ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 2 luglio 2005
ultima lettura sabato 24 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Bellezza

di Blue Eyes. Letto 1465 volte. Dallo scaffale Pensieri

Era una di quelle giornate primaverili che a momenti piove e c'è elettricità nell'aria pare quasi di sentirla. E quel paesino di cinquanta case era...

Era una di quelle giornate primaverili che a momenti piove

e c'è elettricità nell'aria

pare quasi di sentirla.

E quel paesino di cinquanta case era lì: immobile come un quadro dipinto con acquose pennellate policrome, che colorava il bianco e nero della mia memoria

carezzato dalle foglie gialle degli aceri che fiancheggiavano la strada, che mi supplicavano di giocare volteggiando nell'aria come sogni di vita passata
 
mi venne subito in mente mia nonna...e le passegiate in queste strade ripercorse da sensazioni d'altri tempi

posso risentire quasi il suo odore, la  presenza di lei...

...anche quando morì mentre tenevo stretta la sua mano, con quella sua pelle che sembrava di stoffa

lei mi guardo'...sorridendo.

E io ricambiai il sorriso.Fu allora che chiuse gli occhi,andandosene.

è stato il giorno in cui ho capito che c'era un'intera vita dietro ogni cosa

e un'incredibile forza benevola che voleva sapessi che non c'era motivo d'aver paura.

Mai.

Leggerlo attraverso queste parole è poca cosa,lo so

ma mi aiuta a ricordare.

Ho bisogno di ricordare.

A volte c'è così tanta bellezza nel mondo che non riesco ad accettarla

quasi di vederla tutta insieme

e il mio cuore sembra esplodere

ma poi riesco a rilassarmi

smettendo di cercare di tenermela stretta

lasciandola scorrere attraverso me come pioggia

e io non posso provare altro che gratitudine

per ogni singolo momento vissuto della mia stupida e piccola vita.

 



Commenti

pubblicato il 08/07/2005 1.11.13
Anna S., ha scritto: A volte le nostre emozioni, sempre difficili da esprimere, riescono a passare così, tra le parole, in maniera quasi inevitabile, perchè siamo tanto carichi di quel sentimento che riusciamo a farlo rivivere, riusciamo a far nascere "lacrime" anche in chi non l'ha materialmente vissuto.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: