ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 22 maggio 2018
ultima lettura sabato 19 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

(Recensione) SOUNDIDERS - Viva! Le canzoni di Dido (Soundido Productions/Autoproduzione)

di angelotomasello. Letto 179 volte. Dallo scaffale Musica

La Hale Bopp, la “Grande Cometa” del 1997, è stata probabilmente la stella più osservata del secolo scorso, visibile a occhio nudo per ben 18 mesi.

SOUNDIDERS - Viva! Le canzoni di Dido

(Soundido Productions/Autoproduzione)

La Hale Bopp, la “Grande Cometa” del 1997, è stata probabilmente la stella più osservata del secolo scorso, visibile a occhio nudo per ben 18 mesi. Proprio in quell’anno Daniele “Dido” Di Domenico, all’epoca già frontman dei Mazapégul, ebbe l’idea di creare un’associazione culturale per sostenere e promuovere la creatività dei giovani dell’alta valle del Savio (FC) e la chiamò proprio come la cometa. Due anni dopo, la stella del cantante si spense prematuramente.

A vent’anni di distanza i Soundiders, ovvero i soci e i musicisti legati all’associazione (diventata negli anni SounDido Productions) decidono di ricercare tra i ricordi di chi aveva suonato con lui, tra qualche carta manoscritta e tra le registrazioni fatte alla buona per fissare un'idea le canzoni inedite di Dido, arrangiarle, registrarle e farle diventare un disco. Al progetto partecipano più di 70 persone tra musicisti, tecnici e artisti.

Questa enorme collaborazione svoltasi agli studi SounDido di Bagno di Romagna (FC) ha dato vita a Viva! Le canzoni di Dido, un album composto da dodici brani in chiave cantautorale, ricchi di elementi classici della World Music provenienti da tutti i 5 continenti.

Le tracce lasciano trasparire uno studio sonoro minuzioso, passando da brani più semplici, acustici, quasi essenziali, a brani più sperimentali, ricchi di sfumature esotiche, tribali, e a tratti psichedeliche.

Le interpretazioni degli artisti si differenziano sia sul piano espressivo che su quello emotivo, si salta infatti da brani romantici, calorosi e soft, a pezzi più distaccati, quasi esclusivamente narrativi.

In definitiva un disco con una precisa identità, originale e coinvolgente.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: