ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 22 dicembre 2017
ultima lettura sabato 26 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Le donne sono come il Pesce Persico 1

di AshleyColes. Letto 826 volte. Dallo scaffale Umoristici

Non spiegherò subito il significato del titolo. Non è importantissimo. E non pensiate sia qualcosa di sgradevole o di maleducato nei confronti del mondo femminile.

La finestra spazio-temporale


Cosa sarebbe questa finestra spazio-temporale. Per spiegarlo dobbiamo scendere subito nel difficile agone della sfera sessuale in cui si dibattono uomini e donne (sarebbe meglio dire in cui saltano come pesci intrappolati nella rete gli uomini e dove invece le donne sono le pescatrici, ma lasciamo perdere). Dicevamo: la finestra. Bene, come funziona. E' molto semplice e devo dire che la spiegazione si addice maggiormente alle donne italiane, rispetto al resto delle loro colleghe europee; per lo meno di quelle dei paesi nordici, perché la donna latina o mediterranea in genere, forse per la forte impronta culturale cattolica (ma ne riparleremo), ha caratteristiche piuttosto comuni, che la differenziano e la rendono meno allegra, meno rilassata sessualmente delle femmine nordiche. E' un soggetto molto tormentato da quel lato. Con una mente poco incline al salto senza condizioni nel buio del sesso. Se non si convince a sufficienza che quello che sta facendo, stiamo parlando di azione sessuale, è più che giusto, giustificato, necessario e santificato dall'amore, non ce n'è per nessuno.
Funziona che l'uomo può architettare qualsiasi tipo di strategia di conquista sessuale, può essere più o meno esperto, può giocarsi tutte le carte del mazzo, ma, mediamente (e sempre bisogna ragionare sulla media, tralasciando le eccezioni) mediamente, dicevamo, se il nostro uomo ha la fortuna di trovarsi, buon per lui, nel momento in cui sta per aprirsi o si è aperta la finestra spazio-temporale di cui sopra, allora sì riuscirà a concludere qualcosa; altrimenti sarà ben dura riuscire a spuntarla.
Parlo proprio di una specie di spazio, di un intervallo mentale, una sorta di finestra appunto, che si apre nella mente di una donna. Può aprirsi e chiudersi nei momenti più impensabili e non ci sono tempi prestabiliti per cui debba rimanere aperta; possono essere pochi secondi, quanto ore; non si sa. L'apertura e la chiusura a volte si possono anche leggere sul volto, nelle espressioni di una donna. L'esperienza consiglia che quelli sono i momenti in cui conviene buttarsi a capofitto nell'avventura. Non pensino i maschi di poter giocare come gioca il gatto con il topo. Qui il gatto è la donna e il topo è l'uomo.
Cosa succede nella mente della donna in quel momento non è dato sapersi e forse neppure lei lo sa con precisione. Alchimie.
Potete aver messo la camicia che più le piace, ma lei invece si è lasciata conquistare dalle vostre nuove scarpe. La volta dopo mettete le stesse scarpe convinti di bissare il successo e lei vi boccia perché incominciate a diventare monotoni. La portate a cena nel ristorantino giusto e lei quella sera ha invece voglia di pizza. Le avete fatto un regalo preziosissimo, ma lei è convinta che non lo meriti dopo così poco tempo che vi conoscete. Le fate un pensierino, e lei si sente umiliata e considerata alla stregua di una sguattera.

Ma comunque, anche in questi frangenti, per qualche secondo, o forse, come dicevo, anche per tempi più lunghi, lei può manifestare il desiderio per lui. La si vede combattuta. In quegli attimi potrebbe anche avere un amplesso stupefacente con il suo partner. Ma all'improvviso, per mille ragioni, ecco che la sua mente ritorna ad essere percorsa dai gelidi venti del dubbio, che fanno sbattere le imposte della famosa finestra, chiudendola irrimediabilmente. Allora si deve ritornare alla carica. Inventarsi nuove situazioni; stuzzicarla su nuovi campi di interesse, per vedere se ricompare l'espressione benevola. Ma, soprattutto, da buoni giocatori di poker, bisogna che quella espressione la si faccia ricomparire nel momento giusto; bisogna tenerla in sospeso fino a quando non si è in una situazione favorevole all'unione dei corpi.
Giustamente non puoi attaccare una donna al tavolo del ristorante! Sarebbe molto sconveniente pretendere di saltare il tavolino e baciarla con ardore davanti a cinquanta persone, cercando di infilarle una mano nella scollatura! Oddio, sempre per la teoria di cui sopra, magari quella può pensare che voi siate l'uomo ardimentoso e passionale, che cercava da tempo, ma questa è una combinazione con una cadenza paragonabile al "sei" del Superenalotto italiano.
Niente da fare, la donna ha tempi suoi e ragionamenti suoi.
Diventa tutto una sorta di lotteria. Certo, se compri tanti biglietti della Lotteria di Capodanno hai più possibilità di vincere, ma, a volte, quando per istinto ti viene in mente di prendere l'ultimo biglietto visto dietro la cassa in quel bar sgangherato, devi assolutamente acquistarlo! E' proprio lì che la fortuna ti potrebbe baciare! Non ci sono strategie razionali che tengano; bisogna lanciarsi quando te lo senti nella pancia. La finestra è sempre lì, pronta ad aprirsi, anche quando meno te lo aspetti.
Hai fatto carte false per rincorrere una tipa. E' da mesi che combatti. Niente, non si muove un filo d'erba. Vai alla riunione, che ne so, della Banca del Tempo. Cosa c'è di meno avvincente dal punto di vista sessuale che una serata del genere? Bene, ti capita di parlare con una tua conoscente, graziosa; te la trovi per caso davanti alla fine della riunione; dici che si potrebbe anche andare a bere qualcosa, perché sai ormai che il miracolo può sempre succedere; passano due orette tranquillissime, in cui tu cerchi di essere il più accattivante possibile e in cui cerchi di scorgere segnali incoraggianti sul volto di lei; poi andate alla macchina; e qui, l'uomo ormai sufficientemente esperto, tenta il tutto per tutto e si butta, sì ... perché, sia benedetto il cielo, la finestra si è aperta e tu ci puoi passare attraverso raggiante di gioia! E' successo! Evviva! Sono stato fortunato! E le ore successive trascorrono in un ribollire di passione.
Dite che la teoria non c'entra?
Chiami pochi giorni dopo. Sei euforico. Fai il simpaticone. Non accenni a nulla del trascorso per non metterla in imbarazzo. Dopo aver parlato per circa un quarto d'ora degli argomenti più disparati, stringi e cerchi di fissare un nuovo appuntamento. E allora? Zero, nulla; la finestra si è chiusa e l'amica alternativa non si farà più rivedere.
Un mio amico italiano mi ha detto di aver inseguito per mesi e mesi una sua vecchia compagna di classe, ricomparsa improvvisamente nella sua vita. Ha tentato tutta la gamma degli approcci; nulla da fare. Non si è aperto niente. Molto serenamente, a quel punto, lui ha gettato la spugna e si è dichiarato sconfitto. Le ha parlato con estrema calma, dicendole che sarebbe stato meglio non fossero più usciti insieme. Le loro strade si separavano. Va bene, dice lei. E ognuno a casa sua.
Dopo sei mesi, notare "sei", lei lo chiama: ci vediamo stasera? Il mio amico mi ha detto che il tragitto in macchina è stato lungo quanto distava la casa di lei dal al campo sportivo del suo paese, noto luogo dove si intrattengono le coppiette. Magia della finestra spazio-temporale!
E può chiudersi la finestra anche in piena attività sessuale? Sì, può capitare anche questa cosa incredibile; è stato documentato.
A parte il caso che mi è stato direttamente raccontato da una mia amica, in cui lei si è direttamente addormentata, ma con giustificazione - tende sempre a sottolineare - perché aveva più volte preannunciato, che era molto ma molto stanca; una vera e propria chiusura seguita da una incredibile riapertura la posso ricostruire sulla base di una storia vera.
Due giovani, quasi neopatentati, stanno disperatamente cercando un posticino dove appartarsi. Molto su di giri, dopo una serie di soste in locali e pub alla moda.
Senti - dice lui - io mi fermo anche qui, cosa ne dici? -. Lei annuisce con un sorrisino; è decisa; un posto vale l'altro; i due sono divorati dalla passione.
In un batter d'occhio si sono spogliati ed è incominciata la battaglia senza esclusione di colpi! Ma ecco il fenomeno manifestarsi! Improvvisamente lei urla: - Basta! Fermo! -. Lui, stupito e frastornato per il mix di emozioni, si ferma; chiede cosa sia successo, cosa le ha fatto, forse del male?
La ragazza esplode in una filippica incredibile. - Tu non mi ami! - Gli urla contro; sostiene che la stia solo usando! E allora basta, la si deve finire lì, è solo qualcosa di carnale. Lui cerca di ribattere, ma così, nudo, sul corpo di lei, non gli sembra un buon momento per intavolare una discussione profonda. Allora, educatamente, si fa da parte e si stende sul sedile di fianco, ancora un po' ansimante, accaldato, e tace, nell'oscurità. La finestra spazio-temporale si è chiusa.
Passano alcuni lunghi e interminabili minuti; la temperatura è gradevole, per cui non c'è bisogno di rivestirsi subito.
E poi, all'improvviso, la voce di lei: - E allora? -.
- Allora cosa? - Ribatte lui.
- Non continui? -.
Maledizione! Ma come si può riuscire a capire una donna? La finestra si era di nuovo aperta.

(Per la cronaca: lui diede grande prova di tenacia e senza batter ciglio riprese il duro lavoro; mai lasciare le cose a metà!)



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: