ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 7 aprile 2018
ultima lettura domenica 1 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Specchietto retrovisore

di LadyBrett. Letto 226 volte. Dallo scaffale Umoristici

Un flash, inserito nello scaffale "umoristici" con qualche titubanza. Per il protagonista, che sei tu e siamo tutti noi, incrociare uno sguardo "all'indietro" si trasforma in una fantasia, quasi un delirio, qualcosa che poteva essere, ma non è stato.

Sei alla guida e dietro di te hai la stessa macchina già da un po', ma non ci fai caso. Poi ad un certo punto svolti a sinistra verso uno scenario decisamente rurale, scorciatoia desolata che conosceranno in pochi. Allora ti accorgi che svolta anche lui, subito dopo di te, e parte il tuo film. Vi addentrate in questa stradina sterrata e inizi a scrutarlo. Chi è? Cosa vuole da me? Come ha fatto a trovarmi? E se mi seguisse fino a casa? Per qualche assurda ragione vorrà scoprire dove abito. Forse mi avrà scambiato per qualcun altro. Magari un regolamento di conti con la persona sbagliata. Oppure, perché no, è un assassino per passione, uno che si improvvisa tale nel tempo libero e ora è in cerca di una vittima casuale. Chissà. Il tuo istinto ti suggerisce di metterlo alla prova: acceleri e accelera, deceleri e decelera, lo osservi e ti osserva. Allora non sei la persona sbagliata! Sei la "sua" persona e intanto nei suoi modi una tranquillità che quasi ti spiazza. Del resto, chissà quanti ne avrà ammazzati prima di te. Per lui sarà semplice routine. Per lui sei solo un numero, mettitelo in testa. Stai pensando a questo quando, un paio di km più in là, un altro incrocio trasforma i tuoi dubbi in certezze. Ora siete fuori dal percorso campestre, nuovamente su strada asfaltata e nonostante il traffico lui riesce a non perderti. Ha anche gli occhiali da sole per celare meglio la sua identità, idiota! Va avanti così, ancora per qualche km. Non demorde, deve essere un tipo tosto e ormai è una questione personale: tu hai il diritto di scoprire, di sapere. Senti di avere l'adrenalina alle stelle. Ma poi all'ennesimo bivio, mentre tu prosegui dritto, lui, con estrema nonchalance e senza ragione sufficientemente valida, svolta a destra.
Lo ha fatto davvero. È bastato quell'attimo perché le vostre strade si dividessero e la vostra storia finisse per sempre e senza neppure una spiegazione. Tu resti lì solo e quasi incredulo, con l'unica consolazione di non avere nulla da rimproverarti perché se non ha funzionato la colpa è solo sua.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: