ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 11 maggio 2018
ultima lettura sabato 19 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

(questo non è un libro cap. 7) Sogni

di SbenniX. Letto 219 volte. Dallo scaffale Generico

Tizio socchiude gentilmente le palpebre. È sera ormai, ma la luce del lampione illumina quasi a giorno la panchina sulla quale si era seduto. Ai suoi piedi Napoleone ancora sonnecchia tranquillo, mentre lui si stiracchia svogliatamente le braccia e

p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 10.0px 0.0px; font: 18.0px 'Gill Sans MT'; -webkit-text-stroke: #000000} p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 10.0px 0.0px; text-indent: 35.0px; font: 18.0px 'Gill Sans MT'; -webkit-text-stroke: #000000} span.s1 {font-kerning: none}

Tizio socchiude gentilmente le palpebre. È sera ormai, ma la luce del lampione illumina quasi a giorno la panchina sulla quale si era seduto. Ai suoi piedi Napoleone ancora sonnecchia tranquillo, mentre lui si stiracchia svogliatamente le braccia e la schiena.

Che razza di sogno squilibrato. Cosa avrà voluto dire? Ci sarà un significato nascosto? Dopotutto era solo un sogno.

Le luci delle stelle non si riescono a vedere da sotto il lampione, così decide di fare qualche passo per sgranchirsi le gambe, e godersi il raro spettacolo che offre il celo, in questo fosco periodo d’autunno. Si allontana dalla strada illuminata e si dirige verso il prato, bagnato di brina, che si estende fino a diventare un piccolo bosco di pochi chilometri quadrati, poco fuori dalla città. Qui il rumore luminoso disturba di poco la grandezza del paesaggio.

Miriadi di punti luminosi stanno appesi alla volta scura, come infinite lucciole bianche, tremano, fragili come se il vento che soffia lieve possa farle cadere da un momento all’altro.

La sensazione di calma è immediata, il cielo è talmente luminoso che una flebile luce naturale riesce a penetrare i rami, e ad illuminare il terreno, mentre tizio cammina sovra pensiero, in cerca di una folgorante idea per la sua storia.

Hei tu

Un suono, come di ciottoli spostati, pervade l’aria

Hei, dico a te

Tizio si gira, in cerca del proprietario di questa voce, grave e dolce

Guardi nella direzione sbagliata, amico

La voce, in effetti non viene da nessun punto particolare, ma è un’armonia, come di pietre che rotolano, misto allo sciabordio delle onde calme, che rimbomba tra gli alberi. Tizio ruota su se stesso in cerca di qualcosa che possa emettere un rumore simile, ma intorno a lui ci sono solo piante. D’istinto alza gli occhi verso i rami sopra la sua testa, e finalmente la vede, a mezz’aria nel cielo: una figura umana, che fluttua semi sdraiata.

Hei, tu! Esclama la voce

Tizio non ci credeva: davanti a lui stava in ossa e luce Woody Harrelson. A mezz’aria.

Noh. Non ci credo. Ma tu..

Woody lo guardava calmo, con il suo sorriso da ebete stampato sul volto. Aspettava che il suo fan si riprendesse dallo shock.

Ma tu.... Stai volando?

Sei sorpreso?

Cappero, si! Cioè stai volando! E brilli!?

Si, stiamo girando un film

È incredibile come gli effetti speciali stiano facendo progressi.

L’attore se ne stava li, sospeso in aria, e aspettava.

Scusa ma uno famoso come te, in un posto qualsiasi come questo, cosa ci fa?

Ci faccio la luna.

A me piacevi in Zombieland

Si, mi sono divertito, abbiamo quasi ucciso il vecchio Bill, i ragazzi mi hanno fatto morire dal ridere, ma mi piace variare ruolo

Ah, tipo il mago, in Now you see me... Posso dirti che secondo me hai caricato un po’ troppo il personaggio? Sembravi un ritardato

Ragazzo sei in gamba, lo pensavo pure io! Ce l’hai un nome?

..... No .....

Hahh questa è bella..... Comunque alla produzione serviva un personaggio che facesse compassione e hanno scelto me.

Ahh cavolo, mi dispiace.... Ehm ....?

....Woody

Ah si Woody, certo! Haha mi dimentico sempre, che sbadato, mi spiace Woody, perché hai il potenziale per fare anche ruoli drammatici

Vero? La gente non se ne rende conto... E mi ritrovo a fare la luna

Beh ma la luna è bella, no? Quanto durano le riprese?

Ho firmato a vita

Tizio rimane a bocca aperta, incredulo

A... A vita??

Si, mi hanno ingannato, le classiche clausole scritte a caratteri microscopici... Ti do un consiglio figliolo: mai firmare contratti senza leggere le condizioni.

Amico ma è terribile! Dice tizio con sgomento. E come farai a portare avanti il nome dei .... Dei ... Insomma della tua famiglia?

Harrelson. Woody Harrelson! Scusa ma non sai come mi chiamo?

In effetti no.... No. Conosco solo la faccia e il ruolo, non sono mai andato a cercare il nome, non pensavo che voi attori ne aveste uno in particolare.

E cosa credevi, che per ogni ruolo cambiassimo nome?

..... Ecco io.... Beh si... Dice tizio con imbarazzo, le guance che si infiammano.

Questa è bella ... Allora senti, facciamo una cosa. Dato che sono bloccato a fare la luna per sempre, e tu, mi sembra di capire, non hai un nome, ti regalo il mio.

Woody non puoi farlo, il tuo nome è tuo, non puoi regalarlo così a cuor leggero!

Ragazzo, nessuno dice a Woody Harrelson cosa deve o non deve fare

Ma se sei un attore!?

Silenzio ora! Ormai è deciso. Woody fa una capriola in aria, e si mette a testa in giù. Da oggi sarai Vudi. Ti va bene?

Insomma, lo ricorda e non è proprio uguale, quindi direi che potrebbe andare.

Esatto, lo ricorda! E ricordarlo è importante! Se tutti si dimenticassero di me, io smetterei di esistere, e il mondo starebbe senza luna. Capisci l’importanza del tuo ruolo? Immagina il mondo senza luna, quale disastro sarebbe. Tu hai un ruolo fondamentale, Vudi, nella sopravvivenza dell’intera specie: da te dipendono le sorti del pianeta terra. Ma hhhei, nessuna pressione!

Prima che Vudi possa dire “raggomitolamelo”, Woody Harrelson si chiude a palla, e parte in orbita, lasciando il povero protagonista di nuovo solo nella penombra del boschetto. L’evento è di vitale importanza, e Vudi lo sa bene. Rimane solo un piccolo problema: la sua capacità di memorizzare avvenimenti recenti, specialmente in situazioni stressanti o di agitazione, è veramente bassa, e quello che era appena accaduto lo ha lasciato in uno stato catatonico, le dita che si aprono e si chiudono in uno spasmo continuo, e gli occhi luminosi che schizzano da un lato all’altro, le narici dilatate e le labbra tese.

Cosa cappero è appena successo?

L’improvvisato scrittore decide di tornare da Napoleone, e così riprende la strada da dove era arrivato.

Ora che Woody si è allontanato la luce è più debole, e quasi rischia di perdersi in mezzo al bosco. Vudi sta camminando, gli occhi fissi sul sentiero, quando si accorge di una vecchietta, che di spalle si allontana abbandonando il sentiero per scomparire velocemente nel bosco. In mezzo al viale c’è un cestino, e dentro due mele.

Una di quelle è perfetta.

L’altra è marcia.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: