ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 24 novembre 2005
ultima lettura domenica 18 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Il capo fila

di Desmaele. Letto 921 volte. Dallo scaffale Generico

Seguitemi. Venite venite. Sulla vostra sinistra potete vedere un bellissimo specchio d'acqua risultato di lenti e pazienti accumuli di pioggia nella ...

Seguitemi. Venite venite. Sulla vostra sinistra potete vedere un bellissimo specchio d'acqua risultato di lenti e pazienti accumuli di pioggia nella bocca di un antico vulcano spento. Più a est di qui ci sono anche delle sorgenti di acqua calda e frizzantina, sulfurea mi pare si dica. Ma non mi sembra il caso d'andarci. E' piuttosto lontano e credo che tutto sommato non gradireste. Mi han detto che non amate molto l'acqua. E' un vero peccato. Non sapete cosa vi perdete. E' un toccasana quell'acqua. Quasi miracolosa. Comunque i gusti son gusti. Però invece apprezzerete di certo il fitto sottobosco che stiamo attraversando ora. Sono sicuro che più di altri naturalisti saprete coglierne le infinite sfumature e meraviglie. Anzi devo dire che mi sento un cicerone piuttosto indegno. Però sono il capofila e quindi cercherò di adempiere al mio dovere nel migliore dei modi. Ohh! Guardate che enorme quercia. Un vero e proprio monumento della natura, non trovate? Qui ancora nessun uomo è venuto a rassettare un po' per farne utile legna da camino, giusto? Oh oh guardate chi c'è! Che stupendo Carambyx, uno scarabeo delle Quercie! Non trovate? Io mi diletto un po' di entomologia ma non raggiungo di certo i vostri livelli di cultura. Quando si hanno le vostre sterminate conoscenze saper porre un' etichetta ad un insetto diventa poco importante immagino. Mi pare di ricordare, ma se sbaglio mi correggerete, che si nutra di artropodi che afferra mortalmente con le terribili mandibole che si ritrova ai lati dell'apparato boccale. Affascinante vero? Peccato non poter indugiare troppo. Eh eh eh! lì lì! una Crematogaster Scutellaris! Inquietante vero, a vederla da vicino! Saprete di certo, cioè insomma certo che lo sapete, anzi faccio un ripasso e correggetemi se dico delle inesattezze... del suo aculeo velenoso con cui stordisce i nemici. Gli agricoltori però non le amano molto. Eppure, in un certo senso, sono un interessante caso di sfruttamento dell'altrui lavoro, vero? Adorando lo zucchero proteggono gli afidi che lo producono con le loro secrezioni. E gli afidi, o pidocchi delle piante, non sono degli amici degli agricoltori. Come saprete le Crematogaster Scutellaris hanno dimensioni maggiori delle più comuni Tetramorium caespitum. Strano che questa Scutellaris sia tutta soletta. Che peccato. Non vedere tutto un formicaio, dico. Però forse non sapete che i bambini la chiamano "formica rizzaculo" proprio per via della tipica posizione d'attacco del suo aculeo! Beh certo, anche delle società apparentemente perfette come quelle delle formiche hanno le loro belle piaghe sociali. La tossicodipendenza ha toccato anche loro. Ho scoperto non molto tempo fa di quel parassita, come si chiama? la Lomechusa vero? che secerne dai peli posteriori una sostanza per cui le formiche vanno assolutamente matte al punto da non poterne fare più a meno, arrivando ad abbandonare i propri compiti pur di dedicarsi allo "sniffo" di Lomechusa a tempo pieno. Arrivano finanche ad ospitarle nel proprio nido e queste ricambiano depositandovi le larve che divoreranno le uova delle formiche sancendo la distruzione della colonia. Si lo so, dovete perdonarmi, devo risultare indisponente con la mia foga espositiva da amatore, voi che siete così esperti. Oh ecco. Finalmente siamo vicini alla mia umile baita dove potremo rifocillarci un po'. Venite venite seguitemi. Ecco ecco. Fate come se foste a casa vostra. Come avete sempre fatto del resto. Molti di voi saranno già stati qui credo. Ecco! dove l'avevo lasciato. Del succulento cibo preparato apposta per voi. Haimè son morto prima di propinarvelo. E poi chissà se non avreste trovato l'aroma insolito e sospetto. Ma forse vi fiderete di una vostra simile che vi ha condotto ad una ricca fonte di cibo. E se anche non mangerete troverò altri modi con un po' di pazienza: il veleno non è il solo. Vi guarderò agonizzare da vicino, morire lentamente e poi... Esiste la divinazione delle formiche morte? come si chiama? mirmomanzia? hmm, mi sa che voi non sapreste rispondermi. Comunque una volta stese ovunque sul pavimento di quella cucina che avete infestata per anni mi metterò a divinare con i vostri cadaveri. E sapete cosa leggerò? La strage di tutte le altre vostre compagne. Perchè uccise voi continuerò col resto del formicaio. Ed io che le credevo tutte balle quelle storie sulla reincarnazione. Ma mi sa che qualcosa ha mal funzionato nel meccanismo stavolta. Perchè io mi ricordo tutto!!! E se voleva essere un'ironica punizione per anni d'inutili stragi di formiche il farmi diventare una fottutissima Tetramorium caespitum è ancora più ironico che invece possa sfruttare l'occasione per sterminarvi una volta per tutte bastarde...


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: