ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 22 luglio 2008
ultima lettura domenica 10 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Fried Potato's Suicide- Capitolo 1

di Ciaby92. Letto 812 volte. Dallo scaffale Horror

Due donne che si odiano si reincontrano dopo tanto tempo. La loro snervante ricongiunzione darà inizio ad una sanguinosa battaglia mortale.

1

Detersivo per il water

Pacchetto da 6 uova

4 bottiglie di coca cola

6 panini

Sushi

Pacco famiglia di patatine

Schiuma da barba

Mitsuko diede un ultimo controllo alla lista della spesa che suo marito le aveva preparato su un foglietto di carta sporco di caffè. I tratti della penna tracciati sulla carta erano riconoscibili da un miglio di distanza. "O" larghe, "A" strette e "I" spesse che segnavano lo stile inconfondibile di quell'uomo, con cui Mitsuko condivideva il letto ormai da anni.

Le porte scorrevoli si aprirono davanti a lei, dopo che aveva preso un carrello e ci era passata davanti. Il sole brillava alto nel cielo e già si riusciva a percepire un certo clima estivo, leggiadro e allegro. La sua ombra si allungava come una danzatrice sull'asfalto.

Entrò in quel posto angusto, chiamato supermercato.

L'aria condizionata era così potente da dannarsi per aver messo un abito con le spalline sottili. Sotto i suoi passi l'eco del ticchettio provocato dai medesimi era forte, nonostante si amalgamasse con le parole della gente e degli autoparlanti che bombardano canzoncine frivole, distrutte da improvvisi annunci riguardo alle casse.

Mitsuko avanzò lenta alla ricerca di un detersivo per il water. I suoi occhi erano catturati ingenuamente dalla vasta scelta di detersivi di vario colore e genere. Gli ideogrammi sfavillanti spiccavano dalle etichette.

Mitsuko era molto incerta, davvero tanto, quindi decise di iniziare dalle uova. Non avrebbe sbagliato di sicuro. I corridoi erano stretti, imprigionati dagli alti ed immensi scaffali strapieni di oggetti. Mitsuko si sentì una bimba che aveva perso la mamma.

Crack. Crack. Fsssh...

Qualcosa le venne spruzzato sul collo. Non capiva cosa fosse, ma non fece in tempo a girarsi che il terrore si impossessò di lei. Non ebbe il coraggio di voltarsi perchè la sua pelle comincio ad irritarsi. Allungò il passo, poi abbandonò il carrello e si rifugiò nel reparto bevande.

Si toccò il collo e lo sentì irritato, stanco, affaticato. Qualcuno le ha spruzzato qualcosa di strano, forse spray al peperoncino. Ma chi?

Mentre cercava di idealizzare ipotetiche spiegazioni, Mitsuko provò una strana sensazione e sentì chiaramente che tra le bottiglie di coca cola e gazzosa si nascondevano gli occhi di qualcuno che la stavano spiando e aspettavano il momento di possederla. Mitsuko sentì un fastidio in testa e si lasciò cadere per terra, finchè una voce al contempo famigliare e sconosciuta le chiese "Tutto bene?"



Commenti

pubblicato il 22/07/2008 17.57.29
Reinerart, ha scritto: Ciao Ciaby...ormai spazi in tutti i generi di racconti...riuscendo sempre ad esprimere sentimenti e personaggi...intensi e veri...un abbracio rein
pubblicato il 23/07/2008 20.11.10
Oribaby95, ha scritto: Devo leggere questa storia, appena posso me la leggo tutta d'un fiato. Spero che continuerai a leggere la mia storia, e grazie dei complimenti! Comunque è grazie a te se scrivo su
pubblicato il 23/07/2008 20.49.52
Ciaby92, ha scritto: grazie Reineart... fan n.1

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: