ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 21 marzo 2018
ultima lettura sabato 19 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Lettera ad Em

di SourTheme. Letto 212 volte. Dallo scaffale Epistole

 C'era qualcosa di estremamente freddo in quella buia stanza. Un vento inspiegabilmente freddo gli afferrava la faccia. La finestra che si trovava alla sua destra era distante e chiusa. Eppure quel freddo arrivava perpendicolare alla sua faccia, i...

C'era qualcosa di estremamente freddo in quella buia stanza. Un vento inspiegabilmente freddo gli afferrava la faccia. La finestra che si trovava alla sua destra era distante e chiusa. Eppure quel freddo arrivava perpendicolare alla sua faccia, il muro celeste chiaro davanti a lui sembrava la sua unica spiegazione.
Stava cercando di concentrarsi. Arrancava nel trovare delle parole quantomeno giuste per quella lettera, le espressioni erano chiare, ciò che voleva dire lo sapeva, ma non riusciva a trovare parole giuste per esprimere quei concetti.
Mio caro Em,
Non so descriverti con quanta fatica devo declinare la tua richiesta, anche apprendendo
questa notizia. Non posso e non riesco nemmeno ad immaginare cosa succederebbe se io venissi lì. Se non fossi satto così legato a Vittoria sarei venuto, ma la sua reazione sarebbe quantomeno imprevedibile.
Vorrei molto rivederla così da poterle dire che le cose non erano cambiate, ciò che io provavo per lei non era cambiato, anche sei lei era indifferente nei miei confronti io non l'avrei mai scambiata con nessun'altra, potesse un fulmine colpirmi adesso se mento.
Non che io ad ogni modo riceva sguardi dalle ragazze, sono un fantasma per loro evidentemente. Nessuno mi cerca, e io a questo punto spero di non farmi trovare. Probabilmente mi cercano solo per falso moralismo, per essere in pace con se stessi sapendo di fare la cosa giusta semplicemente salutandomi e chiedendomi come vada. Sono finti, e spero dunque di non farmi trovare per evitare queste falsità. Neanche le persone più care che mi conoscono da anni mi capiscono, molto probabilmente perchè hanno una vita migliore della mia. Ma qual'è la necessità di schiaffarmi in faccia la loro vita rendendomi addirittura geloso? Nessuna a mio parere, anche loro evidentemente sono soli e per raggiungere il loro personale piacere mi iniziano a raccontare di ciò che fanno con altri amici e compagne.
Tutto questo mi fa male, ti dirò dunque che accetto. Tirerò fuori l'abito nero per l'occasione. Mi distaccherò da questa gentaglia per un po.

Adesso non voglio davvero più farmi trovare.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: