ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 2 dicembre 2007
ultima lettura mercoledì 11 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Il piccolo quartiere di Betulla

di FRANCESCO VESPA. Letto 1615 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Il  piccolo quartiere di Betulla. (Racconto del  primo anno di  liceo).    Schiacciai una Mantide  elettroreligiosa, verde come la clorofilla, come la salvia che profuma la bocca :  Il suo sapore era &n...


Il  piccolo quartiere di Betulla.


 (Racconto del  primo anno di  liceo).


 


 


 


 Schiacciai una Mantide  elettroreligiosa, verde come la clorofilla, come la salvia che profuma la bocca :  Il suo sapore era  sbrodogallinaceo.


 


l'avevo uccisa, spremendo il suo capo come un palloncino Eliogonfio, scremandola  per  tutta la notte;  poi andai a  bere con  le  piccole  membra  scampanellanti sotto i merli delle scarpe.


 


Io, per nulla intimorito, m'ero girato indietro curioso di scoprire a chi appartenesse  il pub nel  vecchio quartiere di Sequoia. Era  pieno di  brutti  ceffi , panzoni e tabaccosi, con un paio di stecche da biliardo, tenute su per le narici, che sembravano zanne di Tricheco.


 


Cercai  di  parlare

 


"A me gli occhi please."  


 


 Risposero slinguando  :"PLRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!!!."


 


  Evidentemente non avevo fatto breccia nei loro chip placcati in oro.


 


 Quattro anni più tardi, il ventitrè Settembre,  presi la decisione di  trasferirmi  nel piccolo quartiere di Betulla vicino a quello di Sequoia, era un  bilocale  altoramificato nel venato Albume notturno.


 


  Avevo trasferito  poche robe memosensoriali da tecnoragazzo:  qualche lettera olografica, spazzolino in setole fotosintattiche, le biglie nucleari che s'erano scomposaturate durante i mesi di


Alcova  Primordiale.


 


 I primi tempi m'ero arrangiato vendendo antiche cianfrusaglie e quadri  al mercato degli Scarabei, rimediando molti inviti a colazione e facendo Coitogodere la mia  donna di razza maculata scordandomi della fame.


 


  Ma il ricordo non venne a mancare, e sapevo che questo quartiere pieno di musi rattoppati e vecchie cassette Basf al  posto di odierni dvdsquotlcsz  non sarebbe durato per sempre.


 


 Quando nacque, il  primo figlio aveva una testa enorme e deformata per lo sforzo che sembrava dividersi in tre e la pelle gialla di Lucertola. La mia signora mise a sedere il neonato sul tavolo di noce e, il quartiere di Betulla svanì con tutti i suoi abitanti tranne noi.


 


  Poco tempo dopo il bambino ci disse che il piccolo quartiere conteneva una vita propria , paragonandolo alle piante e ai fiori.


 


 Grazie alla tecnologia più avanzata  la trasfigurazione quartiere-bambino riuscì alla perfezione


 


  Tutti  i  borghi diventarono fanciulli.


 


  Le città erano le madri


 


   Il papà era uno solo e immenso,


 
 
La Terra.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: