ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 2 febbraio 2018
ultima lettura mercoledì 20 febbraio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Ricordi...

di Sofiacarpi. Letto 511 volte. Dallo scaffale Eros

Guardo inebetita lo schermo del cellulare. E così è tutto finito. O almeno ci proveremo... Un groppo in gola mi assale improvvisamente e le lacrime salgono agli occhi. E' per questo che mi sono dovuta staccare da te. No, non credo tu abbi...

Guardo inebetita lo schermo del cellulare.

E così è tutto finito. O almeno ci proveremo...

Un groppo in gola mi assale improvvisamente e le lacrime salgono agli occhi.

E' per questo che mi sono dovuta staccare da te. No, non credo tu abbia capito ed è meglio così.

Noi non possiamo avere un futuro, siamo...anzi eravamo semplicemente amanti a tempo perso, tra i nostri impegni lavorativi e la famiglia. Ma io non riuscivo più ad andare avanti così ed in fondo nemmeno tu.

Tutti quegli status privati, chat segrete, impegni inventati e cellulari spenti non potevano durare a lungo, e i tuoi silenzi mi facevano stare male.

Mi rimarranno solo i ricordi...sopratutto delle ultime due volte che ci siamo visti.

Una in quell'edificio abbandonato e buio che io ho scoperto e dove ci siamo incontrati una volta dopo che avevamo passato l'estate separati per tua decisione con me non condivisa. Eri semplicemente sparito ed io ci ho sofferto tanto. Poi sei tornato indietro perchè cazzo quanto ti ero mancata. Ed è ricominciato tutto.

Ti ho aspettato li sotto le scale e tu sei arrivato qualche minuto dopo. Neppure il tempo di un ciao e la tua bocca si è avventata con furia sulla mia, le nostre lingue si sono ritrovate e le nostre mani si sono intrecciate. Una sintonia che avevamo fin dalla prima volta e che era sempre più forte. Con le lingue che danzavano ci siamo spostati nella parte più nascosta e buia. Ti ho sollevato la maglia per baciarti il petto e scendere sempre giù...ho sbottonato i pantaloni e mi sono avventata sul tuo membro gustandolo cme prima d'ora avevo fatto. Il tuo sapore è impagabile come il tuo odore. Tu sei una droga per me. Ti sento gemere sempre più forte, ma poi mi fermi, vuoi far godere anche me. Anche se il posto non si presta particolarmente e c'è sempre la paura che qualcuno ci sorprenda, mi abbassi i pantaloni scoprendo le mie autoreggenti e uno slip in pizzo nero.

Il tuo sguardo la dice tutta su quello che pensi della mia scelta, ma non ti soffermi a dirmelo. Mi abbassi gli slip e ti infili tra le gambe assaporandomi appieno. Le tue mani solo sul mio culo e mi spingono sempre più forte contro la tua bocca, che succhia e lecca senza pietà...

"Scopami ti prego!" ti supplico senza alcuna remora. Non mi fai aspettare troppo. Prendi il preservativo, lo strappi velocemente con i denti e lo srotoli lungo il tuo membro.

Poi mi giri e mi spingi contro il muro e con forza mi prendi. Vorrei avere uno specchio per potermi godere questo spettacolo. Continui a spingerlo dentro con forza mentre le tue mani ora sono sui miei seni...

Continua...



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: