ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 24 aprile 2008
ultima lettura domenica 29 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La cicala e la formica

di Reinerart. Letto 4716 volte. Dallo scaffale Poesia

La formica,sudò,cercando,frammenti d'insetti,cibo per l'inverno,captando,distrattamente,con le antenne,canti di giovani cicale.Poi venne l'inve...

La formica,sudò,

cercando,frammenti d'insetti,

cibo per l'inverno,

captando,distrattamente,

con le antenne,canti di giovani cicale.

Poi venne l'inverno,

un manto di neve,coprì la campagna.

La cicala,fradicia di pioggia,

bussò all'uscio della formica,

ma nessuno rispose,nessuno aprì.

Sgomento vi fu,

quando al mattino,nella fanghiglia ,

fu trovato il corpo inanimato,

della cicala,morta per amore.

Il sogno dello spirito,

è la morte del corpo.



Commenti

pubblicato il 25/04/2008 1.57.18
Scani, ha scritto: mi hai fatto ricordare una vecchia storiella, quela della cicala e della formica(appunto) In essa la cicala cantava e si beava tutta l'estate, mentre la formica, da sotto, lavorava e gli diceva "prima o poi viene l'inverno e tu che farai?". "Boh" gli risponde la cicala, e poi quando l'inverno arriva davvero fa una finaccia! Tutto questo per dire che a me sembra un po' "troppo" somigliante a quella storiella. Comunque simpatica...ciao!
pubblicato il 25/04/2008 9.12.29
Reinerart, ha scritto: Ciao, scani,piacere di conoscerti,la storiella che tu dici trae spunto da reminiscenze di Fedro di Lafontaine in cui addirittura si processava la formica per la morte della cicala. Qui se posso commentare questa mia ho voluto dire che a volte non bisogna abbandonarsi troppo ai sogni,ti ringrazio per il tuo oculato commento. ciao , sono sicuro cche avremo modo di rissentirci,
pubblicato il 27/04/2008 18.49.06
kirikù, ha scritto: Ho capito la fine perché l'hai spiegata a Scani (io lo sai sono un po' dura!) e anche se anch'io avevo notato una certa somiglianza mi piace lo stesso, perché avevo appunto pensato che tu avessi voluto trarre apposta spunto da quella. Grazie della dedica, non poteva essere altrimenti. Un abbraccione
pubblicato il 27/04/2008 19.14.46
Reinerart, ha scritto: Kirikù,carissima,pensavo che non tornassi più,devo dirti che tu non sei dura affatto,hai grande sensibilità e poi...poi...poi...poi...sei una grande simpaticona.un bacio ignazio
pubblicato il 25/11/2009 15.56.09
sothis85, ha scritto: CHE DIRE, UNA RIVISITAZIONE MAGISTRALE DI UNA FAVOLA SEMPRE ATTUALE. GRANDE! RUBEN
pubblicato il 25/11/2009 16.34.32
fiordiloto, ha scritto: Bellissima questa composzione, che prende spunto da una delle mie favole preferite. Complimenti! =)
pubblicato il 25/11/2009 16.48.47
Nigel Mansell, ha scritto: Chiedo scusa alla favola antica, se non mi piace l'avara formica. Io sto dalla parte della cicala Che il più bel canto non vende, regala. (Gianni Rodari)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: