ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 18 gennaio 2018
ultima lettura domenica 17 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

SAGGIO SULL'AMORE

di jackpeenses. Letto 192 volte. Dallo scaffale Amore

Ho incontrato te dolce nuvolaIn un cielo cupo e piovoso, laTua dolcezza ha riempito il mioCuore già sanguinante di una nuovaLinfa, quest’anima gentile ha persoOgni ragione la sua volontà era la tua.La follia presa come condizione no...


Ho incontrato te dolce nuvola
In un cielo cupo e piovoso, la
Tua dolcezza ha riempito il mio
Cuore già sanguinante di una nuova
Linfa, quest’anima gentile ha perso
Ogni ragione la sua volontà era la tua.
La follia presa come condizione normale
Faceva apparire lei come una bellissima musa.
Trascorso un breve periodo ricordai
Le sue membra così spinose che oltre
Al mio cuore, sanguinava tutto il mio corpo
Martoriato da quel bel sentimento.
La mia anima persa nel più buio dei
Labirinti trovò la sua via,
Ritornai a maledire questo sentimento
Facendo posto al suo opposto, come un
Bimbo che va a braccia aperte verso la
Sua mamma, il poeta è questo: una povera
Anima che traduce tutti i sentimenti altrui
Ma non i suoi.
Il dolore non è solo amore, tutti gli uomini
Sanno cos’è, la sua vita e la sua morte conducono
Le povere anime in suo potere alla distruzione.
Questo è per te mia bellissima musa che hai
Spezzato il cuore ormai affaticato di un
Povero uomo che sapeva la sua fine.
La fine d’ogni anima gentile che si è fatta
Ingannare nella più banale delle storie,
Tutti i poeti hanno conosciuto questo sentimento
E adesso anche io poeta dannato sono caduto
In questa misera trappola.
D’ora in poi seguirò quel poeta che nasce in me
In un turbine di gioia pura rubato ad un tiranno
Tempo, mi attaccherò a questi momenti come un
Lattante al seno della propria madre.
Poi nuovamente solo tornerò alla mia tana
Di coniglio imprecando per un altro amore.
Amore, sentimento! dannato chi ha in suo potere!
Tempo vuole la morte, per arrivare più velocemente
Il tuo cuore segue, verso la pace in un sogno
Che non finisce mai.
Il tuo battito aumenta, la testa confusa, le gambe
Tremano, tutto segue il suo corso, ma con lei
Non esiste nessuna via, ti attrae a lei per opera di questo
Cattivo consigliere; abbandonati tutti i piaceri, vizi,
Trasformato sei stato in una marionetta inutile nelle sue mani.
Le sue labbra parlavan d’amore, le sue mani scrivevan d’amore
La sua mente progettava la tua fine.
Si provano sensazioni strane in questa stanza
Piena di luce, perché sono stato trascinato in questo luogo?
È questo il posto dove albeggia l’amore, la sua luce è così
Abbagliante da non poter distinguere nessun essere.
Siamo qui perché condannati, colpevoli di non aver
Visto il meraviglioso strumento di tortura.
Il mio cuore segnato da tante cicatrici non trova più
Posto per questo sentimento, trascinatore abolitore
Delle nostre menti; un profano come me non può non
Unirsi a quei pochi costretti a difendersi da esso.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: