ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 21 marzo 2018
ultima lettura sabato 15 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Leggi del Clan e incoscienza

di Tisse. Letto 220 volte. Dallo scaffale Fantasia

Quando fin da piccolo ti hanno insegnato a rispettare i confini e non fare di testa tua, ma la curiosità e l'incoscienza di una giovane età ti portano a disubbidire con conseguenze critiche. (Per il continuo e cap. precedenti guardate il mio profilo)

Commenti come sempre ben apprezzati. Per vedere la versione completa, i capitoli precedenti e successivi potete dare un'occhiata al mio wattpad (nel mio profilo) o qua di seguito: wattpad.com/user/Tisseu

Aveva solo dieci anni quando tutto accadde. Si era allontanata assieme ad un suo compagno un paio di anni più piccolo, anche se le era stato vietato severamente dal vecchio saggio del clan. Dovevano solo raccogliere qualche erba medicinale e qualche bacca particolare come richiesto da Thasmuel, il saggio più anziano della comunità di cui faceva parte. Avrebbero dovuto solo esaudire quella richiesta e sarebbero stati promossi alla classe successiva, e tutto sarebbe andato per il meglio. Ma la curiosità era dilaniante e l'incoscienza di quell'età fin troppa.

Non riuscì a trattenersi dal ficcare il naso quando in lontananza udì il trotto compatto dei livvakt di ronda. Uscì dai confini dell'area che le era stata indicata come sicura, per dirigersi verso la fine del sentiero secondario, avvicinandosi pericolosamente a quello principale sul quale stavano passando i cavalieri. I protettori di corte compivano diverse ronde nel corso della giornata, sotto ordine stesso della Regina e accompagnati in prima linea dallo stesso Re, che si assicurava non accadesse nulla e non ci fossero problemi. Percorrevano soltanto i sentieri principali e non si allontanavano mai troppo dalle mura, non avvicinandosi mai alla boscaglia incolta né ai sentieri secondari.

Questo aveva insegnato loro fin da piccoli il saggio Thasmuel. Era uno degli insegnamenti principali riguardanti i borger che venivano impartiti ai giovani Fremmed. E come loro rispettavano il non avvicinarsi alla natura incolta, casa di tutti i fremmed, questi non avrebbero mai dovuto mettere piede all'interno delle mura e delle aree circostanti. Le conseguenze erano sempre state ignote. Almeno per i fremmed più piccoli.

Ma Malia le imparò a sue spese. A sue spese e soprattutto a spese del suo compagno Fyren, piccolo fremmed che lei avrebbe dovuto proteggere. Funzionava così all'interno della loro comunità. I fremmed più grandi e adulti dovevano sempre tenere d'occhio ed assumersi la responsabilità per i fremmed più piccoli e giovani. Ed essendo due anni più piccolo, Fyren era sua responsabilità.

[...]



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: