ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 3 settembre 2005
ultima lettura sabato 4 gennaio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

BARBON'S TALES – 1

di gregnapola. Letto 1118 volte. Dallo scaffale Umoristici

Io sono uno che si definisce un fantastorie e il mio genere è la fantasciemenza. Siccome che voi mi sembrate proprio un bel giro di fuori di cranio, g...

Io sono uno che si definisce un fantastorie e il mio genere è la fantasciemenza. Siccome che voi mi sembrate proprio un bel giro di fuori di cranio, gente che non fa le menate agli altri se sono un po' strani, ecco io penso di scrivervi un po' delle mie fantastorie. Se poi a voi non vi piacciono, cassi vostri: mi tocca mica a me impararci al popolo bue.. Cè lì un barbone per terra stravaccato sopra dei cartoni e giornali sotto il portico della banca davanti al bancomat, che la gente quasi gli borla adosso per prendere i soldi. rivano quattro balordi giovinastri ciucchi mbriachi e tirano fuori i pistolini e gli pisciano adosso al barbone e c'ànno tanto alcol nella piscia che gli buttano adosso uno svedese e il barbone prende fuoco ma non grida perché c'à il sonno duro. rivano altri due barboni sciupat e vanno lì al fuoco a scaldarsi le mani che fa un freddo giudacane che a nostrosignore gli si gelava il sangue delle ferite sulla croce. i barba vedono che sotto il fuoco cè uno e gli dicono con un pò di indivia 'beato te che c'iai il riscaldamento in casa'. quello là che in quel momento si stava sveliando perché sentiva spussa di strinato come che sente 'sta battuta comincia a ridere ma a ridere che gli si crepa la pelle e si piscia adosso che gliene esce tanta ma tanta che gli si spande tutta adosso e gli smorsa l' incendio. quei due di prima la storia non gli piace mica tanto e gli dicono che sei un egoista che ài spento il riscaldamento perché ceravamo noi ma a noi non ci tratti mica così, crosta che non sei altro e gli menano che si sentono i ossi andare a brandelli come quando schiacci i gusci delle noci sotto le scarpe. sono ciucchi mbriachi e ci si vede un ostia e mica capiscono che gli esce il sangue e vanno avanti a suonargliele ma tante e tante che padre perdona loro perché non sanno quello che fanno. La mocano lì solo quando sono stracchi e vanno via che il primo barbone cià gli ochi roversi indietro e mica tira più il fiato. Cè il finale colla morale: meglio non fare il barbone perché prima o poi di qualcosa muori.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: