ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 20 giugno 2008
ultima lettura mercoledì 11 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

un giorno per caso

di white. Letto 839 volte. Dallo scaffale Viaggi

  Lo incontrai un giorno...per caso. Per me era un periodo di grandi cambiamenti, lo sentivo, lo percepivo, mi attraversava da giorni la sensazione che sarebbe accaduto qualcosa di bello ed importante. Vivevo fuori casa. ma in quel periodo (pi&ugr...

Lo incontrai un giorno...per caso. Per me era un periodo di grandi cambiamenti, lo sentivo, lo percepivo, mi attraversava da giorni la sensazione che sarebbe accaduto qualcosa di bello ed importante.

Vivevo fuori casa. ma in quel periodo (più di un anno fa) si susseguirono settimane in cui dovetti tornare e P. un po' più del solito. Mio padre era in ospedale, nulla di grave, ma decisi di prendermi un paio di giorni di ferie.

Sembrava un giorno come tanti altri, e la mia amica B., mi trascinò fuori casa...mi sentivo un po' triste ed un po' melanconica.

Mi feci convincere ed uscì per un aperitivo con lei, in un locale aperto da poco, cafè de paris.

Erano un paio di ore che stavo lì, chiacchieravo con amici, ed ad un certo punto, sento la voce di un ragazzo... aveva in mano due cellulari e con il sorriso sulle labbra gridò: oh ragà stasera ho inviato sms a diverse ragazze, mi avesse risposto qualcuna eppure ..Ho due cellulari!?!

Non resistetti, dopo aver ascoltato quelle parole, e scoppiai a ridere... furono le prime, vere, risate di quel giorno....anzi di quel periodo.

Lui non lo sa, ma mi conquisto in quel momento, con quelle parole.

Era bello, moro, occhi chiari, ed era lì...

Non so come successe, ma ci mettemmo a parlare. Ero affascinata da lui...non mi accadeva da moltissimo tempo... MI SENTIVO BENE!

Lo volevo così: forte, lavoratore, simpatico, cordiale, disponibile, generoso, sensibile, attento alle mie esigenze....finalmente ...UN UOMO!

Amore mio, volevo lasciarti qualcosa di me, qualcosa che ricordi quel periodo e qualcosa che ancora oggi ci faccia ricordare il nostro incontro.

Non sto qui a scrivere le cose che sono successe dopo..sono tante e belle..ma volevo che tu condividessi la mia gioia e tutto l'amore che provo per te.

L'ho scritta di getto, di corsa...

Ti amo!!!!!!!!

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l'eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: