ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 14 giugno 2008
ultima lettura sabato 16 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Quarta notte: Il Barone

di fiordiloto. Letto 971 volte. Dallo scaffale Fantasia

Quarta notteIl Barone Quasi non ci credo. Ho preso una notte di permesso per essere qui, e ora sto per incontrarlo. Il Barone. Il Vampiro fra i vamp...

Quarta notte

Il Barone

Quasi non ci credo. Ho preso una notte di permesso per essere qui, e ora sto per incontrarlo. Il Barone. Il Vampiro fra i vampiri.

Una mano enorme mi si posa sulla spalla. Mi volto, per trovarmi di fronte ad un bestione grosso come un armadio a due ante. Il cranio pelato luccica al riflesso della poca luce, così come la profonda cicatrice che gli deturpa il volto.

E' Wolf. Il braccio destro di Andrew.

"Buona sera, Kya"

"Ciao! Non sapevo che venissi anche tu!"

"Me lo ha chiesto Andrew. E, beh...sai com'è. Si fa di tutto per gli amici! E' tutto a posto?"

"Mi sento tesa come un elastico, ad essere sinceri. E' la prima volta che incontro il Barone"

"Rilassati, cucciolo. Il Barone non è poi così spaventoso"

Eh, ma chi ha parlato?
Dall'oscurità emerge una figura esile e flessuosa. I suoi capelli rosa shocking risaltano immediatamente nella penombra.

"Strawberry! Ci sei anche tu!"

"Wolf mi ha detto che avresti incontrato il capo. Come sua compagna, gli ho chiesto di portarmi con sé. Sembra che ci sarà da divertirsi, stanotte!"

I suoi vivaci occhi viola mi sorridono.

"Andrew aveva parlato di un'incontro privato", dico.

"Non è così, a quanto pare"

"Ho chiesto io loro di venire". La porta si spalanca, ed Andrew scivola nella stanza. "Wolf, Strawberry, grazie di esservi precipitati qui con così poco preavviso".

La vampira lo raggiunge danzando, e gli da un buffetto affettuoso sulla guancia.

"Zucchero, lo sai che puoi sempre contare su noi due"

"Kya...". Andrew sposta il suo sguardo su di me. "Agitata?"

"Parecchio, a dir la verità"

"Anche io lo ero, quando venni convocato dal Barone per la prima volta"

"Quando successe?"

"Oh, mio Dio! Parecchio tempo fa!"

Sorrido. Non riesco ad immaginarlo. Andrew che ha paura di qualcosa.

"Non devi preoccuparti. Noi non seguiamo il Barone perché è il nostro leader. Noi lo seguiamo perché è un capo intransigente, ma giusto, un guerriero valoroso, e soprattutto un buon amico, almeno per quanto mi riguarda"

"Ho capito. Se tu dici che posso star tranquilla, io ti credo"

"Bene, allora. E' il momento di andare"

Mi prende per mano. Poi usciamo tutti e quattro dall'anticamera, per trovarci in una sala dalle pareti rosse, illuminata dal tremulo bagliore di candelabri a muro. Sul fondo, c'è un trono intarsiato, e seduta sopra una figura, che sembra mettere tutto il resto in ombra.

"Benvenuti, figli miei"

Andrew mi fa segno di fermarci, e mi guida in un profondo inchino.

La figura si alza, e poco a poco l'oscurità che la circonda si dirada. E' un uomo alto, dalla pelle scura. Fattezze da indiano pellerossa, e lunghi capelli neri come l'ebano.

"Kya! Sono davvero lieto di poterti finalmente incontrare"

Questa voce! Così profonda, rigida, eppure...in qualche modo tiepida.

"L'onore è mio, Barone"

"Suvvia, non siate tesi. Non c'è bisogno di essere così formali!"

La mano di Andrew si rilassa nella mia. Ci alziamo. E finalmente guardo il vampiro negli occhi.

"Barone. Sono lieto di vedere che stai bene", dice Andrew.

"Anche tu sembri in forma, ragazzo mio! Questa bambina deve aver fatto miracoli. L'ombra che aleggiava sul tuo viso è scomparsa. Kya, avvicinati. Lascia che ti guardi"

Andrew mi fa cenno di andare. Faccio qualche passo e poi mi fermo. Accidenti! Ho il cuore in gola!

"Sì...Minuta, ma determinata. Vedo una gran forza di volontà. Un tumulto di emozioni che imperversa sotto la superficie. Calma apparente. L'acqua è il tuo elemento"

"Non mi piace essere scannerizzata!"

"Kya!"

"Lascia stare, Andrew. Sono io che ho sbagliato. Le mie scuse, Kya. Senza volerlo ho pensato ad alta voce. Non era mio desiderio leggere la tua anima senza permesso. Il fatto è, purtroppo, che mi viene naturale. E' uno dei doni di noi Antichi"

"A...Antichi?"

"Il Barone è uno dei quattro vampiri che esistono fin dalle origini, Kya", interviene Andrew. "Vengono chiamati gli Antichi. Ognuno di loro padroneggia un elemento. Il Barone è il Signore della Terra"

Un vampiro con il potere della Terra...

"Perdonami se ti ho offeso, Barone"

"Nessuna offesa. Segui l'istinto. E' una cosa più che logica, per un Figlio della Notte. Soprattutto per i giovani"

"Andrew...Ben arrivato!"

Ci voltiamo tutti verso la voce. Nella sala, fa il suo ingresso una vampira bionda, avvolta in una veste da Mille e una notte. Occhi di ghiaccio, pelle bianca, lunghi capelli fluenti. Una vera Valchiria del Nord.

"Ice", sussurra Andrew. "E' passato tanto tempo!"

"Da quando il Barone ti aveva promesso a me, e poi tu e lui vi siete rimangiati la parola. E' da allora, che non ci vediamo"

"Ho scelto diversamente. E' forse un problema?"

La valchiria fa spallucce. I suoi occhi taglienti finiscono su di me. "Ma guarda! E' molto graziosa". Una sua mano lunga e affusolata mi abbassa il colletto. "Porta il tuo marchio. Dal lato sinistro, per giunta. Andrew...Non pensavo ti piacessero le bamboline. Sono giocattoli un po' troppo delicati, non credi?".

Con un gesto fulmineo, Andrew le afferra la mano. "Lei è mia, Ice"

"Comportati bene, ice", interviene il Barone. "Andrew ha scelto questa ragazza come sua compagna. Infastidire chi appartiene ad un altro vampiro può essere considerato un gesto di sfida"

"E prendere il suo sangue il più grande tabù", conclude Strawberry, poco dietro a noi. "Quando un vampiro sceglie il lato sinistro per il marchio, significa un legame d'amore. Non mi pare che il Barone abbia concesso a te lo stesso privilegio"

La vampira la fulmina con un'occhiataccia.

"Ice..."

Una sola parola, che però riempie l'aria di echi lontani. La minaccia è evidente persino a me. La vampira si prostra ai piedi del Barone, e gli bacia una mano. "Perdono, mio signore"

"Ritirati, ora"

"Sì"

Distolgo lo sguardo. Per quanto già mi stia antipatica, non sopporto la vista della sottomissione.

"Scusate", sospira il Barone. "A volte sembra che manchi la disciplina. Ma veniamo a noi! Non vi ho convocati qui solo per conoscere la tua compagna, Andrew. Ci sono questioni urgenti che richiedono attenzione"

"Di cosa si tratta?"

"Riguarda un Innominabile"

"Un Innominabile?", domando.

"Un trasgressore", mi spiega Wolf. "Sono vampiri incapaci di gestire la loro sete di sangue, e che nemmeno ci provano. Vivono nelle fogne, nelle discariche, ovunque possano agire indisturbati. Sono una disgrazia per tutti i Figli della Notte!"

"Esatto", conviene il Barone. "Uno di loro ha rapito un nostro fratello"

"Impossibile, capo. Quelli sono animali senza cervello. Non potrebbero mai organizzare un rapimento!"

"A meno che qualcuno non li diriga", replica Andrew.

"Se qualcuno li comanda", dice Strawberry. "La domanda fondamentale rimane una: chi potrebbe essere?"

"Questo non so dirtelo", sospira il Barone. "Non ancora, almeno. Tuttavia non possiamo lasciare un nostro fratello nelle loro mani. Per questo sono lieto che siate qui. Voglio che organizziate una missione di recupero"

"Chi è l'ostaggio?", domanda Wolf

"Si chiama Sun. E' di origine cinese. E relativamente giovane, perciò occorre che la recuperiate al più presto"

"Lo faremo. Stanotte stessa!"

"Anche io voglio essere della partita", annuncia Strawberry. "Sembra divertente!"

"Bene. Andrew, io ho bisogno che tu rimanga qui per discutere alcune questioni. Wolf e la sua compagna andranno a recuperare l'ostaggio"

"Un momento!", interviene Wolf. "Ci servirebbe almeno un terzo. Non si scherza, con gli Innominabili"

"Hai ragione...Ma chi?"

Strawberry mi da una pacca sulla schiena. "Kya, perché non vieni tu?"

"Che? Io? Pensi sia il caso?"

"Tanto dovrà succedere, no? Meglio prima che poi, dico io. Sempre se il Barone è d'accordo"

Andrew a quel punto si fa avanti. "Barone, Kya è una vampira troppo giovane per..."

"Andrew, perché non lasci decidere alla tua compagna? Allora, Kya. Te la senti di provare?"

"Io..."

Accidenti! Così all'improvviso!

"Coraggio, cucciolo! Vedrai che ci divertiremo!"

Strawberry sorride. E anche Wolf sembra sicuro. Bene. In questo caso..."Voglio venire con voi"

"Strepitoso!", esulta la vampira. "Questo si chiama parlare!"

To be continued...



Commenti

pubblicato il 14/06/2008 16.50.46
Reinerart, ha scritto: Come al solito il tuo racconto breve è ben cadenzato,nei ritmi, di grande impatto visivo tale da farmi credere di essere parte della storia e dei personaggi.Complimenti
pubblicato il 14/06/2008 16.52.26
Reinerart, ha scritto: Come al solito il tuo racconto breve è ben cadenzato,nei ritmi, di grande impatto visivo tale da farmi credere di essere parte della storia e dei personaggi.Complimenti
pubblicato il 14/06/2008 19.46.41
Mario Vecchione , ha scritto: gotico quanto basta, leggerò le altre parti...
pubblicato il 18/09/2008 2.25.31
aNoMore, ha scritto: Questo racconto è un fantastico crescendo, mi sta coinvolgendo sempre più! Devo ringraziare la fortuna se per errore ho cliccato sul tuo nome appena ho registrato l'account, mi fa paura avere altri 8 o 9 racconti in arretrato, rischio di fare mattina a leggerli...
pubblicato il 03/10/2011 1.24.59
Tatylop, ha scritto: Scusa se ancora non ho risp alla mail ma ho un problemino... Bel mix bella trama e bei personaggi...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: