ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 5 maggio 2018
ultima lettura venerdì 15 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Pesciolini

di LauraCross. Letto 194 volte. Dallo scaffale Pensieri

"Si ricordava di quando da bambino gli piaceva andare al mare con la famiglia: faceva i castelli di sabbia, contava chicco dopo chicco, ci metteva le conchiglie sopra e ci faceva anche il fossato intorno. Quella volta, ci mancava solo l'acqua..."..

Si ricordava di quando da bambino gli piaceva andare al mare con la famiglia: faceva i castelli di sabbia, contava chicco dopo chicco, ci metteva le conchiglie sopra e ci faceva anche il fossato intorno. Quella volta, ci mancava solo l'acqua e l'avrebbe finito.

"Nessun nemico attaccherà il castello, nessuno avrà il coraggio di affrontare l'esercito del Re!"

Si alzò sulle gambine gracili ed andò verso il mare con il secchiello in mano, dove le onde si infrangevano a riva e facevano quella dolce spuma bianca: dei timidi pesciolini nuotavano contro corrente, sbattevano le pinne di qua e di là, cercando di tornare a largo. Rise nel guardarli lottare contro la vita e la morte, avvicinandosi e sprofondando nella morbida sabbia.

"Nel fossato ci metterò gli squali, mangeranno i miei rivali!"

Immerse il secchiello nell'acqua di mare, proprio dove c'erano i pesciolini, ma quelli non ne volevano sapere niente di entrare lì dentro; deluso, ci provò ancora ed ancora, facendo schizzi da tutte le parti.

"Ho bisogno di voi! Entrate nel secchiello, entrate, entrate, entrate!"

Ma gli agili pesciolini si allontanarono e lui rimase lì a guardarli nuotare via, colto da una profonda delusione, con il secchiello di plastica in mano ed il sole cocente sulla testolina.

***

Trovate l'immagine relativa alla storia qui: https://paneesarcasmo.wordpress.com/2018/05/04/pesciolini/



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: