ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 16 marzo 2018
ultima lettura mercoledì 19 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La locandina di Kongerike

di Tisse. Letto 414 volte. Dallo scaffale Fantasia

Una sorta di prologo che introduce il regno di Kongerike, i suoi abitanti e le sue regole. É una introduzione ad un racconto più ampio e lungo che sto scrivendo. Fantasy/Medioevo/Magia......

Ho una mia pagina su wattpad in cui cercherò di aggiornare più spesso il racconto e nella quale mi piacerebbe comunicare con chi deciderà di seguirmi e sostenere la mia storia. Per ascoltare pareri e soprattutto per tenersi in contatto. Chiunque desideri può seguire la storia qua: https://www.wattpad.com/user/Tisseu

Ci sono tre tipi di abitanti nel Regno di Kongerike: gli artistocratici, quei borger privilegiati fin da bambini per via della loro ricchezza e del loro potere ereditati, i quali, per ovvi ed egoistici motivi, non trovano la necessità di modificare le leggi che attualmente li favoriscono in qualsiasi campo e li rendono potenti, elevandoli innumerevoli gradini sopra gli altri borger di Kongerike; i più ricchi cittadini del Regno che detengono le regole ed il potere nelle proprie mani, permettendosi qualsivoglia "strappo alla regola" senza mai incappare in conseguenze, se non minime, ma che vivono quotidianamente con una finta e superficiale maschera di interesse verso il resto del popolo meno abbiente solo per evitare che esso si rivolti loro contro.

Gli utsider, ovvero i reietti e gli emarginati del Regno, coloro che in un modo o nell'altro si sono fatti privare del titolo di borger, ovvero di cittadino, disobbedendo agli ordini della Regina ed infrangendo le regole da lei imposte. Senza diritto di poter abitare la cittadella principale, si sono rifugiati nei bassifondi del Regno e nelle vicinanze delle vecchie cinta murarie che lo circondano per intero. Tra essi si possono trovare dei "rivoluzionari", come si definiscono loro, ma che a Kongerige sono più conosciuti con il nome di opprorer, ovvero i ribelli, gli insoddisfatti della loro condizione sociale, che da ormai decenni millantano piani per sovvertire il Regno ma che ad ora mai si sono realmente azzardati a provarci. Ed infine, il terzo tipo di abitante è il comune borger, ovvero il semplice cittadino. Quello un po' ignavo ed un po' indifferente, che si adatta ed accetta la propria condizione senza fare storie. Non abbastanza ricco per far parte degli aristocratici e con insufficiente voglia e troppo timoroso per far parte degli opprorer e ribellarsi per cambiare le cose.

Nel punto più centrale del regno, distante dalle mura che lo circondano, si trova KronSlott: il palazzo reale nel quale risiedono Regina e Re, assieme al gruppo principale dei Livvakt, i cosiddetti "protettori di corte" e pochi altri fidati e protetti dei Reali.

Man mano che ci si allontana da KronSlott e ci si avvicina alle cinta murarie, invece, si può trovare la cittadella principale in cui abita tutta la maggioranza del popolo, che più si allarga e più si impoverisce, fino ad arrivare ai bassifondi degli utsider, zona a confine del regno abbandonata al suo destino. Qui, la natura sembra essere tornata in possesso di ciò che un tempo le apparteneva. A partire dalle vecchie mura in pietra scura ricoperte di muschio e rampicanti, che poco si abbinano alla modernità e mondanità che caratterizza ormai da qualche decennio il regno di Kongerike.

Quelle stesse vecchie mura sono anche ciò che divide tutto il Regno e i borger al suo interno dagli estranei che si trovano all'esterno di esse, ovvero i Fremmed, quei cosiddetti "selvaggi" che non si sono mai tecnologicamente e materialmente evoluti, preferendo rimanere a completo contatto con la Natura che li circonda ed apprendendo da essa, piuttosto che abbracciare le comodità ed il materialismo dei borger, i quali si sono ormai da lungo tempo dimenticati le loro vere origini.
I fremmed, a differenza dei borger, è ormai qualche secolo che sono riusciti a manipolare e controllare i doni elementali che la natura ha loro concesso, una vecchia e particolare stregoneria che ha ormai assunto il nome di Hekseri. Stregoneria assolutamente vietata e bandita all'interno delle mura di Kongerike, considerata pericolosa ed estranea, ed è inoltre altresì vietato qualsiasi tipo di contatto ravvicinato e prolungato tra i borger ed i fremmed.



Commenti

pubblicato il venerdì 16 marzo 2018
Tisse, ha scritto: Se avete pareri/dubbi o volete dirmi qualcosa per aiutarmi/curiosità riguardo questo pezzo ve ne sarei grata.
pubblicato il sabato 17 marzo 2018
CanoviAlfredo, ha scritto: Dubbi, pochi. Scrivi bene e sai traslare la realtà in un mondo fantastico...anche nel mondo reale esistono queste categorie... Aspetto solo una trama, poi ti saprò dire meglio! Al
pubblicato il sabato 17 marzo 2018
Tisse, ha scritto: Grazie mille. Volevo fare esattamente quello con le categorie! Ti ringrazio anche per aver speso parte del tuo tempo per leggere e commentare.
pubblicato il domenica 18 marzo 2018
Thenight, ha scritto: Ci sta. Sarebbe fantastico se riuscissi a integrare queste informazioni nella storia in sé (per esempio attraverso un dialogo tra personaggi), magari un po' alla volta, ma non so la storia e non sono una prof: potrebbero esserci motivi che non conosco per la tua scelta. Sono curiosa di leggere i prossimi capitoli
pubblicato il mercoledì 21 marzo 2018
Tisse, ha scritto: Vi ricordo che se volete leggere il proseguo e volete rimanere aggiornati potete seguirmi sulla mia pagina wattpad, ve ne sarei molto grata! https://www.wattpad.com/user/Tisseu Mi piacerebbe poter instaurare un rapporto di comunicazione con chi legge i miei scritti e decide di darmi la propria opinione man mano che pubblicherò i capitoli<3

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: