ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 13 luglio 2008
ultima lettura mercoledì 30 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

cerchi concentrici

di silvialoiacono. Letto 1054 volte. Dallo scaffale Viaggi

"la cintura, per favore""Si. Mi scusi. Ero distratto" . Ora il metal detector tace restituendo a Davide la possibilità di riprendere cintura, scarpe e dignità. Nonostante accada migliaia di volte nella sua vita, quel r.......

"la cintura, per favore"
"Si. Mi scusi. Ero distratto" . Ora il metal detector tace restituendo a Davide la possibilità di riprendere cintura, scarpe e dignità.
Nonostante accada migliaia di volte nella sua vita, quel rituale del check in rimane ancora fonte di un ansia immotivata. Gli ricorda quando si preparava per il pranzo dalla nonna paterna la domenica; la meticolosità nello scegliere i vestiti, nel lavarsi per bene e nell'aspettare sulla porta appena entrato il giudizio della nonna. Una rapida ma categorica occhiata sommaria. Solitamente la capigliatura indomabile di Davide bambino era la causa maggiore di disapprovazione della nonna, di qui la decisione (imposta) di portare un pettinino d'osso sempre in tasca. Sono passati più di trent'anni ma ancora stipata nella pancia dell'aereo c'è la valigia di Davide e in un taschino un pettine d'osso. Incredibile come si rimanga affezionati alle nostre piccole nevrosi, specie se di antica memoria.
Da Boston lo aspettano ancora 3 aerei e altrettanti metal detector prima di raggiungere finalmente Talamanca , dove incontrerà speleologi lì già da un mese. Pare abbiano scoperte sensazionali sulle abitudine di vita delle antiche popolazioni indigene e per questo è richiesto un ottimo fotografo per documentare tutto. Hanno pensato a lui, già reporter in Bosnia nel 1989 e collaboratore di Folco Quilici in Polinesia , dopo l'eruzione vulcanica :potenza indomabile della Natura resa innocua dall'estetica tranquillizzante di una bella fotografia.
Avanza tra le teste fluttuanti davanti al tabellone degli orari , attirato dal vocio incalzante: l'aereo subirà un ritardo di due ore. La logica dell'incastro perfetto delle coincidenze fino a Talamanca salta d' un colpo, non riuscirà ad arrivare per domani. Telefonate alla redazione che chiama Talamanca che chiama la redazione che richiama Davide in un tam tam tribale simile a quello degli indigeni che deve documentare. Si guarda intorno Davide, monili al collo delle donne del gruppo, gli uomini che imbracciano black berry e ventiquatt'ore per procacciare cibo , danze cosmiche nelle cuffie dell'ipod. Le nuove fiere sono shitzue toy , feroci nella loro leziosità. Farmacisti sciamani dispensano viadici dell'industria farmaceutica, qualcuno sorseggia "matè" espresso. Il safari è lì . Sotto i suoi occhi. Davide scolpisce con una Pentax graffiti su pellicola.

Silvia Lo Iacono



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: