ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 1 luglio 2008
ultima lettura mercoledì 13 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Melograno

di Manfred. Letto 624 volte. Dallo scaffale Poesia

Scende la scala a chiocciolala candela tremuladei miei pensieri,a sbalzi di fiumepassi di destino scivolanosussurrandopasti di seta neranel pozzo stel...

Scende la scala a chiocciola

la candela tremula

dei miei pensieri,

a sbalzi di fiume

passi di destino scivolano

sussurrando

pasti di seta nera

nel pozzo stellato

della tua gemmata attesa..

ombra di cigno si allunga

a vibrare

immobile

sulle pareti lucenti

di respiri appesi

ad angoli di ignoto,

e il primo brillar di anello

è sorgere di Luna

che spalanca il tuo volo

di esasperato arco

nel cielo del mantello

che ti avvolge..

il futuro ha già i suoi fiori

ambrati

dentro il tuo Sentire

e il cuor di Melograno

annusa,

bruciando l'aria e

il proprio battito,

il gesto

cui donar di fede

il succoso e rosso seme.



Commenti

pubblicato il 01/07/2008 20.58.13
Mario Vecchione , ha scritto: grazie dei commenti...il melograno ha sempre ispirato i poeti, frutto magico, di vivida e solare vita che si espande...scende la scala a chiocciola la candela tremula dei miei pensieri...mi ha molto colpito quest'immagine che ha un po' di sapore gotico...che dire Manfred, ma tu lo sai, non voglio annegarti in lodi sperticate, meritatissime, ma tu sei qui una voce nuova, di quelle che io cerco sempre per respirare un po' di ossigeno nel marasma, a volte, d banalità da brivido, senza nessun riferimento a nessuno, tanto certi scritti parlano da se....
pubblicato il 01/07/2008 21.15.53
Manfred, ha scritto: beh è gotica sì la poesia e queste atmosfere sono la continuazione e il complemento di quelle solari; una nutre l'altra, di rimbalzo.Grazie Mario. spero di aver sempre cose da dire e di esprimerle con l'originalità che tu così scorgi.
pubblicato il 01/07/2008 21.39.00
MichaelJ, ha scritto: un canto del cigno..un cielo paistrello di fuoco...un fano dimenticato tra la vegetazione sporta su un fiumiciattolo...putti barocchi la cui doratura è ormai perduta e i fumi di un incendio li hanno tramutati in neri demoni di iconografia ortodossa...una dama bianca con ampie maniche e un velo per celare il suo orrifico cranio nudo. Tutto si può immaginare nel gotico, forse anche banalmente, ma quel che scrivi tu, supera..supera di gran lunga la mia aspettativa. Bravo!
pubblicato il 01/07/2008 21.49.56
Jun72, ha scritto: Questo Poeta raccontato al tempo..che narra la sua Musa di dipinto..e'musica,e'un coro di emozioni. Che vivi,che incanti,che offri...
pubblicato il 02/07/2008 8.48.17
unaluna, ha scritto: si, pura suggestione di incanti. sensazioni, immagini fantastiche del poeta che sa raccontare emozioni.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: