ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 8 maggio 2018
ultima lettura martedì 15 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La sagra dei formaggi

di Full. Letto 166 volte. Dallo scaffale Umoristici

Il paese e' transennato. isolato dal resto del mondo. Solo i concorrenti e un pubblico assetato di sangue che si aspetta un vincitore levarsi dalla nube mefitica del formaggio come un vero gladiatore...

La piazza e' deserta, sembra un quadro metafisico di Giorgio Dechirico. Persino le mosche che in estate con i primi caldi amano sostare accanto ai rifiuti o sulla testa calva degli abitanti di Rocchetta al vallone sembrano perplesse. Sono solo le cinque ma gli operai sono già al lavoro a erigere transenne per il grande evento. Si respira un clima apocalittico, un silenzio sovrannaturale che ricorda quei film sugli zombie o gli spaghetti western alla Leone. Finalmente arriva il pubblico. Signori con famiglia, single completamente suonati da una vita consumata tra un bar e l'altro del paese, ridotti a personaggi da teatrino nel tentativo frustrato di farsi notare ed apparire almeno originali. Prendono posto con diligenza e aprono il depliant fornito dalla sicurezza.
Il zollarcio di Sanpepe apre la manifestazione. La prima forma di Zollarcio risale al settecento e veniva prodotto clandestinamente dai contadini della zona di Sanpepe. Si dice che "lo suo aulente lezzo si propagasse con fermezza per li campi mietendo vittime tra le femine e le creature dello bosco" Praticamente diverse donne del contado ebbero aborti spontanei e diverse bestie morirono misteriosamente durante la lavorazione casearia.
Squilla la tromba e il postino vestito da paggio medioevale annuncia il formaggio in gara. Nella platea si fa un silenzio totale. Qualche vecchietto forse per esorcizzare la paura rilascia qualche puzzetta ma con grande eleganza e disinvoltura. Il silenzio sembra amplificarsi avvolgere i presenti, e quando persino il sindaco DiCiacci sembra vestito di silenzio la consapevolezza che sta accadendo qualcosa di ineluttabile si fa strada nella mente delle persone.
Continua...


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: