ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 26 marzo 2018
ultima lettura martedì 15 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

THE SONORA - The Sonora (Believe Digital Services)

di angelotomasello. Letto 237 volte. Dallo scaffale Musica

I The Sonora sono una band rock, caratterizzata da sonorità ricche e potenti, attiva da più di dieci anni.

THE SONORA - The Sonora

(Believe Digital Services)

I The Sonora sono una band rock, caratterizzata da sonorità ricche e potenti, attiva da più di dieci anni.

Il gruppo è nato da un’idea di quattro amici spinti dalla passione comune per la musica e da un forte bisogno d'espressione.

Nel 2000, 2003 e 2006 hanno registrato alcune demo casalinghe così da crearsi la possibilità di partecipare a svariati festival in Italia, ma nonostante i numerosi anni di attività e l’immensa gavetta alle spalle non hanno mai pubblicato un vero e proprio album di debutto.

Ed ecco arrivare finalmente il loro disco d’esordio, intitolato appunto The Sonora.

Un album complesso e ricco di sfumature, in cui si passa dal grunge all’alternative, dall’hard rock a parentesi quasi psichedeliche, da chitarre distorte e ruggenti a ritmiche martellanti e imponenti.

Il disco è composto da tredici brani:

Rub It apre le danze con grinta e rabbia, attraverso un testo che parla della sfortuna all’interno della vita di tutti.

Override la segue a ruota per quanto riguarda l’energia e la vitalità, in un pezzo dedicato alla musica e a tutti i suoi amanti.

Rise è invece più calma e fluttuante ed è un racconto dei disagi che si provano vivendo in un posto che non ti appartiene, mentre in Springs of Sonora ci si inoltra in posti immaginari attraverso un sound molto vicino a quello hard rock (specialmente nel cantato).

Step Outside Love si distacca radicalmente dai brani precedenti e crea un mood più lento e malinconico attraverso uno stile acustico molto intenso.

Con Crash in Event of Fire e Desert Sun si riparte in modo aggressivo e grintoso con un rock spigoloso, privo di mezze misure.

In Mind i riflettori son puntati sulla sezione ritmica, mentre Around the World gioca con i cambi di atmosfere.

No Fever e What Doesn't Feel ritornano ad uno stile più lento e sentito, la prima riflettendo sul mondo che ci circonda e sui valori che ci hanno cresciuto, mentre la seconda è il racconto struggente di un affetto perduto.

X e Coming Storm infine chiudono il disco nello stesso modo in cui si è aperto, con uno stile energico, vicino al grunge, ma in modo positivo e luminoso.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: