ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 22 febbraio 2018
ultima lettura giovedì 2 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Deriva

di Gia. Letto 171 volte. Dallo scaffale Generico

Alberi di pioggia,fioriscono gocce.Ero palesemente persa,forse un pò troppo.Ti confondi e le confondi,loro crescono e si staccano,piombano sulla realtà, come se fosse un biscotto che se si bagna un po di più si scioglie, dona in om...

Alberi di pioggia,
fioriscono gocce.
Ero palesemente persa,
forse un pò troppo.
Ti confondi e le confondi,
loro crescono e si staccano,
piombano sulla realtà,
come se fosse un biscotto che se si bagna un po di più si scioglie,
dona in omaggio un mondo zuppo.
Mostrano una città sfumata,
il freddo distorce i colori e amplifica i riflessi.
Palazzi emergono da specchi d'acqua,
che siano la versione cittadina delle palafitte?
E' caduta cosi tanta acqua, che le paperelle hanno sostituito i cani.
Si può quasi ipotizzare una nuova vita,
una in cui l'espressione "gente di mare" viene trasposta in una pozzanghera gigante,
e diviene letterale.
Sebbene sia solo un'ipotesi, mi sembra che abbia troppo spessore,
quasi mi spaventa.
Cedo al più basso degli istinti,
lancio una pietra contro ciò che mi turba.
Un gesto violento,
che per oggi non ha altre conseguenze,
se non lasciarmi intravedere il suolo.
E' ancora tutto qui,
non era altro che un disegno su carta mozzarella,
attaccato con un po di scotch,
che con l'acqua si stacca.
Bisogna fare attenzione quando ci si perde nelle gocce.
La realtà ora è salva,
ma credo di essere io quella che si sta sciogliendo,
sono impantanata.
Non mi resta che sperare che il cuore sia una spugna migliore del corpo, che ormai ha ceduto all'acqua.
Un cuore che ha perso la casa, ma che continua a navigare,
temendo ed augurandosi di incontrare un altro albero di pioggia.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: