ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 14 giugno 2008
ultima lettura giovedì 15 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

ciao maestra

di Adelaide Migliaccio. Letto 2501 volte. Dallo scaffale Poesia

    Ciao maestra Mi riconosci? Sono quella bimbetta                     Con gli occhioni sgranati         &...

Ciao maestra

Mi riconosci?

Sono quella bimbetta

Con gli occhioni sgranati

Furbetti a se stessi

Innocenti alla tua vita

Ricca di abbracci

di bugie d'attrice

Ciao maestra

Mi riconosci?

Sono quel bimbo

Un po' saputello

Che costruisce fra realtà e sogno

La sua dolce, fragile vita

Ricco d'impegni

di serietà d'ometto

Ciao maestra

Mi riconosci?

Sono quella bimbetta

Bisognosa della tua mano

Che fiduciosa

Si riflette nei tuoi occhi

Ricca di carezze

di tenere parole

Ciao maestra

Mi riconosci?

Sono quel bimbo

Che s'incastra nella sua sedia

E nei suoi spropositati pensieri

Strappandoti un sorriso di tenerezza

Ricco di spudorate smorfiette

Di risate sdentate

Ciao maestra

Mi riconosci?

Sono quel monello

Che ti fa disperare

Che ti fa pensare

Che forse Erode aveva ragione

Ricco di tante incertezze

Di tante paure

Ciao maestra

Ci siamo tutti

Per donarti

il policromo profumo

di un amore innocente



Commenti

pubblicato il 14/06/2008 12.39.07
Reinerart, ha scritto: sono i tuoi alunni Adelaide,che tu hai seguito con amore, e ti sei lasciata incantare dai loro inganni innocenti,cosi diversi dagli inganni degli adulti! Un abbraccio
pubblicato il 14/06/2008 13.22.00
berenice 68, ha scritto: Che tenerezza in questa poesia. I bambini danno sempre gioia, nonostante le loro birichinate, che ogni tanto ci fanno disperare. Brava, davvero. Ciao!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: