ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 22 febbraio 2018
ultima lettura giovedì 11 aprile 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

La Ragazza di Viareggio

di agente11. Letto 635 volte. Dallo scaffale Eros

800x600 Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE Microsof...


Immerso nel mio sonno, sogno di te.

Ore di ricerca, occhi sbarrati, finalmente ti trovo.

Mi appari tu in un paesino buio e sperduto.

Ritrovo la strada giusta, è dentro di me.

Quella che mi riconduce a te, è ormai lontana da ogni sentiero battuto.
Si rincorrono i miei gemiti.
Sopra e sotto i miei cuscini ormai esausti e sfiniti.


Tra le mie lenzuola cerco il tuo profumo, esse appartengono al centro del mondo.
Di te è rimasto solo un ricordo.

Solo un desiderio di te s'insinua costante nella mia mente e sempre lì tremante.

Smanio, sbuffo, mi giro e mi ritrovo.

Vorrei la tua bocca che mi ama senza fiatare.

Che mi possiede senza avermi mai.

Che mi vorrebbe nel suo letto senza potermi mai aver lì...

Tu dolce ragazza di Viareggio.


Anch’io vivo lo stesso: ti vorrei qui con me...

Questo tuo pensiero
mi travolge come un temporale in piena estate.

Carico d’energia e voglia distruttiva...

Apro gli occhi e vedo te qui, accanto a me per una sola notte.

Un solo fugace desiderio che sprofonda nel piacere...

Sfioro il tuo profilo, mentre un'incredibile voglia di te mi prende.


Devo far piano, lentamente, il tuo piacere deve esser lungo, atteso e costante.
Inizio anch'io a baciarti, a spogliarti, a muovere la mia lingua su di te...

I tuoi seni, il tuo addome, il tuo vivere, è tutto per me.
Ti guardo nuda, ti guardo...con l'intenzione di possederti.

La mia lingua inizia a fluttuare libera sul tuo corpo mentre alterni gemiti e sospiri...
Stringo la tua mano per sentire che ci sei.


La tua mano sfiora la mia...

Sorpresa ed emozionata una lacrima sgorga dai tuoi occhi.

Sei felice, sei raggiante, sei una dolce amante.

Seduta sul letto a cavalcioni del mio bacino, mi spingi e mi butti giù.

Io disteso, per assecondare ogni tuo volere.
Inizi a scendere piano, incontri il tuo giocattolo preferito:

quel sesso fatto di piacere inafferrabile, è duro, turgido.

Il mio glande si accende sempre più, il mio sangue porta energia.
Lo afferri, lo porti alla bocca, lo lecchi.

La tua patata bagnata e vogliosa, di quel sentimento che tarda ad arrivare.
Muovi la tua lingua sulla mia punta, ora con dolcezza ora con violenza, picchietti che è un piacere.

Sei esausta, vuoi la tua ricompensa, il tuo premio.

Strofini la tua patatina su di lui, su e giù, non resisti.

Mi sollevo, mi butti ancora giù con forza e mi salti addosso; infili il mio pene ormai enorme e lubrificato e inizi a scendere sempre più giù, sempre più forte...

Chiudi gli occhi e ti godi il momento.

Mi lascio violentare, mi lascio amare, io maestro del piacere, tu bella come sempre... ti amo...

Ti penetro fino in fondo, poi esco, ti volto, cosi come piace a te: a pecorina.

Tu, dal canto tuo non puoi che abbandonarti al mio volere.

Entro ancor più di prima, mentre ti bacio e mordo il collo...
Mi senti, perché ci sono...

Siamo in perfetta sintonia mentre raggiungiamo il piacere, entrambi, insieme,

tu vieni con languidi rivoli sul mio pene. ed io ti riempio del mio caldo seme.
Rimani lì esausta ma felice.

Ora mi desto e torno in me, in questa notte cresce il pensiero delle tue carezze,

la voglia sfrenata delle tue certezze.

Tu ragazza dolce di Viareggio.


Mi ritorna in mente il ricordo dei tuoi brividi passati, al contatto della tua anima,

quando ti feci mia, quando godemmo abbracciati e impauriti.


Mi affanno l'anima nella voglia dei tuoi baci su ogni mia superficie.
Mi prendi e mi porti sulle onde del tuo lussuoso ansimare.

Finché il fragore dell'alba non slegherà questo danzante silenzio.

Mi rimane di te un unico appiglio… il tuo respiro...e il mio piacere.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: