ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 3 dicembre 2005
ultima lettura sabato 17 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

18 giugno

di Anizir. Letto 1006 volte. Dallo scaffale Poesia

18 giugno Forse non c’è stato nulla… Sei ancora lo stesso vagabondo in cui mi imbattevo qualche anno fa… Cos è stato quel dubbio di appartenersi...

18 giugno Forse non c’è stato nulla… Sei ancora lo stesso vagabondo in cui mi imbattevo qualche anno fa… Cos è stato quel dubbio di appartenersi se non il preludio di questo momento. L’addio arriva piano a preparare la scena e aspetta. Raccoglie le ultime parole sprecate ne fa cristalli distende la memoria come una tela e vi disegna l’immagine presente il bacio leggero che sto già perdendo. Resti lì rassegnato a te stesso mentre un nuovo dolore che non sai ascoltare spiegherà nel destino le sue ali di corvo. Sei così stropicciato e solo mentre vado via trascinando il peso della santa ragione e delle cose che mai vivremo. Le parole che non ti dirò i sogni logori che nessuno indosserà come piume bianche mi volano intorno spariscono dietro le case torneranno… Cammino senza voltarmi lungo il tempo che mi basta per sentire sulle spalle il fresco trasparente dei tuoi occhi. Lentamente ti lascio. E insieme a te lascio questo amore adolescente a pestare i piedi, il rimpianto a far baldoria la passione in convento l’illusione in esilio. E poi me stessa su quella strada senza fine a camminare piano perché tu possa sempre guardarmi.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: