ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 2 gennaio 2008
ultima lettura mercoledì 23 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

RECENSIONE: LIQUEFY

di Ciaby92. Letto 1539 volte. Dallo scaffale Cinema

Recensione di un fim inesistente...inventato per improvvisazione. Spero vi piaccia l'idea. Gli attori citati sono inesistenti e la trama è inventata dal sottoscritto...

Kate è una ragazza che per seguire il compito di studi sociali (due settimane di volontariato a scelta) si reca in un centro di accoglienza per bambini. Il suo compito è quello di sorvegliare che tutti i bambini escano dall'edificio, ma all'orario di chiusura nota una bimba che si aggira tra i corridoi e la rincorre per farla uscire. Scelta sbagliata: gli altri volontari non vedendo nessun'altro all'interno della struttura sbarrano le porte e la ragazza vi rimane all'interno. Inizia quindi una notte di terrore, con la speranza di giungere al giorno successivo.

 Buon film dell'orrore con una superba ed emergente Natalie McOgaffen che riesce davvero a coinvolgere con il suo bellissimo volto che appare quasi sempre spaventato. Sussulti, rumori sinistri, docce che si aprono all'improvviso liberano sangue, lampade al neon che eccheggiano... terrorizzante, ma tante volte risulta quasi ripetitivo per il fatto di cadere nello stereotipo giapponese della bimbetta stile Ringu che torna dalla tomba per vendicarsi di chi l'ha uccisa.

 Coinvolgente, psicologico al massimo, ambientazione notturna, è un film estremo nella sua integrità che non deve affatto mostrare spargimenti di sangue per spaventare. Originale ed innovativo.

 

CAST:

Kate- Natalie McOgaffen, Bambina- Yukiko Nakamura, Tanya- Simona Redaelli, Sonia- Cinzia Olmi, Custode- John Govji, Melissa- Lara Willman, Josh-Michele Modigliani, Mamma- Kathy Oben, Sam- Simon Togai.

 PRODUZIONE: Italia/Giappone/USA, 2006

GENERE: Horror



Commenti

pubblicato il 02/01/2008 19.27.40
Cecilia, ha scritto: Niente male neanche questo lavoro... se lo mandi a Tarantino non credo che lo cestinerebbe. Se hai letto i miei lavori ti sarai accorto che io sono un pò pulp, "sangue e merda" come ama definirmi la mia migliore amica. Ma per quanto riguarda la musica...ho anche tutti i cd dei Radiohead, li ascolto quando voglio farmi male e il mio preferito è "The Bends". Mi piace anche P J Harvey, alla quale aggiungo Tori Amos e la meravigliosa Patti Smith. Mi piace David Bowie e stravedo per i Placebo, per non parlare del rock '60-'70 tipo Led zeppelin, Black Sabbath , Deep Purple e simili. Ascolto di tutto, dal metal più spinto a Chopin, dai miei miti, gli Afterhours, fino al mio maestro, Franco Battiato, passando per Jeff Buckley e i Cure . E molto, molto di più. Che mi dici dI Tom Waits e del principe delle tenebre Nick Cave? Baci
pubblicato il 02/01/2008 20.44.54
Cecilia, ha scritto: Io di Tom waits adoro "Bone Machine" e "Dirtin' the ground è così vera e straziante. Dispostissima a fare parte del cast, purchè tu mi faccia fare la peggior fine che ti viene in mente...mi sa che siamo compatibili davvero. Se ti fa piacere puoi scrivermi sulla mia mail privata, così continuiamo a parlare di musica fino a sfinirci. Buonanotte!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: