ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 3 maggio 2018
ultima lettura venerdì 22 marzo 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

le due cagne italiane nella villa dei sessantenni e fine della loro libertà il locale esclusivo

di padronebastardo. Letto 1588 volte. Dallo scaffale Eros

chi mi vuole contattare può scrivere a padrone29@gmail.com   Alle ragazze che rimanerono nel grande albergo londinese e che erano destinate ai migliori locali e ai migliori clienti dell’organizzazione Jessica e Manuela dissero ...

chi mi vuole contattare può scrivere a padrone29@gmail.com

Alle ragazze che rimanerono nel grande albergo londinese e che erano destinate ai migliori locali e ai migliori clienti dell’organizzazione Jessica e Manuela dissero che avrebbero soggiornato lì per tutto il periodo, ma il loro operato sarebbe stato attentamente valutato e le peggiori se scendevano sotto un certo punteggio avrebbero potuto essere destinate ai locali malfamati insieme a quelle che se ne erano andate, le migliori invece avrebbero potuto essere le schiave personali dei clienti più danarosi dai quali avrebbero potuto ricevere laute mance.

A questo punto Jessica e Manuela ci contattarono su Whatapp e ci dissero che era pronto il debutto delle ragazze migliori e che avevano trovato della merce semplicemente fenomenale. Decidemmo quindi il debutto che sarebbe avvenuto in un club molto esclusivo del centro di Londra frequentato da calciatori, modelle, alta borghesia e qualche aristocratico.

Le ragazze vennero portate nel locale a bordo di limousine. Il club era strutturato con un palco dove una delle ragazze si esibiva a turno, da un ristorante, da una discoteca, da delle camere dove i clienti potevano appartarsi e dall’area VIP dove poteva accedere solo la clientela più selezionata.

La discoteca non era una discoteca normale, ma un posto dove le donne ballavano seminude, vestite solo di un minuscolo tanga e in topless.. Si trattava prevalentemente di ragazze immagine, o di modelle dei livelli più bassi che non riuscivano a lavorare che venivano pagato molto poco, quindi si davano molto da fare per intrattenere i clienti e portarli nelle camere del club per copulare dietro compenso.

Anche il ristorante non era un ristorante normale vi erano delle enormi tavolate con delle ragazze in topless completamente distese sopra. Sopra i loro corpi veniva servita la cena. In quel ristorante si vedeva di tutto da donne chiaramente lesbiche che leccavano il cibo presente sulla passerina di queste ragazze eccitandole a dismisura e i loro umori si mescolavano con il cibo, a uomini di una certà età che leccavano il cibo presente sulle tette e sui capezzoli alcune volte anche morsicandoli con una certa violenza.

Jessica e Manuela dissero alle ragazze che nessuna di loro era destinata a quella parte del locale, ma erano destinate tutte alla parte VIP, ma prima avrebbero dovuto assistere attraverso uno spioncino cosa succedeva nelle camere private, infatti se non si fossero comportate bene sarebbero state destinate a quella parte del locale.

Per impaurirle ancora di più fecero guardare alle ragazze quello che succedeva nella camera che veniva sempre affittata da un cliente abituale del locale, un uomo impotente sulla ottantina d’anni che si divertiva a fare divertire il suo cane uno stupendo esemplare di syberian husky. Si divertiva a cospargere le ragazze di un cibo per cani di cui l’animale era particolarmente ghiotto e il cui odore riconosceva immediatamente che lo portava a dirigersi verso il corpo delle povere malcapitate, di solito cominciava annusandole sulle parti basse dove era presente la parte maggiore dell’alimento il che lo induceva a leccare avidamente fino a mangiarlo tutto, leccando quindi contemporaneamente le passerine delle malcapitate che si eccitavano e bagnavano in modo inverosimile. L’odore dei loro umori eccitava anche l’animale che sfoderava il suo arnese, ma per fortuna non sentiva il bisogno di copulare quindi le ragazze ebbero per così dire la fortuna di non essere sottoposte anche a questa tremenda prova. Dopo aver leccato e mangiato l’alimento che era sulle passerine il cane saliva leccando tutto il corpo delle ragazze fino ad arrivare ai capezzoli che erano dritti come punte di uno spillo per l’eccitazione e la paura di quello che stavano subendo.

Le ragazze erano terrorizzate dalla scena a cui avevano assistito e pensavano tra di loro che prenderanno si un sacco di soldi, ma si erano cacciate in un guaio grosso come una casa. Manuela e Jessica vedendo il terrore sui loro occhi cercarono di tranquizzarle dicendo loro che non era li il luogo dove erano destinate, ma nella parte del locale destinato alla clientela più VIP e che le aveva fatto vedere quella scena perché quelle che si sarebbero comportate male avrebbero potuto essere destinate a quella parte del locale.

http://www.padronebastardo.org



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: