ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 30 novembre 2017
ultima lettura mercoledì 14 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'intruso

di liubos. Letto 282 volte. Dallo scaffale Generico

L’intruso Era da un bel po’ di tempo che non contemplava il cielo. Si era dimenticato che ci fosse. Avanzava sempre guardando a terra, non che sperasse di trovare chissà che, no! Era solo diventato schivo a un tratto. Si spostava lungo i muri co


L’intruso

Era da un bel po’ di tempo che non contemplava il cielo. Si era dimenticato che ci fosse.

Avanzava sempre guardando a terra, non che sperasse di trovare chissà che, no! Era solo diventato schivo a un tratto. Si spostava lungo i muri con piccoli scatti faticati seppur veloci. Più che incedere, strisciava. A sussulti rapidi, quasi convulsi.

Il sole lo feriva, quindi procedeva così, ad occhi semichiusi: tutto ciò che vedeva e percepiva, era solo il grigiore dell’asfalto.

A volte generose strisce bianche tra le palpebre gli suggerivano come e dove attraversare una via … null’altro.

Solo le zone d’ombra lo attiravano: vi si rifugiava esausto. Era capace di stare in un anfratto ore, sino al calar del sole. Poi, smarrito, lasciava l’angolo affrontando lo spigolo della svolta, lo spazio aperto.

Dormiva avvolgendosi in se stesso … qualche vecchia discarica, un piccolo prato sdrucito, sempre lontano da sguardi indiscreti ed ostili.

La gente lo evitava con orrore, qualcuno lo rincorreva minaccioso. E lui non sapeva darsene una ragione. Era schivo, sì, ma mite …

Finì sfracellato sotto una grossa ruota assassina e nessuno si commosse, né lo rimpianse.

In fondo si trattava solo di un povero biscione di campagna, finito chissà come nel cuore sciagurato della mia città.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: