ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 4 aprile 2018
ultima lettura mercoledì 12 dicembre 2018

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

SWINGROWERS - Outsidein (Freshly Squeezed Music)

di angelotomasello. Letto 385 volte. Dallo scaffale Musica

Arriva sulle scene il nuovo progetto musicale, a cavallo tra passato e futuro, degli Swingrowers, intitolato Outsidein.

SWINGROWERS - Outsidein

(Freshly Squeezed Music)

Arriva sulle scene il nuovo progetto musicale, a cavallo tra passato e futuro, degli Swingrowers, intitolato Outsidein.

La band è formata da Roberto Costa, producer, Loredana Grimaudo alla voce, Alessio Costagliola alla chitarra e Ciro Pusateri al sax.

Outsidein è un’opera complessa, molto varia e di forte impatto, un mix tra le influenze vintage e le produzioni electro contemporanee.

Il disco è composto da dieci brani grintosi e decisi che scorrono fluentemente.

Veloce e spensierata nel sound; No Strings Attached apre il disco senza mezze misure, una cavalcata spensierata in cui si fondono fiati dal gusto retrò e beats elettronici molto danzerecci.

Follow Me è un pezzo in chiave jazz, parte leggera e fluttuante, per poi esplodere poco dopo nel ritornello.

Segue Selfie Face, brano che apre una parentesi in cui l’elettronica si pone in primo piano, caratterizzato da beats veloci e inserimenti vocali quasi robotici (che ricordano quasi quelli dei Daft Punk).

My Mood riprende lo stile del brano precedente, veloce e molto scorrevole, mentre Healing Dance torna sulle note di un jazz più “classico” che racchiude però un’anima leggermente reggae, accentuata dalla collaborazione con Davide Shorty.

Butterfly è un brano swing, molto leggero e ritmato, mentre in Tit For Tat a farla da padroni sono i synth.

Here to Stay e Jukebox sono entrambe caratterizzate da scratch marcati inseriti in contesti pop/rock che si discostano leggermente dal solito sound della band.

Infine il disco si chiude con Just Do It, pezzo leggero in cui fiati estremamente jazz vanno ad incontrare drop graffianti e ritmi frenetici.

In definitiva un album veloce e molto scorrevole ma estremamente accattivante ed evocativo.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: