ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 26 marzo 2018
ultima lettura venerdì 20 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Ciao Fabrizio!

di Flou. Letto 380 volte. Dallo scaffale Pensieri

Già il risveglio stamane non era stato dei migliori, pensavo che con il ritorno all'ora legale la mattina sarebbe stata dura alzarsi, ancora più di prima, quindi, andavo a rilento trascinandomi per casa per finire di prepararmi ed uscire...

Già il risveglio stamane non era stato dei migliori, pensavo che con il ritorno all'ora legale la mattina sarebbe stata dura alzarsi, ancora più di prima, quindi, andavo a rilento trascinandomi per casa per finire di prepararmi ed uscire ...poi una telefonata...quella di mio marito, la riconosco dalla suoneria, la mitica Mille giorni di te e di me..... strano ho pensato, che sarà successo ?
E la notizia. E' morto Fabrizio Frizzi. Silenzio.
Come fosse un nostro amico, una persona di famiglia mio marito mi aveva voluto avvisare prima ancora che lo venissi a sapere dalla radio, in macchina, mentre mi recavo in ufficio.
Poi lo stupore, certo sapevo che non stava bene, che stava lottando con tutto se stesso per non arrendersi, ma vederlo tutte le sere in tv, con quel suo sorriso, con i suoi modi garbati, mi rassicurava, si vedeva che amava la vita e che la voleva vincere la sua battaglia. Sicuramente la famiglia, una figlia piccola da crescere gli stavano dando la forza per combattere ma l'attaccamento al suo lavoro sempre svolto in modo professionale ed educato, era probabilmente la sua medicina per lottare, per farcela, per rimanere sempre connesso a quello che lo rendeva al meglio la persona che era.
Era uno di noi, Fabrizio, come nella mente di tanti e di quella di mio marito, un compagno di vita, una persona carina e gentile che ci ha accompagnato dalla nostra adolescenza ad oggi.
Ieri sera l'avevo visto in tv cercando di indovinare, invano, la parola della ghigliottina e stamattina non c'era più.
Quanto siamo di passaggio in questo mondo ...
Un pensiero alla tua bimba che crescerà senza di te, che ti ha goduto per troppo poco tempo e il rammarico nel pensare perché te ? Proprio te un uomo pacato e gentile, sempre sorridente, educato, un papà amorevole..
Con tanta gente che potrebbe sparire dalla faccia di questa terra che il dono della vita non se la merita proprio.
Riposa in pace.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: