ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 26 maggio 2006
ultima lettura venerdì 11 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Questo testo è un po’ come la

di gregnapola. Letto 1323 volte. Dallo scaffale Sogni

Questo testo è un po’ come la trippa di aragosta: c’è chi gli piace. Ho vinto le elezioni. Con una schedina da 2 euro. Un culo della madonna (poi...

Questo testo è un po’ come la trippa di aragosta: c’è chi gli piace. Ho vinto le elezioni. Con una schedina da 2 euro. Un culo della madonna (poi un giorno questa me la spiegate: io ho sempre e solo visto ritratti frontali). Adesso non so cosa farne. Delle eleizioni. Pensare a quello che spendono gli altri per vincerle. Berlusconi minaccia l’Aventino – l’Aventino denuncia Berlusconi per minaccia a nano armato. Luca Cordero di Montezuma, parlando del + e del -, infiamma la platea dei confindus. Accorrono i vigili del fuoco (moderne vestali) ma ha già parlato Prodi e la platea s’è spenta. Ne piangono la fine precoce i dirigenti, i dirimpettai e i diridindindìn, diridindindìn. Alla fine dello spettacolo la pancia dei confindus ha riservato un’ovulazione plateale all’ectoplasma di Berlusconi. Sempre in tema, a Cannes Sharon Stone è stata madrina di un’asta benefica: sintesi di un poema erotico. La sposa, afflitta dal mal di panza non ebbe un orgasmo bensì un’organza. Il marito le chiese soddisfazione: si incontrarono all’alba dietro il cimitero di Alba (niente a che fare col sex-appeel della Parietti). Essendo in quel di Alba (non cadere nell’equivoco Parietti) scelsero l’arma bianca: il commesso fece loro i complimenti per la scelta ma i due si sottrassero: “Non abbiamo ancora commesso niente!”. I due, cultori dell’etico estremo e della lotta al consumismo, non avevano consumato nemmeno il matrimonio. Lo tenevano nel frigidaire. Con tutti i suoi bei sparagnini distinguo. Abbandonarono l’arma. Furono dichiarati disertori. Per contrappasso si fecero promotori di una campagna contro la disertificazione. Fecero colazione. Fecero l’amore (cum grano salis, secondo l’antica formula alchemica contenuta nel ‘De retano”). Fecero fagotto. Lei tuba. Lui tromba. Andarci piano con queste battute scontate: non siamo ancora ai saldi di fine stafione. Anche Montezemolo non farà sconti al governo: se mai, promozioni a tassa zero. Il ministro Bianchi plaude a Castro – ora che anche Bertinotti pareva guarito dalla castrite. A Prodi verrà l’ulcera. Ormai non gli viene altro. Nel senso di idee. Le idee vengono e vanno. Quando di corpo, la faccenda puzza. Non c’è che dire. Uè, baluba: era la frase finale: fate ‘sto applauso che esco di scena. Era meglio Vasco de Gama.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: