è importante solo se riesci a controllarla al fine di comunicare quello che vedi.
La tua personale "tecnica" devi creartela e addatarla all'unico fine di rendere la tua visione evidente sulla pellicola. Ma solo il risultato conta, e la prova conclusiva è data dalla stampa fotografica; altrimenti non ci può essere un limite agli scatti che, secondo i fotografi, si avvicinerebbero a ciò che stavano per afferrare - e che non è altro che la memoria nell'occhio della nostalgia.
Il tempo corre e fluisce e solo la nostra morte riesce ad afferrarlo. La fotografia è una mannaia che coglie nell'eternità l'istante che l'ha abbagliata.

continua >> http://appuntinovalis.blogspot.com/2008/09/henri-cartier-bresson_5205.html per leggere e vedere foto



Commenti

pubblicato il 15/09/2008 9.59.00
cinzia, ha scritto: Che meraviglia!! come mi piacerebbe colmare la mia ignoranza in materia! Mi sarebbe di grandissimo aiuto! Io che amo " il mondo " e che mi porto tutto dentro...
pubblicato il 15/09/2008 13.40.32
novalis, ha scritto: Cara Cinzia, volere è potere, così si dice ... :-)
pubblicato il 26/11/2010 22.12.44
Ros, ha scritto: Bellissimo blog.Lo aggiungo ai preferiti. Ciao Novalis.:)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: