ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 23 luglio 2002
ultima lettura venerdì 15 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Da quel rogo.

di Gerardo Sorrentino. Letto 905 volte. Dallo scaffale Poesia

Tu guardavi il cielo e dove per altri era mistero tu vedevi l’universo e infiniti mondi, e nella semplicità di un granello di sabbia vedevi...

Tu guardavi il cielo e dove per altri era mistero tu vedevi l’universo e infiniti mondi, e nella semplicità di un granello di sabbia vedevi l’immenso splendore che si specchiava con l’unico spirito divino possibile, quello della reale misericordia, quello che non faceva del potere degno motivo di sua rappresentanza. Hai creduto fino alla morte nell’uomo e da quel rogo esala ancora impassibile e fermo il tuo pensiero, credere nella forza di un seme che germoglia fra le terre arse dall’ipocrisia e dall’intolleranza, credere nella magia dell’armonia che tutto quieta nella consapevolezza, credere nella semplicità di un seme nel quale specchiare il tutto del fluire universo, uno sguardo diretto verso il cielo senza l’apparenza a far da inganno. Hai fatto del ricordo arte traducendo il pensiero in immagine e l’immagine dilatata si espandeva verso l’infinito dello scibile, e della tua morte facesti sigillo d’eternità, pensiero irripetibile della causa eterna della natura effetto senza limite, hai creduto fino alla morte nell’uomo hai creduto nella forza di un seme che germoglia fra le terre arse dal pregiudizio e dall’intolleranza. Dedicata a Giordano Bruno.


Commenti


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: