ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 21 marzo 2006
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Storia dell'arte: Surrealismo

di DOMENICO DE FERRARO . Letto 3468 volte. Dallo scaffale Storia

Storia dell’arte: Surrealismo Capitolo IV Il nostro lungo viaggio nell’arte ci porta con le vele spiegate verso il surrealismo. Parlare di quest...

Storia dell’arte: Surrealismo Capitolo IV Il nostro lungo viaggio nell’arte ci porta con le vele spiegate verso il surrealismo. Parlare di questo capitolo dell’arte moderna richiama subito alla mente pittori come Salvator Dalì Il surrealismo si sviluppa negli anni Trenta del Novecento. In questo periodo si afferma la psicoanalisi, una teoria che studia l'influenza esercitata sul nostro comportamento dai desideri e dagli impulsi istintivi. Tali desideri ed impulsi, dei quali spesso non siamo consapevoli, si rivelano soprattutto nei sogni. Il Surrealismo ricerca il modo di esprimere nelle immagini il mondo irreale ed a volte angoscioso che è caratteristico del sogno. Le opere di pittura e di scultura sono composizioni di frammenti di immagini reali, disposti, accostati e combinati senza un ordine dettato dalla logica, dalla ragione; esse creano un mondo nuovo, sconosciuto ai nostri occhi; un mondo fantastico, stravagante, impossibile, una fusione di realtà e sogno. Identità tra ciò che è la realtà ed un mondo interiore costellato d’immagine magnifiche e deliranti inseguendo un sogno ad occhi aperti addentrarsi i ed esprimere quelle teorie filosofiche che fanno capo alla fenomenologia prima e all’esistenzialismo dopo. La ricerca di nuovi messaggi d’un modo d’esprimere aldilà delle convenzioni dando libero sfogo al proprio modo interiore . Oltre a tanti accostamenti assurdi il ricorso alla deformazione e l'esecuzione nitida contribuiscono a creare nelle opere surrealistiche quella tipica atmosfera allucinante, inquietante. I Surrealisti con queste immagini intendono rappresentare non la realtà esterna, ma la realtà interiore dell'uomo, quella più nascosta, che si trova nel più segreto dell'anima, cioè l'inconscio con i suoi desideri, le sue frustrazioni, inquietudini, aspirazioni. Liberarsi dal peso dei secoli bui dare libero sfogo alla propria immaginazione . Evocando o rivelando questo mondo, l'artista, e quindi l'uomo, si sente totalmente libero di esprimersi, senza costrizioni imposta dalla società, dalla tradizione, dalla morale, dalla logica, dalla religione. L'osservatore è libero di interpretare, di trovare significati simbolici. In questo senso il Surrealismo riprende e sviluppa la ricerca iniziata dal Simbolismo che vedeva nell'immagine non la rappresentazione della realtà, ma la rivelazione di tutto ciò che nell'uomo sfugge al controllo della ragione. Vale la pena ricordare alcuni maestri Mirò ,Magritte,Masson Dalì.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: