ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 2 settembre 2005
ultima lettura mercoledì 23 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

tutta colpa degli americani

di angelotom. Letto 2114 volte. Dallo scaffale Umoristici

Tutta colpa degli americani Gli Italiani stanno diventando degli zuzzurelloni, si non neghiamocelo, però solo con il pensiero, Infatti, ormai il ra...

Tutta colpa degli americani Gli Italiani stanno diventando degli zuzzurelloni, si non neghiamocelo, però solo con il pensiero, Infatti, ormai il rapporto con la moglie, l’amante, la ragazza è stantio, privo di passione. Per esempio in famiglia con la propria moglie, fare l’amore è solo una delle tante faccende di casa, certo perché non fai più l’amore quando il desiderio ti….gonfia il…..cuore, ma dopo una spolverata e prima di uscire per fare la spesa o di andare dal parrucchiere e sicuramente dopo di aver messo il bucato in lavatrice. Tu però ti sforzi lo stesso e mentre ingrifato come non mai convinto che la tua enorme performance sta raggiungendo il culmine, là proprio in quel momento lei ti sussurra “Mister muscolo” “Allora ti piace ehh??? Non mi avevi mai chiamato così!!” “No scusa caro, ma ho proprio dimenticato di mettere mister muscolo nel lavandino” e mentre ti scivola di sotto e ti cade il mondo in terra e …l’impeto ti si…….. affloscia, ed in quel momento capisci che neanche un prelavaggio con l’amido, molto amido ti può tirare su il tuo bucato in am…..mollo. La notte poi non ne parliamo proprio dopo qualche timido approccio decidi per una carica improvvisa e veloce, chiudi gli occhi e ti lanci, dopo qualche minuto di sforzi apri gli occhi e ti accorgi che stai avendo un amplesso con il materasso… Lei si è già girata dall’altra parte ed emette ad intervalli regolari degli ahh!! Ohhhh!!!! Ahhh!!! Mentre tu che hai quasi sfondato il materasso piangendo sommessamente capisci che forse le tue grandi capacità amatorie sono solo nella tua fantasia. E così si passa il tempo fra amici a parlare e ascolti improbabili racconti di lunghissime notti a fare l'amore con la propria partner 2, 3, 4, 5 volte in una notte e la notte dopo ancora 2, 3, 4, 5 volte, e ti chiedi ma chi è questo mandrillo, questo facocero, ma in fondo lo sai che è solo un buffone, perché gli pseudo amatori sono peggio dei pescatori che trasformano una pescetto da 25 grammi in un tonno da 200 chili, però ormai il tarlo ti è entrato nel cervello, e se fosse vero!!!??? Allora cerchi avidamente di imprimerti nella memoria tutte le posizione che l’amico ti sta raccontando cercando di focalizzare tutti i particolari e se non avessi la mente annebbiata dal desiderio ti renderesti conto che alcune posizioni sfidano apertamente le più elementari leggi della fisica e scopriresti che per fare quello che ti dice dovresti avere 8 mani ed almeno tre piselli. Ma ormai hai la bava alla bocca, torni a casa come un assatanato, cacci in malo modo la suocera da casa (comunque la scusa è buona) ti getti su tua moglie, raccogli tutte le tue energie e…. flop… non funziona…. No …lui!!! Non funziona.. certo non è un braccio che lo tiri su a comando…. Lui non funziona e basta e ti soccorre solo una fortissima emicrania di tua moglie, forse finta, non lo saprai mai. Non ti resta che sederti sul divano a guardare film americani, dannati americani tutta colpa loro, già perché gli americani sono americani e tutto quello che fanno è esagerato, non hanno il senso della misura…… Ecco lui e lei si incontrano, così normalmente per strada, ma dopo cinque minuti hanno già deciso di andare a casa di lui. Allora tu pensi a qualche chiacchiera preliminare, tanto per conoscersi…..invece no!!!! Non fanno in tempo ad entrare in casa, chiudono la porta con un piede perché nel frattempo già si sono avvinghiati come polipi ad uno scoglio e mentre camminano verso la camera da letto sempre avvinghiati, cominciano a spogliarsi e via uno dopo l’altro saltano i vestiti…mai dico mai una zip che si impiccia, che so un reggiseno maledetto che non si sbottona, no mai tutto liscio e finalmente ignudi si tuffano sul letto e li… e li…trucchete e tracchete, trucchete e tracchete e patapum e patapim e aritrucchete e aritracchete senza sosta… dopo un tempo valutato in circa un’ora (che tu neanche in dodici anni di matrimonio sei riuscito a collazionare) finalmente esausti si fermano...lei con il capo poggiato sul petto di lui, lui la guarda, lei lo guarda e….di nuovo trucchete e tracchete, trucchete e tracchete e patapum e patapim e aritrucchete e aritracchete, cose da pazzi che tu al massimo sei riuscito a stento a fare trucchete perché a tracchete non ci sei mai arrivato. Si fermano lui si alza asciugamano intorno ai fianchi (che poi dove l’avrà preso sto asciugamano) e il bello che l’asciugamano si regge mentre a noi poveri mortali ci vogliono i chiodi per tenerlo su, dicevo lui si sposta e chiede “Vuoi un whiski and soda” dico ce l’hanno sempre a portata di mano ‘sta soda che io glie darebbe la soda caustica, no loro whiski and soda rigorosamente in bicchiere alto di vetro e a te viene in mente quando al culmine di una cenetta intima ti sei servito lo spumante, quello da tremila lire quattro bottiglie, nel bicchiere di plastica, lui no con il bicchiere si avvicina al letto, lei lo guarda gli prende il bicchiere…. lo poggia sul comodino e…… gli risalta nuovamente addosso e trucchete e tracchete e trucchete e tracchete e patapum e patapim e aritrucchete e aritracchete, dico un infarto mai, Finalmente si addormentano tutti e due ignudi che poi questa è un’altra cosa che mi manda ai pazzi, dico d’estate questi sempre belli asciutti puliti mentre noi sempre sudati fradici che se ci riesci fai l’amore sulle punte delle dita perché sia tu che tua moglie sembrate due fogli di carta moschicida, loro no… asciutti come il sederino del bambino della pubblicità dei pannolini; non parliamo dell’inverno con tua moglie che va a letto che sembra un cosacco con tanto di colbacco in testa e tu con i calzini da tennis ed il pigiama pesante di flanella, loro no…sempre ignudi mai un raffreddore un poco di catarro, mai!!! Pensi, finalmente è finita, no la mattina dopo lei è in cucina a preparare la colazione lui arriva silenzioso da dietro e le cinge all’improvviso la vita, che dico ci hai mai provato con tua moglie, per bene che ti vada rimedi un vaffanculo perché l’hai spaventata, lei no si gira e si riavvinghiano come polpi e fanno l’amore sul tavolo. Che poi da quando si sparsa questa abitudine ci sono i proto soccorso degli ospedali italiani pieni di donne con le chiappe bruciate perché il marito, non quanto inavvertitamente, invece di poggiarla sul tavolo la messa sul fornello acceso perché in un impeto di esaltazione, forse erotica, ma sicuramente omicida avrà pensato “mo’ te do foco” Gli americani no… loro no e sul tavolo di nuovo trucchete e tracchete, trucchete e tracchete e dopo si fanno un uovo con un bicchiere di coca cola mentre noi, siccome l’omo adda esee omo, ci spariamo un piatto di bucatini alla amatriciana avanzato dalla sera prima. Si è tutta colpa degli americani, dico per esempio il sesso nel bagno, si nella vasca da bagno. Siiii nella vasca da bagno, e qui un altro mistero “Perché il sapone degli americani non scivola?” ma tu… orami non ragioni più entri nel bagno, incurante di tua suocera che tenta con qualunque scusa di barrarti la strada, l’afferri e la rinchiudi nell’armadio a muro e ti presenti…bello…ignudo….. nel bagno mentre tua moglie e già nella vasca ti avvicini gongolando sbiascicando un improbabile inglese misto al romanesco “Ehi darlig (pronunciato con gi finale), mi love, scansat ie arriv” il primo approccio e pauroso ti dimentichi che tua moglie fa il bagno con l’acqua a circa ottanta gradi e ti lessi un piede, ma ormai non puoi più tirarti indietro, soffochi un urlo spacciandolo per un sorriso marpione e metti dentro anche l’altro piede dimenticandoti che il sapone italiano scivola atterri con il naso contro il rubinetto della vasca, ma riesci a riemergere immediatamente e noncurante del sangue che ti esce e che ti sei pulito con un gesto della mano alla Jhon Wein e dopo aver ingoiato velocemente un pezzo di dente che nel frattempo ti sei spezzato sul bordo della vasca, cerchi di avvinghiare tua moglie…….ma c’è il sapone e lei ti sguscia via come un’anguilla e tu cerchi di afferrarla e lei poverina fa di tutto per farsi prendere ed inizia così una selvaggia lotta tipo Tarzan contro un coccodrillo nel fiume giallo, ormai rosso per il sangue che hai perso. Finalmente la saggia decisione dopo tre annegamenti scongiurati con una botta di fantasia esclami: “Ehi Darling ti è bastata la lotta!!?? vogliamo andare a letto così tutti bagnati ed ignudi?” uscite dalla vasca e tu con la mano morta sulla spalla di lei cerchi di toccarle il seno, ma là a terra, perfida come non mai non curante dei tuoi desideri c’è lei …la saponetta. E’ un attimo ti innalzi a mezz’aria per ricadere pesantemente al suolo dove si spegne in una imprecazione l’ultimo barlume di desiderio, mentre tua suocera che nel frattempo è riuscita ad uscire dall’armadio si sganascia dalle risate. Si signori gli americani ci hanno rovinato, dico dopo aver visto queste cose che fai!!!??? Decidi qua bisogna fare qualcosa e d’accordo con tua moglie scendi di corsa per andare a comprare il kamasutra…si il kamasutra che dopo la Bibbia ed il Corano è il libro più conosciuto e poco letto perché nessuno riesce a leggerlo perché ci vergogniamo. E’ vero solo per comprarlo è un dramma, dove si trova il kamasutra? Sulle bancarelle dei libri del festival dell’unità. Qui si innesca un nuovo dramma, una volta individuato cominci a girarci intorno con circospezione cogliendo l’attimo fuggente per cercare di aprirlo, ma il libraio scaltro lo ha posizionato fra il Capitale di Marx e la storia delle rivendicazioni sindacali del secolo scorso, come poggi le mani sul kamasutra lui è lì… e tu con disinvoltura afferri ed acquisti senza nemmeno pensarci i tre volumi da mille pagine ciascuno sul teatro russo, al secondo tentativo ti salvi acquistando l’ultima edizione del capitale di Marx, messa proprio là vicino, poi ancora l’intera opera omnia di Lenin alla fine dopo aver speso ottocentoquarantacinquemila lire ti decidi di affrontare il perfido libraio e come scusa dici che vuoi fare uno scherzo ad un tuo amico dell’associazione cattolica e mentre lui ti incarta il libro ti risponde con un sorrisetto “certo che deve essere uno scherzo che funziona, è già la trentesima persona che lo fa!!!” Rosso dalla vergogna corri a casa, e dopo aver nascosto tutti i libri che hai comprato per la quindicesima volta, incominci a sfogliare con bramosia il kamasutra. Ma l’imprevedibile è in agguato, il telefono squilla almeno dieci volte, tuo figlio rientra all’improvviso perché si è dimenticato le chiavi, tua suocera tenta di entrare in casa è tu sei costretto a cacciarla nuovamente e così mentre guardi la figura della posizione 45 per errore leggi la spiegazione della posizione 87 e così dopo due ore di estenuanti ed assurdi tentativi ti ritrovi completamente attorcigliato con tua moglie che continua a gridare “no il piede devi passarlo di qua, una mano qua, una qui una sotto e l’altra in testa (ma tu non sei la dea Calì) toglimi il ginocchio dal naso, sposta l’alluce da dentro l’orecchio” ad un tratto un gonfiore proprio lì pensi è fatta e invece no sono le spalline del vestito di tua moglie e poi un urlo bestiale degno del migliore degli assalti degli Apaches IAAAHOOOO!!!!! No , no non hai raggiunto lo scopo (con la o aperta, chissà cosa state pensando ehh?) sei stato semplicemente colpito dall’immancabile colpo della strega e così mentre tu rimani sul letto come una palla di pongo ciancicata, tua moglie si sfila e chiama l’ambulanza per farti portare all’ospedale. Torni a casa dopo due giorni pieno di muscoril e voltaren e facendo finta di nulla ti siedi sulla poltrona e con malcelata indifferenza prendi una delle 150 copie del capitale di Marx quella riveduta e corretta da Berlusconi e mentre fai finta di leggere cominci a piangere. Tua moglie si avvicina ed ti sfiora con una dolce carezza ………ma che succede, lui!! Reagisce inaspettatamente, è possibile che bastava così poco per …. È un miracolo, allora ringalluzzito inizi a pensare “vado sopra io o lei?” poi ci ripensi e realizzi che in fondo la lingua nell’orecchio ti da fastidio, nel naso ti fa schifo e che l’ultimo succhiotto ti ha quasi provocato il distacco della retina, l’abbracci con tenerezza e fate l’amore come non mai… e ……fanculo gli americani!!!!


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: