ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 12 aprile 2005
ultima lettura sabato 10 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

I mie dolci nipoti

di luciano10001. Letto 8116 volte. Dallo scaffale Generico

<XMP>Avevo preso un periodo di ferie per far dei lavori nella mia casa, e li avevo affidati al mio ex cognato, sapeva lavorare bene e non era mo...

<XMP>Avevo preso un periodo di ferie per far dei lavori nella mia casa, e li avevo affidati al mio ex cognato, sapeva lavorare bene e non era molto costoso e poi sapevo che non avrei avuto dei sconosciuti in giro per casa.La prima giornata si svolse con molta tranquillità tre operai e il figlio del mio ex cognato Luca, aveva appena compiuto i 20 anni, verso le 11 di mattina sento suonare il campanello di casa lui lavorava in giardino, io ero collegato con internet e leggevo dei racconti erotici, ed ero eccitato e la tuta che avevo addosso non nascondeva nulla, aprii e liu mi chiese se poteva fare un caffe per lui e per gli altri, notai che guardò il rigonfiamento  ma fece finta di nulla mi misi a fare il caffe e mentre attendevamo mi disse sepoi nel pomeriggio poteva scrivere una cosa alla ragazza, gli risposi che non c’erano problemi, la mia eccitazione non diminuiva e ogni tanto lui sbirciava, versai il caffe nelle tazzine e lui andò fuori, io tornai a leggere i romanzi erotici su internet, mi preparai un panino e verso le 13 lui suonò di nuovo aveva inmano una lettera, mi chiese se potevo dargli un po di carta e una penna…. e si mise a scrivere, io mi misi a fare un sonnellino  ma non riuscivo a dormire sentivo i fogli che si accartocciavano, poi all’improvviso dei passi che si avvicinavano pensai che doveva andare al bagno che era vicino alla mia stanza ma con gli occhi socchiusi fidi che faceva capolino, mi promesso a riposare in mutande  e quindi poteva vedere ilmio corpo, resto un po li in silenzio fu in quel momento che mivenne in mente di provocare una reazione, iniziai ad immaginare li con me la sua ragazza, era una morettina ben fatta proporzionata come una bambolina ma piccola di corporatura, la immaginai nuda su di me  e ilmmio cazzo inizio a gonfiarsi, lui non poteva non notarlo…. Infatti si mise sulla soglia della porta, e notai che iniziava a toccarsi, pensai che si stava eccitando e che forse aveva tendenze omosessuali all’improvviso lo vidi avvicinarsi in assoluto silenzio, pronuncio il mio nome quasi sussurrandolo per vedere se ero sveglio ma io non risposi e attesi  fece altri due passi e allugo una mano sul mio cazzo…. Ormai ero sicuro era attratto dal mio cazzo. Indietreggio e torno a scrivere.
Dopo 10 minuti mi alzai e questa volta in mutande andai in cucina dove lui era seduto sul tavolo a scrivere, noti i fogli accartocciati e glichiesi perche non riuscisse a scrivere, lui per rispondere distolse lo sguardo dal mio cazzo unpomoscio, e mi disse che la sua ragazza gli aveva scritto una lettera e lui voleva rispondere ma non capiva cosa voleva da lui.Mi fece leggere la lettera chiedendomi il segreto più assoluto,, glidissi che qualsiasi cosa avrei saputo di lui e di lei sarebbe rimasta segreta…. E guardandolo negli occhi rimarcai qualsiasi cosa.La lettera parlava del loro amore ma tral erighe si capiva che lei avrebbe voluto dargli molto di più sessualmente ma che la sua inesperienza non gli permetteva di soddisfarlo e che quindi avrebbe forse preso la decisione di fare esperienza con qualcun altro. Non era un riferimento esplicito ma si leggeva tra le righe. Allora gli chiesi a lui cosa si aspettava dalla ragazza, e lui all’inizio sembro imbarazzato poi mi disse che con degli amici aveva visto alcuni film porno e che avrebbe voluto fare con lei le stesse cose ma che lei nonsapeva farle me che a lui non interessava più di tanto e che ci avrebbe rinunciato, iniziai a fargli
leggere quello che la sua ragazza aveva scritto fra le righe e che quindi lui non poteva rinunciare a farla sentire donna la sua donna, e che quindi doveva trovare una soluzione.Parlammo un po poi mi venne in mente una strana idea, e iniziai a tastare il terreno… cosa vorresti che la tua ragzza facesse con te gli chiesi e lui le cose che si vedono nei film porno mi rispose, allora gli dissi ne vuoi vedere uno e poi mi dici cosa vuoi?.... davvero ne hai uno? Si ….. misi un film con scene varie di sesso e lui iniziò a guardarlo molto interessato, il mio cazzo iniziò a gonfiarsi ed essendo ancora in mutande si vedeva….. lui si giro verso di me mentre sullo schermo l’attrice faceva un pompino all’attore, ecco io vorrei un pompino come questo….. e mentre diceva questo i suoi occhi si posarono di nuovo sul mio cazzo…… e te ne hanno mai fatto uno cosi? Lui arrossi e disse …si…. Ma è stato un amico non una donna….. e sensa tradire l’emozione che avevo gli chiesi e tu? Ne hai mai fatti?.....Noooooo….. e di tutta risposta allora cosa ne sai di cosa si prova a farne uno?...... rimase imbarazzato  era in bilico e decisi di dargli una spintarella….. ho notato che ogni tanto mi guardi il mio cazzo….. è sicuramente come il tuo…… o no!  Il mio è molto più piccolo…… è per questo che me lo hai toccato prima ? volevi sentire cosa si prova ad averne uno cosi in mano?....... divenne rosso fuoco non sapeva più cosa dire, lo tolsi dall’imbarazzo… è normale cercare di sapere che si prova……. Se vuoi lo puoi fare ora con tranquillità…. Te l’ho detto resterà tutto qui tra di noi….
Fu in quel momento che lo schermo attirò la nostra attenzione l’attore stava sodomizzando l’attrice la quale strillava un po dal piacere….. lui resto come ipnotizzato dalla scena poi disse che non aveva mai visto scene del genere  e mi chiese di tornare indietro….. l’accontentai e rimandai indietro il nastro…… si immobilizzo a guardare quella scena…….. e all’improvviso allungo una mano e mi prese il cazzo in mano….. mmmmmmmmm se avessi un cazzo come questo e prese a massaggiarlo come se volesse masturbarlo.la mia ragazza sarebbe felicissima……. Se vuoi te lo presto gli dissi….
Come me lo presti?...... intanto visto che ti piace averlo in mano puoi continuare……poi se vorrai posso fartelo provare in bocca credo che tu ne abbia voglia……Ma….. che dici …… era paonazzo ma non tolse la mano………allora allungai una mano e gli presi la testa e la portai verso il mio cazzo…… non fece nessuna resistenza……. Poi autonomamente apri la bocca e inizio a leccarlo ……. Lo vidi molto preso…… e glidicevo Bravo cosi dai ………..Mmmmmmmmm ti piace vero e lui SSSSSSiiiiiiiiii ……. I suoi gemiti e i miei si confusero con quelli dello schermo……. Poi ….. all’improvviso esplosi e lui lo prese tutto in bocca e  non perse nemmeno una goccia di sperma…..
Si rialzo e aveva il volto stravolto dal piacere …..Bravissimo sei stato bravo…….. ma secondo me non era il primo che facevi…….No con i miei amici lo facciamo spesso tra di noi….. ma non sono frocio…. E chi ha detto questo! Gli risposi sicuramente ti piacerà farlo e farteli fare. Ma alla tua ragazza manca un maestro che con pazienza gli insegli tutto, anche a soddisfare questa tua inclinazione….. Mentre parlavo non aveva tolto la mano dal mio cazzo che si stava rifacendo turgido…..e all’improvviso mi chiese…… posso farlo di nuovo?..... si ma ti devi spogliare gli dissi…lui si also e si spoglio.Mentre iniziava a leccare di nuovo il mio cazzo io insalivai un mio dito e piano ppiano lo portai sul suo culo…..trovai il forellino e iniziai a giocarci….. lui gemette e non sembrava disturbato….. spinsi un po il dito e con un po di fatica entrai con la falange…..
MMMMMMMMMMMMMMmm sentii che gli piaceva…. Allora continuai a spingere fino a che entrai con piu dimezzo dito..sentii la sua bocca che si faceva più ardita e calda … glli piaceva!
Infatti con l’altra mano afferro il mio polso e spinse tutto il dito dentro…….. esplosi in un altro orgasmo e gli riempii di nuovo la bocca……..
Tolse la bocca dal mio cazzo ma non la mano dal mio polso……..Ti piace ? chiesi …. SIIIII e bello non avevo mai provato…..
Lo spostai e lo misi in posizione adeguata per far scorrere meglio il mio dito…… mi avvicinai e feci cadere un po di saliva sul dito che iniziò a scorrere meglio lui si rilassò e inizio a mugolare….. Ti piace vero?...... SIIIIIIII allora tolsi il dito medio e spinsi il pollice ….. entro accompagnato dal suo piacere……… sapevo che se avessi voluto avrei potuto sodomizzarlo ma volli aspettare il giorno dopo….. ci rivestimmo e lui mi chiese Resta tutto fra di noi? Si stai tranquillo…… e pensaci al fatto che se vuoi te lo presto…. Si girò e ando via con gli altri operai.
L’indomani sentii il furgone arrivare ma rimasi a letto ero nudo ma mi eccitai….. non sapevo come avrebbe reagito…… dopo un oretta suonò il campanello di casa….. era lui, ciao come stai?  Benissimo rispose ho pensato a quello che è successo ieri…….. quindi? Sono felice di averlo fatto e finalmente so cosa mi piace…….. ma voglio anche la mia donna….. Sei un bisessuale nulla di strano…… ti piacciono sia gli uomini che le donne…… un caffe? Proposi …. E lui disse si……
Ero ancora nudo e lui si avvicino allungo una mano e inizio a toccarlo…… davvero me lo presteresti per la mia ragazza? ……Rimasi per un attimo in silenzio poi gli chiesi come lo vorresti usare?...... ho capito quello che mi dicevi della sua poca esperienza, e allora ho deciso che se lei vorra, la porterò qui da te e tu gli insegnerai come deve fare per darmi il piacere che lei dice di volermi dare…… il mio cazzo con la sua carezza era diventato duro….. e lui non accennava a smettere.Porto i caffe agli operai e rientro in casa…… mi disse di rimettere il film porno…. Si spoglio… e vidi il suo cazzo era all’incirca 17 cm ma piu fino del mio….. mi prese per mano e mmi fece sedere  sul divano…… si inginocchio e inizio a sbocchinarmi ……. Vedevo il movimento della sua mano che si masturbava……. Poi alzalo sguardo e mi disse ……. Se ti chiedessi di farmelo provare  anche nel culo cosa diresti?..... che ti debbo preparare con calm….. allora presi la palla al balzo e glidissi … ti faro provare ora cosa sentirà…… lo girai presi la saliva dalla mia bocca e umettai il suo culo…..  poi mi alsai e andai in camera a prendere i due vibratori che a volte usavo con le donne erano di due misure e anche la crema… tornai  e gli passai la crema sul forellino e gli dissi ora rilassati….. puntai la cappella del vibratore piccolo  sul suo forellino e iniziai a spingere…… noooo fai pianoo sentii il rilassamento delloo sfintere e  vidi la cappella che varcava la soglia……. HHHHhhhhhaaaa ero dentro…… lo senti? …..siiiiiiiiii questo sentirà la tua ragazza …… all’inizio e poi questo…… e spinsi ancora un po …… ilsuo culo cedette e lui urlo di dolore……..ma io non mollai spinsi ancora fino a quando non fui tutto dentro…….. Ti piace?  ……. SSIiiiiiiiiiiiii   come è bello…… allora iniziai a fare avanti e dietro con lentezza e lui gemeva come una troia………..  poi gli presi la mano e glidissi di continuare lui a sbatterselo dentro e mi misi di fronte a lui conil cazzo difronte alla sua bocca ….. mi lecco con passione per alcuni minuti poi mi riportai dietro di lui e sfilai il primo vibratore e infilai il secondo , questo aveva la cappella piu grande del primo e quando lo spinsi dentro lui gemette di dolore ma io non mi fermai….. alla fine eccitatissimo tolsi anche quello e portai la mia cappella sul culo feci un po fatica ma entrai trionfante nel suo culo …… lui godette  e mi incitava a sbatterlo …..entrai nel suo culo almeno tre volte in quella giornata…… alla fine della giornata era stravolto ma felice di aver ricevuto molto sperma nel suo culo…… uscendo mi disse Preparati per domani.
 Alle 9 puntuali arrivarono quando suono vidi solo  lui e la ragazza ma non gli operai, la ragazza aveva una gonnellina corta e una maglietta a pelle che faceva vedere tutto, mi guardo e divento rossa …..  e lui facendola entrare disse….. oggi non si lavora qui ma in un altro cantiere….. ti lascio Alessandra ci rivediamo più tardi. Si girò e andò via
La feci accomodare in cucina e gli chiesi se voleva un caffe,  rompemmo un po il ghiaccio poi lei mi accenno al fatto che il suo ragazzo aveva capito cosa aveva scritto fra le righe e che si fidava ciecamente di me, e che quindi l’aveva convinta a parlarmi del suo problema per risolverlo, gli dissi che molto spesso le ragazze della sua età non sanno come comportarsi anche volendo e che quindi dovrebbero come dire avere un maestro.  Lei sorrise e maliziosamente disse…. E tu sarà il mio?....
Se tu vuoi si…… la ragazza cambio atteggiamento e mentre prendevamo il caffe chiese se poteva prenderne un po dalla mia bocca…….. mi avvicinai appoggiai le labbra alle sue e ci passammo il caffe da una bocca all’altra sentivo il suo seno premere contro il mio torace….. allungai le mani e presi i suoi glutei nella mie mani…… e gli dissi….. oggi puoi chiedere tutto quello che vuoi…. Tutto Tutto?..... si!     La sentii allungare una mano sul mio cazzo…. E la sua mano lo afferro ancora teso nei pantaloni……  mamma mia come è grosso……. Non ne hai mai visti di così grossi?...NO il mio primo ragazzo e lui…… e sono diciamo ancora  poco esperta lo abbiamo fatto solo tre volte….. Allora le dissi vorrei che tu lasciassi fuori ogni tabù e mi confidassi tutte le voglie che hai io farò il resto……..
Gli chiesi se le era piaciuta la prima volta…….non tanto eravamo in macchina e lui è stato unpo brusco poi appena è venuto  ci siamo rivestiti….. e io non ho provato quello che molte mie amiche raccontano…….. Ti piacerebbe vedere un film porno? …….. Si non ne ho mai visti……. Ok  presi il telecomando e avviai il film……. Le scene andarono in crescendo iniziarono con un ditalino …… te lo sei mai fatto un ditalino? …….. no nonso come si fa….. allora ora te lo faccio sentire…… alzai la sua gonna le sfilai le mutandine e la sentii irrigidirsi….. allora portatomi davanti a lei mi inginocchiai e iniziai a leccarla…….. lei fece un po di resistenza ma non troppa….. la mia lingua sulle sue piccole labbra……. Le scene la facevano eccitare .. e ioiniziavo a sentirei suoi umori.
Le mani che prima tendevano ad allontanare ora mim tenevano la lingua continuava e lei apriva sempre di più le cosce….. guardai quella fichetta piccola come la sua padroncina…. E immaginai come si sarebbe dilatata….. lei inizio a gemere….. e io continuai a leccare……. Piano piano arrivai anche al forellino anale….. ci poggiai un dito e lei gemette……continuai e piano spinzi undito nella sua fichetta……. Siiiiiiiiiiii mmmmmmmmmm che bello…… continua…….. sentivo le contrazioni della sua fica sul mio dito e allora provai con due……… la sentii tremare di piacere e gemere…… la fica era ormai un laghetto….. Ti piace?   Siiiiiiiiiiiiiiiiii continua non ti fermare……. Sentii un fremito e poi un uirrigidimento dei muscoli  stava godendo…… si smozzicava il labbro ma io le dissi se vuoi urla qui non sente nulla nessuno……….. lei serro le gambe e inizio a tremare…….
Non avevo mai provato nulla del genere…… allora dai spogliati del tutto le dissi e continuiamo…. Abbiamo tutto il giorno davanti……. Nuda era proprio come una bambolina il suo culetto ispirava …. La feci mettere di nuovo seduta e iniziai di nuovo leccarle la fica….lei si muoveva ora come se volesse farmi entrare ……. Spostai le mie attenzioni al suo culetto…… la girai e la misi a carponi e allargati i suoi glutei ammirai quel forellino ancora intatto lo leccai e lei si muoveva con piacere poi afferrai una candela di piccole dimensioni e iniziai a puntarla sul forellino…… lei si contrasse ma io le dissi fidati  rilassati e lasciami fare…… sentirai che piacere…… lei si fido e dopo averla leccata di nuovo spinsi la candela e varcai il forellino……Hhhhhhhhhhhoooooooo che sensazione strana…..bella gli chiesi? ……..strana ma non dolorosa…….presi un po di crema e la spalmai sulla candela che era ancora fuori ….. e la spinsi dentro ….scivolo dolcemente…..e lei gemeva….. ormai entrava e usciva dolcemente……..mi misi con le spalle a terra e la feci sedere con la sua fica sulla mia bocca….. mentre con la mano facevo andare la candela……… dopo pochi minuti di sollecitazione la sentii di nuovo godere e un lago di umori uscirono dalla sua fica……. Si  dai continua non ti fermare siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…… si agitava in maniera sconclusionata e io spingevo la candela sempre piu dentro…….. poi la feci uscire ….. mentre lei si strofinava sul mio volto con la fica e appoggiai il mio dito medio sul suo forellino…….. e spinsi……… urlo un podi dolore ma poi ricomincio a gemere……… il mio cazzo era come il marmo allora decisi che era giunto il momento di entrare in lei…… la spostai e la feci montare sul mio cazzo guidai la cappella tra le sue labbra e lei iniziò ad impalarsi….gemeva un po di dolore e un po di piacere sentivo la sua ficetta allargarsi piano piano…….. Mi stai strappando la ficaaaaaaaaaaaaaa….. e ne entrava un altro po .si agitava e scendeva quando era a meta  si fermo…… e iniziò a risalire…… fu allora che la presi per i fianchi e la tirai giu piano piano……… Haaaaaaaaaaaa mmi fa maleeeeeeeeeeeee mi strapppaaaaaaaaaaaaaaaaa non curante dei lamenti continuai e quando fu tutto dentro lei si lasciò andare sul miotorace…… è enormeeeeee….. iniziai a muovermi dentro di lei senza pietà volevo farle sentire il mio cazzo dentro la sua fica e infatti lei inizio a riprendersi …… si muoveva sempre più velocemente e gemeva ma non era dolore…….. se lo sfilava e poi si lasciava cadere per sentirsi riempita…… SSSSSSSSSSSSIIIIIiiiiiiiiiiiiiiii che bello……….  Allora cambiai posizione e la misi alla pecorina……. E vidi un po di sangue che usciva dalla fica….. capii che non era stata sverginata del tutto prima ma ora sicuramente si….le puntai la cappella e spinsi dentro mentre io spingevo in avanti lei mi incitava a sfotterla come l’attrice del film….. dai  fammi godere di nuovo….. sentitola fica che iniziava a rispondere e si contraeva……. Bagnai undito e lo rimisi nel suo culo …… un urlo si alzo e io dissi ti piace vero?   SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII dai continua…..
Non aspettavo altro che vedere il mio cazzo che trionfante entrava nel suo culetto…. E da li a poco lo avrei fatto……. Continuai a entrare ed uscire da quel culo con il dito…. Poi ne misi due mentre la fica continuava a bagnare le mie palle dal piacere……spinsi due dita dentro e li un altro urlo di dolore ……… sentii che stavo per venire allora afferrai le sue tette e diedi delle spinte …… e sborrai dentro la sua fichetta…. Venni insieme a lei che sembrava impazzita……… ci rilassammo un po  sul tappeto. Lei si abbraccio a me dicendo che era stato bellissimo…..io le risposi dicendogli di rimettersi a cavallo con l a sua fica sulla mia bocca….. volevo leccargli di nuovo la fica…….lei lo fece….. iniziai a leccare tutto anche lo sperma che usciva la sentii partire per un altro orgasmo…….
Si lasciò cadere al mio fianco sfinita…… mi hai distrutta ma sono felice……. Ti è piaciuto? Si  finalmente so cosa è un orgasmo…… si addormento per un po  e io guardai il suo corpo era veramente fatta bene la girai e il suo culetto apparve in tutta la sua bellezza….lo  avrei aperto da li a poco ma non volevo che lei soffrisse più di tanto…… iniziai a leccarlo e sentii alcuni mugolii di piacere….. ripresi la candela la spalmai di crema e la appoggiai al forellino….. sembrava una supposta enorme ma una supposta…… infatti iniziai a spingere e vidi pino piano che entrava e lei non si ribellava scivolava tranquilla……. Poi sentii la sua voce che mi disse  mi sverginerai anche li?........ risposi si  mi piacerebbe  e lo faro…… basta che non mi fai soffrire ma ho capito che non soffriro, anzi…. Dimmi tutto quello che dovrò fare per non soffrire……….. intanto continua a far entrare ed uscire la candela…. E gli lasciai la candela nelle sue mani….. presi i vibratori e tornai li ….lei li vide e mi chiese a cosa servissero….. a non farti soffrire…. Sfilai la candela e premetti il più piccolo nel forellino un gemito e inizio ad entrare…..mmmmmmmmmm
Che sensazione strana….. 5 cm erano entrati e lei non dava segni di dolore….. allora decisi di prendermi una liberta…… mi posizionai dietro ….. lubrificai il  mio cazzo e lo puntai sul suo culo….. iniziai a spingere….. ma questa volta lei urlo ….. ma io non smisi…. E spinsi ancora…. Passata la punta rifermai e lei disse che le faceva male di uscire……. Io la presi ai fianchi e continuai a spingere……….. il dolore fu sicuramente alto ma quando mi fermai sentii le sue dita che cercavano la sua fica…… capii che le iniziava a piacere …. Diedi un’ultima spinta e sentii il suo culo cedere…….. sicuramente questa volta soffriva………. Mi fermai e iniziai a toccarle il clitoride….. la fica era bagnatissima….. ci entrai con due dita e lei gemeva…. Provo a farmi uscire ma di contrappunto spinsi di nuovo…… un altro urlo ero tutto dentro…….urlava di dolore ma poi piano piano si affievoli e inizio a muoversi lei un po dentro e fuori….. sempre più ampi …mmmmmmmm   dio come è grosso mi hai rotto il culo…….. sei un mostro…… ma non smetteva di fare avanti e dietro……. Il suo culetto iniziava a prenderci gusto…… io allora iniziai a spingere sempre più a fondo e lei gemeva sempre di più…… fino a quando mi girai e lei si trovo seduta sul cazzo che entrava nel suo culo…… il volto trasformato  di piacere  inizio a gemere e io continuavo a pomparla poi l’esplosione di piacere le sue urla in un orgasmo sconvolgente……. Sborrai non so quanto nel suo intestino e lei lo sentii…. E inizio a dire frasi come una troia…… io iniziai a trattarla cosi….. ti piace vero SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII tanto  l’ho sognato per molto tempo e ora sei dentro…..  erano ormai le 4 del pomeriggio e lui sarebbe ritornato a prenderla…… posso tornare domani? Si certo…. Ti darò altre lezioni……  e mentre aspettavamo  le chiesi di farmi un bocchino….. lei disse che non era capace….. e io le risposi prova e ci riuscirai…… la vidi leccarmi il cazzo come una professionista….. le labbra e la lingua mi facevano impazzire e allungando l’occhio vidi dalla finestra il ragazzo…. Mi fece segno di stare zitto voleva godersi la scena…….. la ragazza si impegnava e riusciva bene…… senza dirle nulla sborrai e lei all’inizio un po ritrosa prese e apri la bocca e si gusto tutta la sborra che usci…… fu allora che girando la testa vide il ragazzo…… ma non ebbe nessuna reazione si alzo e ando ad aprire la porta lui entro e aveva il cazzo fuori…… allora invitai la ragazza a fare anche a lui un bocchino….. lei non attese e si inginocchio lo prese in bocca e lo lecco…… la scena mi piaceva e lilasciai fare quando lui venne lei non si tirò indietro …..e bevve tutto…. Ti è piaciuto le chiese al ragazzo……. Siiiiiiiiiiii  ed andarono via dicendo a domani….


</XMP>


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: