ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 21 maggio 2018
ultima lettura lunedì 15 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La guerra dei verbi

di FraZ. Letto 185 volte. Dallo scaffale Fiabe

Essere o Non-essere... o Avere? ..



Essere o Non-essere... o Avere?

Centinaia di anni fa cominciò la guerra. Una guerra senza quartiere. Le vittime non si riescono a contare. Nessuno è mai riuscito a sfuggire a questa guerra, non esiste neutralità. Sei in un campo, in un altro o in un altro ancora ma non si può sfuggire. Non esiste un luogo dove non sia arrivata, si combatte sulla terra, in mare e nel cielo. La guerra colpisce tutto e tutti. La guerra dei Verbi. Lasciate che vi racconti come è cominciata la storia.

Il motivo scatenante ormai non lo ricorda quasi più nessuno ma io sì. Quello che si ricorda per certo è che a cominciare il tutto, a dar fuoco alla scintilla furono due compagini, due eserciti. Entrambi potentissimi, almeno in principio. Essere e Avere. Entrambi, fin da quando furono creati e cominciarono ad assumere significato, compresero che sarebbero arrivati ai ferri corti. Si deve ammettere che, nonostante tutto, provarono più volte a cercare un accordo. Ne furono fatti tanti. Molti altri verbi fecero anche da intermediari ma tutti fallirono. Ci provarono verbi importanti come Comunicare, Mediare, ma fallirono quasi subito. Per Avere questi due verbi ad esempio erano troppo dalla parte di Essere e gli accordi che proponevano non gli erano convenienti. Tanti altri verbi provarono ad intercedere, ad evitare il conflitto. Più il tempo passava e più tale conflitto sembrava inevitabile. Non tutti i verbi però avevano a cuore la pace. Alcuni di loro, mescolandosi a chi cercava il dialogo, tentava invece di inasprire i toni. Il loro obiettivo era arrivare alla guerra. Cosa ci avrebbero guadagnato dalla guerra tra Essere e Avere? Dalla guerra nulla, ma erano sicuri di chi avrebbe vinto. Sapevano che tra i due Avere avrebbe avuto la meglio. Avevano fatto bene i calcoli. Il peggiore di questi verbi e, potremmo dire, il vero artefice del conflitto fu Apparire. In un primo momento nessuno lo aveva riconosciuto. Si era spacciato per un vecchio e lontano sinonimo di Essere, che era venuto in soccorso sapendo che Avere era sul piede di guerra. In realtà Apparire voleva che si arrivasse al più presto alla guerra. Una volta scoppiata avrebbe tradito Essere e così, Avere, avrebbe poi facilmente vinto. Insieme ad altri verbi di dubbia moralità, come Ingannare, Mentire, Camuffare ed altri riuscì nel suo intento. Con intrighi continui i due schieramenti arrivarono alla guerra. Apparire con il suo più grande alleato, Tradire, portò alla vittoria Avere. Ed è così' che oggi Avere ed Apparire e tutti coloro che contribuirono alla vittoria di Avere dominano. Essere, o meglio quello che rimase del suo esercito, fu costretto all'esilio. Fuggì via. La sconfitta con Avere fu l'inizio della fine. Essere e il suo esercito sconfitto vagarono per il mondo. Trovarono un luogo disabitato e vi si stanziarono, cercando di iniziare una nuova vita.

La nuova vita era dura lontano da casa. Le difficoltà erano troppe e i mezzi pochi. Il malcontento cresceva. Accadde allora che un piccolo gruppo dei sopravvissuti cominciò a distaccarsi dal gruppo principale. Si facevano chiamare i Non-essere e il loro leader li fomentava continuamente. Affermava che la colpa delle loro disgrazie era stata Essere e che la sconfitta era da attribuirsi al suo ostinato volere essere quello che era senza avere invece la capacità di evolversi. I Non-essere credevano invece di doversi evolvere e che se anche non potevano trasformarsi in Avere, il loro non essere avrebbe almeno reso accettabile dal parte di Avere un posto al suo tavolo. Volevano passare dalla parte dei vincitori semplicemente tradendo Essere e i suoi, tradendo ciò erano ma allo stesso tempo volevano mantenere la dignità di Essere e del suo esercito. A nulla valsero le parole di Essere. Provò a spiegare in tutti i modi che ciò che volevano fare era impossibile, che la loro situazione sarebbe peggiorata invece che migliorare. A nulla valsero le sue parole. I Non essere e il loro leader li abbandonarono e tornarono da Avere. Provarono a spiegargli che loro non erano d'accoro con il loro vecchio sovrano e che un accordo si sarebbe trovato. Infatti si trovò. Avere e i suoi schiavizzarono i Non-essere. La loro fu la peggiore delle schiavitù. Una schiavitù senza catene. Fu un auto schiavitù. Quella di chi spera un giorno di avere di più delle briciole. La schiavitù delle pecore che sperano che un giorno i leoni le facciano entrare nel gruppo. Intanto un nuovo avvenimento accadde nella terra dove Essere viveva. Capitò dal quelle parti un povero viandante in cerca di asilo. Il suo nome era Fare. Essere, nella sua benevolenza lo accolse, lo sfamò e lo dissetò. Fare per ricambiare gli insegno tutto quello sapeva. Spiegò ad Essere ed al suo popolo che dovevano evolversi, ma non come avevano fatto i Non-essere. Le loro disgrazie erano dovute al fatto che non agivano abbastanza, che essere soltanto non bastava. Bisognava agire. Bisognava fare. Essere e i suoi ne furono rapiti e cominciarono a fare e a fare. Ma non raggiunsero quasi mai i risultati che si erano prefissati. Forse Fare si sbagliava? Peggio! Fare mentiva, o meglio ometteva. Essere capì che qualcosa non andava e cominciò ad indagare sul conto di Fare e scoprì che quest'ultimo aveva dimenticato di dire una cosa importante. Fare aveva un fratello maggiore e molto, ma molto più potente che lavorava per Avere, e lui sì che aveva successo. Aveva dimenticato di dire che Fare senza Avere era solo un viandante nel nulla. Dopo quest'ultimo colpo Essere e i suoi rimasero distrutti, ed allora accadde l'irreparabile. Essere dovette affrontare un ultimo nemico, il peggiore. La guerra civile. Essere contro Essere, fratello contro fratello. Dalla battaglia finale restarono in vita solo i peggiori. I Far-finta di essere. Costoro, usciti vittoriosi dalla guerra civile ed avendo eliminato Essere, poterono mettere in atto il loro piano, combattere di nuovo Avere e i suoi ma lo facevano solo per ottenere le ricchezze di Avere. Crebbero sempre di più, si allearono con verbi peggiori degli alleati di Avere. Alcuni degli alleati di Avere facevano anche il doppio gioco. E la guerra ricominciò ancora più truculenta di prima.
La guerra continua tutt'ora sotto i nostri occhi, tutti i giorni e a tutte le ore, tutti la combattono che vi piaccia o no. Solamente una cosa è differente, gli Essere non esistono più, o meglio uno ancora respira, io. Ma non credo che lo farò ancora per molto. A cosa servirebbe?



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: