ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 17 aprile 2018
ultima lettura martedì 23 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

(Recensione) PROWLERS - Freak Parade (Autoproduzione)

di angelotomasello. Letto 279 volte. Dallo scaffale Musica

96 Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE ...

PROWLERS - Freak Parade

(Autoproduzione)

C’è un po’ di tutto in questo Freak Parade, nuovo album della band pesarese Prowlers. Il disco infatti, dal punto di vista musicale, passa da atmosfere quasi teatrali (la intro, una sorta di omaggio a Kurt Weill), al metal, a brani galleggianti e onirici, a metà strada tra psichedelia e rock classico. Su tutti troneggia “Joseph Merrick”, il brano che è summa sia dei contenuti musicali che dell’humus culturale della band. Il brano infatti è una maestosa suite di 10 minuti in cui la band passa con grande maestria dai generi e sottogeneri del rock. In più il brano, come anticipa il titolo, è dedicato a quel John Merrick, a quel The Elephant Man a cui David Lynch (il famosissimo e iconico regista di cinema) dedicò un film dark, drammatico e commovente. E dark, emotivamente toccanti e sempre alla ricerca di una denuncia/presa di posizione per un mondi di emarginati, diversi sono sia questo brano che tutti gli altri episodi del disco. Un Freak Show di tutto rispetto, che ci fa scoprire la versatilità di questa band. Per gustare appieno e allo stesso tempo musica e l’immaginario della band consiglio la visione del cortometraggio che ha accompagnato il brano “Joseph Merrick”. https://www.youtube.com/watch?v=3TLC00kR-UE



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: